Cristiana suora per 56 anni racconta la sua testimonianza

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

In questo video una parte della testimonianza di Cristiana, suora per 56 anni....

Cristiana

facebook icona twitter icona google icona whatapps icona

Commenti

siete capaci di parlare?

altri argomenti più edificanti,no,vero?

ci saranno 100 testimonianze.....80 almeno parlano male della chiesa cattolica,li pagate?

credete che restano nella vostra chiesa?

ci sono persone anche nella chiesa cattolica che vengono da altre religioni,mica fanno propaganda così per sparlare,mi pare,anzi ne sono sicura...

e che direbbe Cristo,morto per i nostri peccati,che ci vede dal cielo a tirarci per offenderci,sparlare,ecc..siete convinti che vi dice bravi?

è venuta nel mio B&B una famiglia testimone di geova,come sempre fanno hanno tentato di tirarmi dalla loro parte,i ho risposto loro che Dio è in tutti,io sono cattolica,ci resterò per sempre,fossi anche la peggior peccatrice del mondo...e una bella famiglia è una gioia vederla,poi se ama Cristo..è meglio,questo è lo spirito del cristiano,siamo fratelli,tutti,Lui sà la verità delle persone e sentire una bandiera non è da cristiani...neanche da intelligentoni,mia mamma me lo ha insegnato da bambina ,due campane bisogna sentire e la prima che suona,ho notato crescendo ,è spesso,molto spesso la sbagliata.

Ah,c'è una lettera che scrive proprio questo,di non litigare tra fratelli,forse di Paolo,ma se a voi PIetro e Paolo non piacciono,sapete li ha scelti Cristo,ergo stò dalla parte giusta.....La Chiesa velerà fino alla fine dei tempi.....

infatti.....

p.s.cercavo un canto,sono finita nel vostro sito....lo trovo vuoto di ideali,senza offesa,miro in alto,come ci ha insegnato Papa Giovanni Paolo ll

Ritratto di alex

Ciao,

ti ringrazio del tuo commento da esso, infatti, traspare un desiderio sincero di Dio. E' vero il post è condito di sale e di peperoncino questo, però, è uno stimolo per entrambi, per meglio comprendere, capirci, parlarci.

Ti capisco.
In passato non mi importava nulla del Signore, però ero molto tifoso della mia religione. Percui mi scagliavo contro i protestanti (ricordo da giovane la guerra in Irlanda) oppure contro i TdG o anche contro i mussulmani.
In fondo non mi interessava chi aveva torto o ragione, non mi interessava la verità, piuttosto difendere quella in cui ero radicato. Per origini, tradizioni e nascita.

Nulla da obbiettare, quindi, sulla tua rabbia.
Forse puntualizzare che tra le circa centinaia di testimonianza una quindicina riguardano ex prelati, ma anche sottolinerare questo non gioverebbe ne mi interessa più di tanto.
Invece una cosa mi interessa sottolinearti
NOI NON SIAMO LA VERITA!
Il mondo evangelico, le nostre chiese, la chiesa che frequento, non è la Verità. Non voglio, quindi, invitarti a cambiare religione o culto.
Però abbiamo incontrato la verità! e voglio indicartela: Gesù!

Gesù di Nazaret è la verità!
Quel Gesù fatto uomo e che, in croce, pagava per me, per te.
Per tutti quelli che lo ricevono divenendo figli.
Il Signore mi fece comprendere, sulla Sua parola, che, a differenza di quanto credevo, ero una creatura di Dio e non un figlio.

Tra l'altro una creatura con un destino funesto che lo attendeva.

Infatti il peccato mi aveva distaccato da Lui, prima ancora che io nascessi.
"Chi crede nel Figlio ha vita eterna, chi invece rifiuta di credere al Figlio non vedrà la vita, ma l'ira di Dio rimane su di lui - Giovanni 3:36 "

Ma nella Verità (la Bibbia) è scritto che chi riceve Gesù (La Via, la Verità e la Vita) diventa figlio. 
E' scritto:
"ma a tutti quelli che l'hanno ricevuto egli ha dato il diritto di diventar figli di Dio: a quelli, cioè, che credono nel suo nome;i quali non sono nati da sangue, né da volontà di carne, né da volontà d'uomo, ma sono nati da Dio." Giovanni 1.12 e 13

Nel corso dei secoli gli uomini e le donne hanno saputo strumentalizzare ogni cosa per sete di potere, bramosia di richezze, passioni, etc.
In questi ultimi tempi vi saranno ancor più ingiustizie e crimini, spesso perpetrati in nome di Dio. 
Vedi questo libricino

Nel corso dei secoli abbiamo saputo creare molte divisioni.
Di razza, di religione, di sesso, di ceto sociale, per ragioni sportive, politiche, etc, etc.. ma davanti al Signore ci saranno solo due distinzioni, e non altre.

I salvati e i perduti.
La nostra anima è stata creata per vivere per sempre, anche dopo la morte.
Cosa godremo il paradiso (la gioia di essere vicino al Signore) oppure l'inferno (l'amarezza di essere definitivamente ed in eterno lontani da Lui)?
Quello che distinguerà l'uno o l'altro destino lo decidiamo oggi.
E non è la scelta di una religione,  ma la scelta di arrendersi a Cristo.

E scritto:
Gesù le disse: «Io sono la risurrezione e la vita; chi crede in me, anche se muore, vivrà; e chiunque vive e crede in me, non morirà mai. Credi tu questo?»
Ella gli disse: «Sì, Signore, io credo che tu sei il Cristo, il Figlio di Dio che doveva venire nel mondo». Giovanni 11:25

Polemiche comprensibili
D'altro canto comprendo quanti, dopo aver scoperto gli inganni della religione che abbracciava spesso per nascita più che per scelta meditata.
In particolare ingannati su alcuni punti sostanziali, per la Bibbia, quali, per esempio, la centralità di Cristo, l'unicità di Cristo, l'intermediazione esclusiva di Cristo. Infatti è scritto:
Gesù gli disse: «Io sono la via, la verità e la vita; nessuno viene al Padre se non per mezzo di me.
Se mi aveste conosciuto avreste conosciuto anche mio Padre; e fin da ora lo conoscete, e l'avete visto. Giovanni 14:6


E' evidente, quindi, che è necessario, per evitare di essere ingannati, leggere la Bibbia rimanendo ancorati ad essa.

Se ne hai bisogno te ne regalerò volentieri una copia, puoi contattarmi qui.

Dio ti benedica.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

luce fra le tenebre

Opera evangelica per sordi

sordi evangelici

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

salvati per servire

Il vangelo tra gli stranieri

meta