Pornografia, come guarire?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
"Quante volte, mio Dio, ho aperto le porte al peccato a ciò che per te è abominio, così per noia o per legami adolescenziali, e ho permesso la distruzione delle mia famiglia e dei miei figli, perdonami"
La pornografia uccide moralmente e psichicamente milioni di persone, specialmente giovani. Questo libretto insegna come liberarsene e lo fa in modo chiaro, conciso ......
 
Apro questo nuovo contenitore dove vorrei segnalare i libri che via via avrò modo di leggere e che riterrò degni di pubblicità, per il mio limitato metro di misura, e per l'edificazione che mi avranno apportato invito quanti volessero utilizzare questo spazio a fare lo stesso.
 
Vorrei iniziare con questo libretto che ho trovato molto utile, ne reperi una copia alcuni anni fa. Marco Distort impegnato, nella sua missione, in campo famigliare con le problematiche ad esso annesse, affronta questo problema, della pornografia masturbazione, etc, im maniera chiara, schietta.
 
Sono riportate testimonianze e, la cosa più importante, vengono suggeriti "metodi" utili per affrontare e sconfiggere questo "cancro" dello spirito, dell'anima.
 
Queste le coordinate per rintracciare il libro:
 
Acquistabile qui: http://www.uceb.it/
 
Autore : Marco Distort
Pagine : 68
Prezzo: 3.25 EUR
 
Chi volesse riceverne copia, in maniera gratuita e anonima può contattarmi via e-mail, invierò il materiale per posta elettronica contattami da qui.

scarica qui il file in pdf

Vedi anche: Liberi dal Porno

facebook icona twitter icona google icona whatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

(AGI) - Washington, 14 lug. - La pornografia innesca nelle persone affette da dipendenza da sesso un'attivita' cerebrale simile a quella che le droghe innescano nel cervello dei tossicodipendenti. Queste, in estrema sintesi, le conclusioni di uno studio dell'Universita' di Cambridge, pubblicato sulla rivista Plos One. Tuttavia, i ricercatori avvertono che questo non significa necessariamente che la pornografia e' di per se' "coinvolgente". Il consumo eccessivo di pornografia e' una delle caratteristiche principali individuate in molte persone con comportamento sessuale compulsivo. Nel nuovo studio finanziato dal Wellcome Trust, i ricercatori hanno esaminato l'attivita' cerebrale in diciannove pazienti di sesso maschile affetti da comportamento sessuale compulsivo e li hanno confrontati con lo stesso numero di volontari sani. I pazienti hanno iniziato a consumare pornografia in eta' precoce e in proporzioni maggiori rispetto ai volontari sani.
  "Nel nostro studio i pazienti erano tutte persone che hanno avuto notevoli difficolta' a controllare il loro comportamento sessuale e questo ha avuto conseguenze significative per loro, che interessano la loro vita e le relazioni", ha spiegato Valerie Voon, una delle autrici dello studio. "In molti modi, i loro comportamenti - ha aggiunto - mostrano analogie con i pazienti tossicodipendenti. Volevamo vedere se queste somiglianze sono riflesse nell'attivita' cerebrale". Ai partecipanti allo studio sono stati mostrati una serie di video brevi, sia con contenuti sessualmente espliciti che di sport, mentre la loro attivita' cerebrale e' stata monitorata tramite la risonanza magnetica funzionale (fMRI). I ricercatori hanno scoperto che tre regioni, in particolare, erano piu' attive nel cervello delle persone con comportamenti sessuali compulsivi rispetto ai volontari sani. Queste regioni - striato ventrale, cingolo dorsale anteriore e amigdala - sono particolarmente "attivate" ??nei tossicodipendenti quando stimolate con droga.
  I ricercatori hanno anche chiesto ai partecipanti di valutare il livello di desiderio sessuale che sentivano mentre guardavano il video, e il piacere di vedere il video. Ebbene, i pazienti con comportamento sessuale compulsivo hanno mostrato alti livelli di desiderio verso i video sessualmente espliciti, ma non necessariamente li hanno valutati come superiori. Nei pazienti, il desiderio E' stato anche correlato con interazioni piu' alte tra le regioni. Dr Voon e colleghi hanno anche trovato una correlazione tra attivita' cerebrale ed eta' - piu' giovane e' il paziente maggiore e' il livello di attivita' nello striato ventrale - in risposta alla pornografia. "Ci sono chiare differenze nell'attivita' cerebrale tra i pazienti che hanno un comportamento sessuale compulsivo e i volontari sani.
  Queste differenze rispecchiano quelle dei tossicodipendenti", ha detto Voon. "Anche se questi risultati sono interessanti, E' importante notare, tuttavia, che non possono essere usati per diagnosticare la condizione. Ne' la nostra ricerca fornisce necessariamente la prova che queste persone sono dipendenti dal porno. O che il porno e' intrinsecamente coinvolgente. E' necessaria molta piu' per capire il rapporto tra comportamento sessuale compulsivo e dipendenza da droghe".
Ritratto di alex

 

Pornografia, violenza e droga: sono i contenuti ai quali i genitori non vorrebbero esporre i propri figli che invece puntualmente sono ai primi posti delle ricerche dei baby-navigatori. La percentuale più alta di visite a siti con contenuto erotico arriva dal Giappone (74,9%) e dalla Francia (68,9%). Al terzo posto invece il Messico con il 56,3%, in Italia la percentuale è al 44%. Lo dice una ricerca dei Kaspersky Lab.

Secondo l'indagine, inoltre, i siti che contengono contenuti violenti sono i più visitati in Messico (8,6%) e negli Stati Uniti (7%). In Europa, Regno Unito e Spagna (entrambi 4,8%), l'Italia è al 2%. Sulla base delle statistiche del Parental Control, la popolarità dei siti appartenenti a questa categoria è relativamente bassa.

I siti con contenuti legati alle droghe, così come quelli con contenuti violenti, vengono visitati con maggiore frequenza dai baby-navigatori in Messico (1,8%) e negli Usa (1,4%). Il terzo posto va al Regno Unito (0,9%), Italia 0,4%. I software illegali, invece, sono particolarmente popolari in Cina e portano il paese al primo posto tra coloro che visitano questo genere di contenuti (69,4%, contro il 24% della Spagna e il 10,6% del Giappone).

Fonte: ANSA

 

pentitevi

Ritratto di alex

Certo è un ottimo consiglio... magari se accompagnato dalle motivazioni e dagli strumenti con cui possiamo farlo...

Ritratto di alex

12 Ogni cosa mi è lecita, ma non ogni cosa è utile. Ogni cosa mi è lecita, ma io non mi lascerò dominare da nulla.
13 Le vivande sono per il ventre, e il ventre è per le vivande; ma Dio distruggerà queste e quello. Il corpo però non è per la fornicazione, ma è per il Signore, e il Signore è per il corpo;
14 Dio, come ha risuscitato il Signore, così risusciterà anche noi mediante la sua potenza. 15 Non sapete che i vostri corpi sono membra di Cristo? Prenderò dunque le membra di Cristo per farne membra di una prostituta? No di certo! 16 Non sapete che chi si unisce alla prostituta è un corpo solo con lei? «Poiché», Dio dice, «i due diventeranno una sola carne».
17 Ma chi si unisce al Signore è uno spirito solo con lui. 18 Fuggite la fornicazione. Ogni altro peccato che l'uomo commetta, è fuori del corpo; ma il fornicatore pecca contro il proprio corpo.
19 Non sapete che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete ricevuto da Dio? Quindi non appartenete a voi stessi.
20 Poiché siete stati comprati a caro prezzo. Glorificate dunque Dio nel vostro corpo.

1° Corinzi 6

Ritratto di alex

Come posso capire se sto diventando schiavo del sesso o della pornografia?

Se c'è una lezione che i ragazzi imparano crescendo, è quella del valore della tenacia e della vittoria.

Gli eroi del grande schermo interpretano una figura di uomo ideale forte e vigoroso. James Bond non si arrende mai, e neanche i personaggi interpretati da John Wayne. E Rocky vinceva sempre le sue battaglie - e se non vinceva, almeno “andava fino in fondo.” Questi uomini non si arrendono mai. E neanche noi vogliamo farlo.

La resistenza ad issare bandiera bianca è davvero utile a coloro che combattono in guerra o a chi si trovi in una situazione lavorativa che richiede perseveranza. La perseveranza può anche aiutarci nei rapporti interpersonali difficili. Ma quando si arriva a dei comportamenti coatti, il rifiuto ad arrendersi può soltanto prolungare la propria agonia. Tale atteggiamento può portare ad una vera e propria schiavitù e causare gravi danni.

Naturalmente, molti di noi non si arrendono finché non sanno di aver perso o di andare incontro alla sconfitta. Forse non sei neanche convinto di avere un problema, o se lo sei, non sei sicuro che sia una cosa tanto grave.

Come sapere se sei stato "preso all'amo"

Fishing hook. Photo copyrighted.

È importante comprendere che la dipendenza sessuale non è qualcosa che avviene da un giorno all'altro. Ci vuole tempo finché essa si instauri nella vita di una persona, ma nel momento in cui questo avviene, l'uomo non sarà più in grado di resistere al ripetuto istinto di cercare un rapporto con un oggetto sessuale o un'esperienza che gli dia piacere e l'illusione di intimità.

Ecco una definizione di dipendenza:

  1. Il soggetto colpito non riesce a resistere alla tentazione
  2. L'oggetto da cui è dipendente gli dà: piacere ed illusione di intimità.
Non tutti coloro che combattono contro gli istinti sessuali ne sono obbligatoriamente dipendenti. Alcuni uomini abusano della loro sessualità per un certo periodo di tempo, e poi riescono a venirne fuori. Molti uomini con riprovevoli esperienze sessuali nel passato, riescono a prenderne le distanze e ad andare avanti.

Purtroppo, non sono tutti così fortunati. Alcuni uomini bloccano la loro sofferenza emotiva utilizzando il piacere sessuale. Con il passare del tempo, devono trovare forme di comportamento sessuale sempre più rischiose per cercare di alleviare la loro sofferenza. Talvolta, tutto il loro mondo ruota intorno al sesso. La loro vita ne è completamente ossessionata.

Patrick Carnes suggerisce quattro domande che possono aiutarci a scoprire se siamo dipendenti dal sesso e quanto sia avanzata tale dipendenza.[1] Nel porti le domande, sappi che è di capitale importanza che tu sia brutalmente onesto con te stesso. Il primo passo per risolvere un problema è ammettere di averlo.

ONE - Ci sono cose che fai in segreto?

Stai facendo cose che non confesseresti mai a nessuno? Senti che se coloro che ti vivono accanto sapessero ciò che fai, ti respingerebbero o disapproverebbero fortemente il tuo comportamento? Stai dicendo bugie per coprire le tue azioni? Se sì, ti stai isolando da coloro che ami e stai instaurando un rapporto che può condurti a dipendere da un oggetto o da un evento.

TWO - Il tuo comportamento è offensivo?

Il tuo comportamento sessuale provoca dolore (emotivo o fisico) a te o agli altri? È degradante o è un abuso nei confronti di altre persone? Ti sembra di compiere azioni sempre più offensive? Ti provoca piacere vedere altre persone che vengono offese in qualche modo?

THREE - Il tuo comportamento ha lo scopo di alleviare le sensazioni dolorose?

Il tuo comportamento sessuale cerca di cambiare il tuo umore invece di esprimere il tuo affetto? Ti masturbi o cerchi qualche altro sfogo sessuale se sei depresso, annoiato o adirato? Se il tuo comportamento sessuale persegue lo scopo di cancellare il dolore, è un segnale che sei coinvolto in un processo di dipendenza.

FOUR - Il tuo comportamento manca di sincera dedizione e attenzione verso gli altri?

Stai sostituendo la vera intimità che scaturisce da un sano rapporto con un'altra persona, con l'illusione di intimità procurata da un oggetto o da un evento?

Se hai risposto sì ad una sola di queste quattro domande, il tuo comportamento sessuale è caratterizzato da dipendenza o coercizione.

Photo courtesy of Eden Communications. Copyrighted.

Gli stadi della dipendenza

Sebbene le quattro domande precedenti ci aiutino a comprendere se abbiamo un problema, non ci informano sulla sua gravità. Per determinarla, dobbiamo prima conoscere i vari livelli di dipendenza.[2]

Pre-dipendenza

Una situazione di pre-dipendenza riguarda coloro che cominciano a sentirsi attratti sessualmente da oggetti impersonali, come la pornografia, o eventi come uno spettacolo spogliarellistico.

Se ti trovi in questo stadio, la tua vita probabilmente è ancora sotto controllo. Hai un lavoro, e la tua relazione con tua moglie o la tua fidanzata è ancora sana. Tuttavia, ti rendi conto che l'attrazione che provi per la pornografia, gli spettacoli di spogliarello o le linee erotiche, pur non essendo irresistibile, è pericolosa. Ti può turbare l'idea che la tua lussuria sopita potrebbe risvegliarsi e sopraffarti in qualsiasi momento.

Level 1

Al livello 1 l'uomo comincia ad essere dominato dalla propria lussuria. Viene coinvolto forzosamente in atti quali masturbazione, pornografia, omosessualità o relazioni eterosessuali umilianti.

Quando un uomo raggiunge il livello 1, è successo qualcosa di significativo. Mentre prima combatteva continuamente per tenere sotto controllo i suoi istinti, ora essi hanno libero sfogo. Nel libro The Addictive Personality (La personalità dipendente), Craig Nakken sottolinea che l'unico aspetto essenziale della dipendenza al livello 1 è l'emergere di una personalità dipendente.[3] La lussuria dell'uomo dipendente, come un dragone, esce dalla propria tana e minaccia di impossessarsi della sua vita.

Ho sperimentato tutto questo la notte in cui ho spiato la mia vicina dalla finestra. Le sensazioni provate mi ricordavano quelle della prima volta in cui fumai marijuana. Entrai in un mondo nuovo e volevo ritornarci. C'è sempre la tendenza a tentare di ricreare certe sensazioni. Allo stesso modo, un uomo che arriva al livello 1 risveglia la propria lussuria in un modo possente. E quella esperienza iniziale è ciò che cerca continuamente di ricreare. Quando si arriva al livello 1, si risveglia la parte della nostra personalità che tende alla dipendenza. E non inganniamoci: la bestia ha un appetito insaziabile che può lentamente divorare la nostra intera esistenza.

Level 2

Quando un uomo raggiunge il livello 2, ha compiuto un passo più grande e più pericoloso. Ora il suo comportamento ha bisogno di vittime ed infrange la legge. Le sue attività includono la prostituzione, il voyeurismo, telefonate oscene ed atti di libidine violenta. Per la maggior parte del tempo, viene ritenuto più un fastidioso disadattato che un criminale, ma purtroppo il suo comportamento può creare profonda sofferenza emotiva nelle sue vittime.

Coloro che sono esibizionisti o voyeur porteranno con sé per anni il loro segreto. Vivranno una vita doppia, nel terrore costante di essere scoperti.

Tutti i tipi di “brave” persone raggiungono il livello 2. Non passa giorno che non si venga a sapere qualcosa di un politico, un insegnante, o un divo di Hollywood che abborda una prostituta o compie avances sessuali inopportune.

Level 3

Nel momento in cui un uomo raggiunge il livello 3, il suo comportamento viene caratterizzato da pesanti crimini in cui vengono inflitti seri danni alla vittima. Stupro, incesto e molestia ai bambini sono tipici di tale livello.

Il momento della verità

Snake. Photo copyrighted.

Ora dovresti sapere se sei stato "preso all'amo". Dovresti anche avere un'idea di quanto è grave la tua ossessione sessuale. Nonostante la maggior parte di noi preferirebbe evitare la verità il più a lungo possibile, prima o poi arriverà il momento in cui si verrà scoperti. Succederà qualcosa che ti costringerà ad ammettere che la tua vita è ormai allo sbaraglio.

  • Lascerai per sbaglio un'immagine pornografica sul monitor del tuo computer, e qualcuno lo riferirà al tuo direttore.

     

  • Uno dei tuoi figlio troverà la tua collezione di video porno.

     

  • Un poliziotto giungerà a casa tua perché un vicino ti avrà identificato nelle vesti del guardone di turno.

     

  • Tua moglie ti lascerà perché scoprirà i tuoi adulteri.

     

  • L'assistente sociale ti contatterà perché si è saputo che hai molestato il figlio di un tuo vicino.

     

Per Sansone, il momento della verità arrivò quasi alla fine della sua vita. Accecato dalla lussuria, mentre dormiva nel grembo di Dalila, fu rasato a zero da un Filisteo. Non appena gli fu tagliata l'ultima ciocca, i suoi nemici irruppero nella tenda. Isolato da Dio, non ebbe la forza di resistere al loro attacco. L'uomo più forte d'Israele divenne un pagliaccio pelato che faceva divertire i Filistei.

Sansone era stato sconfitto. Non avrebbe mai più potuto ammirare una donna filistea. I suoi nemici si erano messi al sicuro, accecandogli entrambi gli occhi (Giudici 16:20-21).

Molte persone ritengono che la storia di Sansone abbia una fine tragica. Io non sono della stessa idea. Nonostante egli fosse cieco e prigioniero, i suoi capelli ricominciarono a crescere, ed anche il suo rapporto con Dio si ristabilì. Il Signore perdonò Sansone e lo impiegò per un'ultima volta. L'eroe di Giuda demolì un tempio filisteo, distruggendo sé stesso e i suoi nemici.

Sansone imparò per esperienza diretta quello che ogni uomo dovrebbe sapere. Iddio è un Dio che dà una seconda, una terza ed una quarta possibilità. Egli non cessa mai di interessarsi a noi.

When Good Men Are Tempted - a book by Bill Perkins

References

  1. Patrick Carnes, Out of the Shadows, (Minneapolis: CompCare, 1983), 160.
  2. Ibid., 27.
  3. Craig Nakken, The Addictive Personality (New York: Harper & Row, 1988), 24.

Leggi l'ottima pubblicazione di Bill Perkin's When Good Men Are Tempted. Bill descrive un piano per ottenere una vita sessualmente sana, un piano che funziona.


Tratto da When Good Men Are Tempted, di Bill Perkins, pubblicato da Zondervan, 1997

Fonte: http://www.christiananswers.net/italian/q-eden/edn-f016i.html

pace fratelli e sorelle, ho quasi 25 anni, da poco più di due mesi e mezzo ho riconosciuto il mio Signore Gesù come personale salvatore e riconosco che sta operando grandemente nella mia vita. Purtroppo anch'io sono vittima di questo brutto peccato, guardo film porno e immagini e mi masturbo.

Ringrazando Dio sono ancora vergine perchè credo, come d'altronde dice la Parola, che l'atto sessuale deve essere preservato dopo il matrimonio per il frutto dell'unione, dell'amore tra me e la mia amata. Però credo che proprio per questo l'avversario mi tenta e mi induce in peccato, per fortuna non sono ai livelli 2 e 3 però riconosco questo peccato e ogni volta invoco il sangue di Gesù che mi lavi dal peccato e che spezzi questa catena perchè questo, come gli alri piaceri, all'inizio ti dà l'illusione di stare bene ma poi rimani solo con te stesso e ti senti dentro come un ribrezzo.

Purtroppo ho inizato con questo peccato già a 12-13 anni e i motivi erano: il provare piacere e sentirmi meglio quando le cose andavano male. Bastava una giornata storta, un dispiacere e mi rifugiavo al computer per (illudermi) di stare meglio. Ora ho notevolente diminuito tale pratica (1-2 volte a settimana) ma non ne vado fiero, anche perchè tra tre mesi mi accingo a ricevere il battesimo per immersione e voglio lasciare definitivamente la vecchia persona in quelle acque, e inoltre perchè, desiderando che il mio corpo divenga dimora dello Spirito Santo, non voglio contaminarlo di impurità di ogni tipo.

Tuttavia confido nel Signore, che può liberare da ogni peccato, che può spezzare ogni catena, quindi fratelli  sorelle, siamo perseveranti nella Parola, meditiamola e viviamola in maniera pratica, e sono convinto che se noi faremo un passo il Signore ne farà molti di più e finalmente saremo liberi da questo e da ogni male. Pace pace pace. Gloria al Signore. 

Mi fa piacere se qualcuno riesce a liberarsene! Io no.

Ho inziato con questo peccato da ragazzino, per masturbarmi utilizzavo quel che c'era, tipo il mitico catalogo Postal Market (con le modelle in abbigliamento intimo) e qualche enciclopedia. A 16 anni ho comprato la mia prima rivista con foto di donne realmente nude.

Poi passando attraverso diversi stadi: riviste, cinema a luci rosse, videocassette, DVD e infine internet.

Molte volte ho provato a smettere, niente da fare. Alla fine mi sono arreso.

Ora mi masturbo regolarmente 3 volte al giorno e non faccio più nessun tentativo per smettere, ho deciso di accettare la situazione come è.

Ritratto di alex

Ciao Sandro, Il percoso che hai fatto e tipico di noi ragazzi degli anni 70/80.....
Oggi è molto più veloce e facile, per i neo ragazzini/e.

Non so perchè hai voluto condividere la tua esperienza qui, mi piacerebbe farti delle domande. Per esempio:
Questo ti rende felice?
Ti sei arresso ma vorresti smettere?

Probabilmente sono domande retoriche, almeno credo che se ti sei avvicinato a queste pagine le risposte sono chiare nella tua mente, pur essendo senza forza....

Probaiblmente, come è per molti che decidono di smettere, la battaglia è continua, tra alti e bassi, tra cadute e ripartenze.
Questi legami possono essere spezzati da Dio in un istante, avvolte succede.
Altre volte ci si deve convivere, pur riuscendo, normalmente, a poter restitere nella battaglia che, come sai, si svolge nella mente.

Molte tecniche sono usate, la più efficace è la fuga!
 Compare un'immagine? Fuggo, compare un pensiero, fuggo dal pensiero pensando ad altro...
Etc...

Questo percorso, per un cristiano, è condito da preghiere e suppliche al Padre, oltre che di contiui ravvedimenti e pentimenti.

Io ti invio a ricominicare a combattere con queste nuove considerazioni:
 

Ricominciare a combattere è già l'inizio della guarigione....
 

Caro fratello ti capisco perchè chi ti scrive ha vissuto la tua stessa sofferenza e dicotomia tra quello che il cuore desidera, mentre la carne non obbedisce.

Se sei di Cristo anche il corpo è risorto con Lui e tu sei tempio dello Spirito Santo affinchè quando sei debole si manifesti la potenza di DIO e la tua lotta sia per dar gloria a Lui.

Combatti la buona battaglia indossando le armi della luce e guarda al nostro Signore Gesù Cristo che è stato innalzato sulla Croce dove sono stati inchiodati i nostri peccati, al sepolcro vuoto dove è stata sconfitta la morte, a Cristo Risorto, con la certezza che lo S.S. operi in Te.

Pace agli uomini di buona volontà. 

Ritratto di alex

Ciao caro G.

E' molto importante che tu riconosca il peccato, questo particolare peccato che assilla e imperversa nella chiesa.

Oltre a questo libro consigliamo la lettura anche di:
Peccati segreti

Vi si trovano molti utili consigli ai quali aggiungiamo alcune piccole riflessioni qui sotto.

"Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno" (luca 23.34)

Alla croce vi erano, quel giorno, in un modo o nell'altro personaggi quali:

  • il sommo sacerdote,
  • pilato,
  • romani
  • giudei
  • religiosi
  • etc...

In quel calvario, terribile, Gesù ebbe, per certi versi, un piccolo sollievo. Quelle persone non sapevano quello che stavano facendo.
Ma per i nostri peccati, per noi che sappiamo.... no... nessuno sconto!
Riflettiamoci quando..

PREGARE PER

Quando ti trovi davanti a quelle scene sappi che:
- Il SIgnore Dio, il CIelo ti sta guardando.
- Dio ama quelle ragazze, vuole salvarle, prega per loro. Prega...
- Evita la visione, i pensieri che, una volta entrati nel cuore prorompono in atti che non riusciamo più a controllare..

3 armi

Appena uno di quei pensieri ti balena in testa:
- Ringrazia il Signore (per qualcosa in particolare)
- Lodalo (con canti e preghiere)
- Afferra le Sue promesse quelle che ha fatto anche a te

Confidati

Trova un fratello fidato, meglio un anziano/pastore
Parlane con lui, pregatene insieme

Infatti, se l'uno cade, l'altro rialza il suo compagno; ma guai a chi è solo e cade senz'avere un altro che lo rialzi!  - Ecllesiaste 4.10

VINCI

VInci ogg, per aiutare tuo fratello domani.

"Io posso ogni cosa in colui che mi fortifica"
Filippesi 4.13

RICORDA

"uno è schiavo di ciò che lo ha vinto."
2° Pietro 2

 

 

 

Grazie Signore, perchè anche attraverso questo fratello mi parli, mi aiuti a rialzarmi e a lottare per seguirti e fare la tua volontà. Gloria a Dio, che per mezzo del nome di Gesù ci libera e io confido in te Gesù. Ho già scaricato i libri in pdf e mediterò sulla Parola.  Dio ti benedica grandemente fratello, pace.
Ritratto di alex

Ho 42 anni, sono una donna, ed è tutta la vita che combatto contro la pornografia.
Mi sono scontrata contro questa dipendenza fin dal primo fidanzato quando ero adolescente.

Adesso con l'avvento di internet la società ha solo facilitato questo cancro terribile, ma già prima che esistesse la rete esso era già ampiamente diffuso.

Attualmente sono sposata con un uomo che ha lottato (con me) e vinto la sua dipendenza, non solo: consacrando ogni sua azione a Dio, rifugge la visione di nudità femminili in ogni luogo.
Purtroppo viviamo in una società che adopera ogni mezzo per facilitare nei maschi l'eccitazione sessuale con spinta visiva, mentre spinge le femmine a mostrare sempre più il proprio corpo per sedurre o attrarre le attenzioni degli uomini.
La società dell'immagine.


Mi sono chiesta cosa stia DIETRO a questo martellamento continuo, quale vantaggio ci sia e per chi sia vantaggioso.
Vorrei che quante più persone possibili cerchino con me di dare delle risposte a questa domanda.
Io personalmente ho trovato queste risposte.
Credo che l'umanità, ben lungi dall'aver trovato il giusto equilibrio, una maturità etica, sia vittima di esagerazioni aberranti, tutte lontane dalla Via di Mezzo, tranquillamente indicata da Dio, senza che venga vista dagli uomini (troppo agitati ed in preda a passioni perché possano realmente vedere).
Da una parte la società islamica, che dà estrema importanza al fatto che le donne non mostrino il proprio corpo.
Questo è giusto, ma la violenza con cui questa cosa viene imposta, e l'eccesso di questo principio, portano ad una società piena di contraddizioni, comunque lontana dalla spiritualità.
Dall'altra parte la società occidentale, che invece fa del corpo femminile uno specchietto per le allodole, utilizzato dalle pubblicità, dalla TV per anestetizzare la popolazione con trasmissioni che abbassano il target intellettuale, da riviste di moda per indurre le donne ad imitare impossibili modelli, con conseguenze psicologiche a volte devastanti (si vedano gli esempi delle frquenti donne morte per operazioni estetiche).
In tutta questa allucinazione globale, siamo sempre più lontani dalla semplice Verità, dalla Via indicata da Gesù: castità, rispetto di tutti gli esseri umani, amore.
Io credo che il progetto per la nostra società occidentale sfrenata, colpevole di provocare anche queste pulsioni e quindi questa dipendenza di cui trattiamo, sia quello di sfruttare il sesso per scopi economici, e per tenere la popolazione a bada con zuccherini anestetici. Dare i dolcetti ai neonati perché non piangano può essere un bene immediato (il neonato smette di piangere), ma porta poi ad un male futuro: il neonato crescerà con denti cariati.

Alla fine l'umanità continua a dimenticarsi una lezione importante: il benessere procurato senza morale, senza etica, quello che fa del male a qualcun altro, è un benessere che porta benefici immediati, ma alla lunga ci chiederà SEMPRE un conto da pagare.
E poiché gli uomini sono tutti legati tra di loro, chi fa del male a qualcun altro per procurarsi un beneficio, prima o poi dovrà pagarne delle conseguenze.

Questa società impazzita, dove l'impiegato non è considerato "cool" se si rifiuta di scambiare i calendari di donne nude col collega, dove chi non guarda la TV perché la considera fonte di spazzatura interiore è visto come fuori dal mondo, sta generando mostri.
Dove andremo a finire???

B. S.

Condivido il commento precedente; purtroppo oggi paghiamo per le menzogne inculcare negli anni 70 e 80, in cui si reclamizzava la libertà sessuale anche se più in generale si cercò di annullare tutte le cose di buon senso. Ma non mi stupirei più di tanto in quanto negli ultimi tempi é profetizzato che le cose del mondo sarebbero peggiorate.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

luce fra le tenebre

Opera evangelica per sordi

sordi evangelici

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

salvati per servire

Il vangelo tra gli stranieri

meta