Il male: cos'è e come affrontarlo? - Paolo Ricca

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Il fenomeno del male è ampio e ricchissimo di sfaccettature, come sappiamo una delle caratteristiche è il manifestarsi in una forma molteplice e tentacolare. Il male fisico, il male psichico, il male morale, il male spirituale.

Esposizione articolata in 4 punti

  1. Il male
    - cos'è il male?
    - Il male che si traveste da bene;
    - la usa ambivalenza, alcune situazioni sono un bene per alcuni ed un male per altri.
     
  2. il rapporto tra il male e l'uomo
    - da dove viene il male? Le risposte dei filosofi e la risposta della Bibbia;
    - attrazione dell'Uomo per il male e per il bene - le indicazioni della Bibbia su cosa scegliere;
    - perchè l'Uomo fa il male quando potrebbe fare il bene? Predisposizione interna o circostanze esterne?
    - Il bene ed il male un campo di battaglia fuori e dentro l'Uomo - Gesù prega: "liberaci dal male".
    - il male seduce, non spaventa, non terrorizza, seduce! - Si presenza come amico lui che è il più grande nemico;
    - allearsi con il male significa allearsi con il nemico che ti sembra amico. Significa diventare vittima nel momento in cui diventi complice.
     
  3. il rapporto tra Dio ed il male
    - Se Dio è buono e tutto proviene da lui, da dove viene il male?
    - Se c'è Dio perchè c'è il male? E Se non c'è Dio perchè c'è il bene?
    - Dio permette il male? Dio non permette il male ma non limita la libertà vertiginosa di scegliere tra il bene ed il male.
    - La scelta tra bene e male è una libertà divina;
    - Dio ha scelto il bene
    - L'Uomo non ha fatto la stessa scelta, oscilla perennemente tra il bene ed il male.
    - Dio combatte il male in questo modo: 1) escludendolo 2) assumendolo per trasformarlo in bene.
     
  4. Come affrontare il male?
    1) Discernere, cioè sapere che cosa è bene e che cosa non lo è, sovente nella nostra vita siamo chiamati a scegliere tra un male maggiore ed un male minore. La Scrittura è la guida nel discernere.
    2) Resistere, la resistenza perchè il male esercita un certo fascino. Il diavolo non è brutto, è bello. Non è sporco è profumato, non è stupido è intelligente. Il fascino del male, da dove viene?
    3) Combattere il male, Gesù è il paradigma (esempio appliccabile) anche per questa questione. Gesù combatte il male svelandolo cioè rivelando il male che se rimane nascosto è invincibile. Riconoscere il male è l'inizio della vittoria. Poi Gesù combatte il male con le opere. Il terzo modo con cui Gesù ha combatutto il male è averlo preso su di se (prendere il dolore, il peso, la fatica e la sofferenza dell'altro).
    4) Vincere il male, - si può vincere il male con un altro male, ma resta male. L'apostolo Paolo dice "non essere vinto dal male, ma vinci il male con il bene." Questa è la sfida cristiana: credere che sia possibile vincere il male con il bene.
     

Paolo Ricca (qui su YouTube)
Firenze Sabato 30 marzo 20013


- Nota bene: Paolo Ricca pastore valdese - con la chiesa Valdese esistono notevoli differenze dottrinali rispetto alla chiesa "dei fratelli" tuttavia, anche ascoltando il consiglio paolino: "ritenete ciò che è bene", si riporta questa interessante conferenza -

Questo video fa parte della playlist "Paolo Ricca"

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri