Vegliate e Pregate - WATCHMAN Nee

Watchman Nee, pag. 104. Il dialogo con Dio fa parte delle attività fondamentali della fede ed è facile. Se però vogliamo pregare efficacemente secondo la volontà ed il dono di Dio, dobbiamo imparare a rispettare i principi di Dio. Continuiamo a stupirci di quanto noi uomini possiamo influire sull'agire di Dio. Egli aspetta persino la nostra preghiera affinchè il Suo regno possa venire sulla terra e la Sua volontà sia fatta. 

Ogni cristiano serio dovrebbe perciò desiderare di orientare la sua preghiera sul piano e sul proponimento di Dio. Watchman Nee fece tante esperienze di preghiera sorprendenti, tuttavia egli non scrisse mai nulla a questo proposito. Così questo libro è una raccolta di relazioni da diversi momenti del suo ministero. Nella scelta degli argomenti, gli editori non sono stati interessati tanto a trattare il tema della preghiera in modo esauriente, ma a dimostrare alcuni importanti principi per una preghiera efficace. Si trovano sia dei consigli per credenti che sono all'inizio della loro vita di preghiera, così come delle indicazioni che possono valere quale scuola superiore della preghiera.

L'augurio è che esso possa esserci di aiuto e risvegliare in noi il desiderio di diventare degli abili collaboratori di Dio, capaci di portare fedelmente fino in fondo il peso della Sua preghiera, facendo in questo modo tante esperienze incoraggianti. Questi, nel dettaglio, i temi del libro: La chiave alla preghiera; La nostra preghiera e l'opera di Dio: Come resistiamo a Satana per mezzo della nostra preghiera; Un peso del Signore e la preghiera; Il principio della preghiera per tre volte; Pregate in ogni tempo e vegliate con ogni perseveranza.

Fonte: CLC

Controllare i propri pensieri?

La pace di Dio, che supera ogni intelligenza, custodirà i vostri cuori e i vostri pensieri in Cristo Gesù... Tutte le cose vere, tutte le cose giuste, tutte le cose pure, tutte le cose amabili, tutte le cose di buona fama... siano oggetto dei vostri pensieri; e il Dio di pace sarà con voi.

Filippesi 4:7-9

La nostra mente è assalita da pensieri negativi, impuri o violenti? Vogliamo veramente uscire da questo vicolo cieco?

Nella Bibbia Dio dichiara che "il cuore dell'uomo concepisce disegni malvagi fin dall'adolescenza" (Genesi 8:21) e che Dio li conosce tutti (1 Cronache 28:9). ma se riconosciamo il nostro stato di peccatori e accettiamo il perdono di Dio, possiamo affidargli anche i pensieri. Egli stesso li trasformerà con l'opera dello Spirito Santo.

Occorrerà, però, anche la nostra partecipazione, per giudicare e respingere ciò che è male, e per disciplinare i nostri pensieri.

L'uomo è foggiato da ciò che domina i suoi pensieri. Rimuginare uno stesso pensiero è come tracciare nella nostra mente una profonda riga, che diventerà un solco sempre più profondo.

La Storia del Matrimonio - John e Lisa Bevere | Libro pdf

Un giorno, tanto tempo fa… il matrimonio era per sempre, un patto stabile che univa un uomo e una donna. Questo intreccio rendeva entrambi più forti e nobili, permettendo loro di esprimere con maggiore intensità ciò per cui erano stati creati. Erano migliori insieme di quanto fossero da soli. La cerimonia nuziale altro non era che un inizio, la porta per entrare nel tanto desiderato “per sempre felici e contenti”. Ogni scelta e azione di lì in avanti sarebbe stata orientata a edificare la loro unione: marito e moglie camminavano verso l’ignoto con cuori, mani e voci intrecciate per esprimere l’amore del loro Creatore.

Come abbiamo perso il contatto con questa profonda storia d’amore? Ne La storia del matrimonio, John e Lisa Bevere vi invitano a riscoprire il piano originale di Dio. Sia che siate sposati, single o fidanzati, la vostra storia è parte della Sua.

Qui in pdf

 

Luca 16:19-31 - Il Ricco e Lazzaro - Noi e gli immigrati

Ardito ed interessante paragone tra la parabola del Ricco e Lazzaro e la questione povertà ed immigrazione anche nei nostri tempi.

Luca 16 - 19 «Or vi era un uomo ricco, che si vestiva di porpora e bisso, e ogni giorno se la godeva splendidamente. 20 Vi era anche un mendicante chiamato Lazzaro, che giaceva alla sua porta tutto coperto di piaghe ulcerose, 21 e desiderava saziarsi delle briciole che cadevano dalla tavola del ricco; e perfino i cani venivano a leccare le sue piaghe. 22 Or avvenne che il mendicante morì e fu portato dagli angeli nel seno di Abrahamo; morì anche il ricco e fu sepolto. 23 E, essendo tra i tormenti nell'inferno, alzò gli occhi e vide da lontano Abrahamo e Lazzaro nel suo seno. 24 Allora, gridando, disse: "Padre Abrahamo, abbi pietà di me, e manda Lazzaro a intingere nell'acqua la punta del dito per rinfrescarmi la lingua, perché soffro terribilmente in questa fiamma". 25 Ma Abrahamo disse: "Figlio, ricordati che tu hai ricevuto i tuoi beni durante la tua vita e Lazzaro similmente i mali; ora invece egli è consolato e tu soffri. 26 Oltre a tutto ciò, fra noi e voi è posto un grande baratro, in modo tale che coloro che vorrebbero da qui passare a voi non possono; così pure nessuno può passare di là a noi". 27 Ma quello disse: "Ti prego dunque, o padre, di mandarlo a casa di mio padre, 28 perché io ho cinque fratelli, affinché li avverta severamente, e così non vengano anch'essi in questo luogo di tormento". 29 Abrahamo rispose: "Hanno Mosè e i profeti, ascoltino quelli". 30 Quello disse: "No, padre Abrahamo, ma se qualcuno dai morti andrà da loro, si ravvederanno". 31 Allora egli gli disse: "Se non ascoltano Mosè e i profeti, non crederanno neppure se uno risuscitasse dai morti"».

Lucca 20 settembre 2015

L'autorità di Gesù

Umiliò se stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte di croce. Perciò Dio lo ha sovranamente innalzato e gli ha dato il nome che è al di sopra di ogni nome, affinché nel nome di Gesù si pieghi ogni ginocchio. (Filippesi 2:8-10)

In tutti i tempi, avere delle autorità superiori non è mai stato sopportato volentieri, e oggi meno che mai. Tuttavia la Bibbia ordina di essere sottomessi alle "autorità superiori" (Romani 13:1). Purtroppo, però, coloro che detengono l'autorità spesso ne abusano o non ne sono degni.

Quale contrasto con l'autorità di Gesù! Egli l'ha sempre esercitata per il bene, e non ha mai cercato di prevalere per imporre agli uomini la sua potenza. Mentre i potenti di questo mondo cercano di dominare, Gesù è vissuto in mezzo ai suoi "come colui che serve" (Luca 22:27). Egli è Maestro e Signore (Giovanni 13:13), ma è venuto "per servire, e per dare la sua vita" (Marco 10:45).

Che incontestabile autorità quella di Gesù quando era in questo mondo! Ascoltandolo, i suoi uditori ne erano colpiti (Matteo 7:29). Aveva il potere di perdonare i peccati (Matteo 9:6) ed esercitava la sua potenza sulla malattia (Matteo 8:7, 13), sul vento e sul mare (Marco 4:41), sui demoni (Matteo 12:28), sulla morte (Giovanni 11:43).

La sua autorità prendeva origine dal fatto di essere Dio (Giovanni 17:1-2). Il potere gli era dato da Dio suo Padre, e Lui è stato ubbidiente fino alla morte. Egli ha accettato di dare la propria vita perché quello era il piano di Dio. Lui, adorato dagli angeli, Dio eterno, si è fatto uomo per rivelare così l'amore divino.

Noi che crediamo in lui chiediamoci se ha davvero, e sempre, autorità su ogni dettaglio della nostra vita!

L'onore, la gloria

Il quarto comandamento dice «Ricordati del giorno del riposo per santificarlo. Lavora sei giorni e fa tutto il tuo lavoro, ma il settimo è giorno di riposo, consacrato al Signore Dio tuo». Dio ordina due cose: il riposo fisico e quello spirituale; abbiamo bisogno di entrambi. Cosa è il riposo spirituale? Dopo giorni di lavoro, studio e altre attività dobbiamo fermarci per dare un senso vero alla vita e lo riceviamo da colui che ci ha donato la vita e tutto quello che ci permette di vivere. Come non riconoscere la sua mano onnipotente? Il mio medico mi disse: «il nostro corpo è il grande capolavoro di Dio». 
 
Quante volte mi fermo a ricordare questo e ringraziare?

Donald Trump verso una nuova presidenza degli USA - E' la bestia che sale dal mare?

Apocalisse 13

1 Vidi salire dal mare una bestia che aveva dieci corna e sette teste, sulle corna dieci diademi e su ciascuna testa un titolo blasfemo. 2 La bestia che io vidi era simile a una pantera, con le zampe come quelle di un orso e la bocca come quella di un leone. Il drago le diede la sua forza, il suo trono e la sua potestà grande. 3 Una delle sue teste sembrò colpita a morte, ma la sua piaga mortale fu guarita.
Allora la terra intera presa d'ammirazione, andò dietro alla bestia 4 e gli uomini adorarono il drago perché aveva dato il potere alla bestia e adorarono la bestia dicendo: «Chi è simile alla bestia e chi può combattere con essa?».

Liberi dalla pornografia

La pornografia è il "piccolo segreto" di un numero considerevole di persone. Un segreto che può avvelenare le loro relazioni e rovinare le loro vite.
Purtroppo anche diversi credenti si lasciano andare a quella che considerano una debolezza che però, in realtà, si sviluppa in una vera e propria dipendenza.

Tristemente, la maggior parte delle persone non ammette il problema fino al momento in cui viene colta sul fatto. Alcuni credono scioccamente di avere il controllo della situazione. Altri si sentono in schiavitù, senza speranza di poterne uscire. Essi vivono in una solitaria prigionia per loro scelta. Ma non è detto che debba essere così. Esiste una via d'uscita.

L'espansione del fenomeno
In meno di tre decadi, la pornografia è cresciuta fino a diventare la gigantesca industria che è oggi, con guadagni annui pari a più di una dozzina di miliardi di euro.

Oggi non esiste più alcuna difficoltà a reperire materiale pornografico: chiunque abbia accesso a Internet, qualunque sia la sua età, non deve più preoccuparsi di affittare videocassette "hard-core", pagare abbonamenti a TV via cavo, o acquistare riviste specializzate. Con un click di mouse, i mariti possono scaricare immagini, filmati e storie del grado di perversità desiderato mentre le mogli stanno mettendo a letto i loro figli.

La dipendenza sessuale è in aumento: cause e terapie

Pornografia, traumi, squilibri chimici: tante le cause dell’ossessione per il sesso. La scienza è divisa, anche sulle cure. Solo due le certezze: è un disturbo che sconvolge la vita, e in pochi chiedono aiuto.

Si riporta interessante articolo tratto da: La Repubblica, a conferma che anche la società (e ancora troppo poco spesso la chiesa locale), pare e sembra, a tratti, rendersi conto di questo dramma che distrugge vite, relazioni, amicizie, ministeri, doni. 
Riportiamo articolo, ma anche questo link, dove si affronta la questione sotto un aspetto spirituale, per capirne cause e cure.

La libertà del cristiano - a cura di Paolo Ricca

Suggerimento libro - La libertà del cristiano di Martin Lutero.

Lutero redasse questo breve trattato, di intento conciliativo, quando già conosceva la bolla Exsurge Domine con cui Leone X gli intimava la ritrattazione delle sue tesi, pena la scomunica.
«È una piccola cosa, se guardi alle dimensioni, ma contiene, se non sbaglio, l'essenziale della vita cristiana», così scrive lo stesso Lutero nella lettera dedicatoria al pontefice.

Tra le più limpide e alte espressioni del pensiero luterano nonché del messaggio della Riforma, la Libertà del cristiano è probabilmente lo scritto di Lutero che più ha influenzato le coscienze e la storia, non solo cristiana, dell'Occidente. L'appello alla libertà che vi risuona merita di essere ascoltato oggi non meno di allora.

Derek Prince - Libri e Lettere in italiano

Derek Prince 1915-2003 - è stato un insegnante internazionale della Bibbia, molto rispettato per le sue rivelazioni teologiche e la sincera fede cristiana. Egli ha scritto più di cento libri ai quali, ogni anno, si avvicinano migliaia di nuovi lettori. Risorse tratte dal sito:  derekprince.com
 
"La maggior parte di noi si rivolge a Dio per ricevere delle cose: vogliamo le benedizioni, la potenza o la guarigione. Dio vuole che ci rivolgiamo a Lui semplicemente perchè vogliamo Lui".

Putin può essere una delle bestie citate nel libro dell'Apocalisse?

Nel mondo e nel tempo ci sono stati molti dittatori, alcuni deisamente feroci. Ecco che, giustamente, ci si è chiesto spesso, sopratutto tra quanti leggono la Bibbia e aspettano il ritorno del Signore, che non avverrà prima della manifestazione del suo alterego 2Ts2,1-12, se il successo bagnato nel sangue di questo o "quell'uomo forte" potesse essere proprio il segno dei tempi ultimi. Potremmo citare Hittler e prenderlo anzi come emblema, ma se ne contano molti tra uomini o sistemi che in qualche modo hanno fatto e fanno delle persone, per i loro scopi, semplicemente carne macinata.

Verità storiche che nel momento in cui si vivevano non solo sfuggivano ai molti, ma anzi affascinavano molti. Una forza seduttiva stupefacente, miscuglio tra verità e bugie con l'obbiettivo di rivelare problemi, tra quelli esistenti e quelli inventati, per fomentare paure individuando colpevoli e nemici, infine proporsi come la soluzione.

Con le bombe di Putin distrutta chiesa e ucciso il pastore a Kupians таku!

Oggi i russi hanno sganciato una bomba aerea FAB-500 nel centro di Kupiansk,  distruggendo la Chiesa Evangelica locale e gli edifici residenziali attigui. 
Due civili sono rimasti uccisi e altri cinque feriti in questo attacco, per ora, perché l'operazione di ricerca è attualmente in corso, quindi il numero finale delle vittime potrebbe salire notevolmente.

Uno dei morti è Yuri Klimko, pastore della Chiesa pentecostale di Gesù Cristo, che si trovava nella struttura al momento dell'attacco!

Secondo la fonte NV, la preghiera in chiesa era terminata solo mezz'ora prima dell'attacco russo. 
Al momento dell'esplosione in chiesa era presente anche la moglie del pastore, miracolosamente illesa.

Il pastore Yuri, nell'attività con la sua squadra di collaboratori, ha spesso aiutato i militari, hanno servito come curatori d'anime nel dramma della guerra, aiutando per molti anni le famiglie parte dell'ATO.