Credente o leone da tastiera? - Come essere seguaci di Gesù anche sui social?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Il credente maturo utilizza i social network (Facebook, Instagram, WhatsApp ecc.) in modo saggio e responsabile. Taluni smarriscono la propria identità in rete: “svestono” l’abito del cristiano, per poi riprenderlo in chiesa o in compagnia dei fratelli.
Eppure i social sono un ottimo mezzo di evangelizzazione, di diffusione della Parola di Dio, di testimonianza e di incoraggiamento.
Ecco un breve e semplice vademecum per essere luce sempre…anche sui social.

- Non usurare un linguaggio d'odio
Evita di utilizzare la rete per attaccare il prossimo. Alcuni, non avendo il coraggio di farlo di persona, scaricano sui social la loro rabbia, la loro frustrazione e talvolta il loro risentimento o odio. C’è chi addirittura utilizza i versetti della Bibbia per infierire e ferire, dimenticando l’insegnamento di Gesù: “Se poi il tuo fratello ha peccato contro di te, va’ e riprendilo fra te e lui solo. Se t’ascolta, avrai guadagnato il tuo fratello” (Matteo 18:15).

- Usa sempre un linguaggio gentile
Esprimi il tuo parere sempre in modo gentile e garbato, rispettando le opinioni diverse. Non offendere chi ha un pensiero differente dal tuo e non rispondere alle offese con ferocia verbale.
Gesù ci insegna a porgere l’altra guancia e a dare anche il mantello a chi vuole toglierci la tunica (Matteo 5:38-40).

- Non presentarti sempre negativo
Le previsioni avverse circa il proprio o altrui futuro presentano spesso il “cristiano” con una forte carica di negatività. Filippesi 4:8 diventa una bussola per il vero credente: “Quindi, fratelli, tutte le cose vere, tutte le cose onorevoli, tutte le cose giuste, tutte le cose pure, tutte le cose amabili, tutte le cose di buona fama, quelle in cui è qualche virtù e qualche lode, siano oggetto dei vostri pensieri”.

- Evita doppi sensi e volgarità
Il vero credente non è un “bacchettone”, ma si distingue in mezzo a una generazione stolta e perversa. “Dalla stessa fonte non può uscire acqua dolce e acqua salata:” Come si addice ai santi, né fornicazione, né alcuna impurità, né avarizia, sia neppure nominata tra di voi; né oscenità, né parole sciocche o volgari, che sono cose sconvenienti; ma piuttosto abbondi il ringraziamento” (Colossesi 4:6).

- Non vantarti della tua spiritualità
Non cercare una rivalsa spirituale sui social. Non apparire spirituale: Diventalo. A cominciare dalla tua famiglia, il tuo “spessore” spirituale è ben noto e alla fine la verità è come l’olio…viene a galla: “Altri ti lodi, non la tua bocca; un estraneo, non le tue labbra” (Proverbi 27:2).

E quindi? Ti aspetto sui social per essere edificato ed incoraggiato da quello che posti....


Domenico Modugno

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Le cose che avete imparate, ricevute, udite da me e viste in me, fatele; e il Dio della pace sarà con voi. (Filippesi 4:9)
    Ecco qui come in un versetto molto chiaro, accompagnato nella Bibbia da molti altri, il Signore, per bocca dell'apostolo Paolo, ci fa arrivare un messaggio cristallino.
     
    Un concetto che Cristo vuole radicare nel cuore di quanti dichiarano di essere stati salvati da Cristo.
    Un insegnamento per tutti i membri della chiesa di Cristo.
  • Dalla lapidazione al linciaggio su Facebook - Ecco il protagonista
    E' questa la perversione più grande che viviamo in questi tempi in occidente, spia dello stato d'animo e dell'involuzione che viviamo (in effetti sembrerebbe che questo accade dalla Creazione, viviamo una involuzione e non una evoluzione).

    Una dittatura che si riconosce democratica solo quando si deve votare chi già è al potere.

  • Come cristiani evangelici, probabilmente da sempre, abbiamo denunciato momenti nei quali i giorni sarebbero stati più difficili per diverse concause, profetizzate. Abbiamo dichiarato, negli anni, tempi nei quali sarebbe stato facile sviarsi, perdere l'orientamento, peccare, smetteri di amare e perdonare. Vento di nuove dottrine, nuovi messia, falsi, avrebbero guidato l'Umanità verso il tramonto di questi tempi e l'alba di una nuova era.

  • C'è un protagonista particolare nelle lapidazioni di un tempo, e di oggi. Un attore presente anche nei linciaggi odierni, era presente anche nelle piazze ad osannare tiranni, più o meno simpatici, è lo stesso protagonista dei linciaggi mediatici propinati oggi su Facebook (FB) o in genere dove vi è possibilità di libera espressione di commenti in merito a fatti e persone.

    Cerchiamo di conoscerlo per trarne degli insegnamenti spirituali validi e attuabili anche per i discepoli di Gesù dei nostri tempi.

  • "Poiché l'iniquità aumenterà, l'amore dei più si raffredderà..."
    Silvia Romano, italiana 23 anni rapita in Kenya. Trasportata da persone armate nella foresta camminando fino a 9 ore al giorno per un mese, ha passato 4 rifugi, è stata costantemente sorvegliata da terroristi armati di Kalashnikov. 18 mesi.

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta