Perchè Dio non interviene? - Wilhelm Busch

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Nel mondo avvengono cose terribili! Camminavo per la strada di Essen, credo nell'anno 1937, quando un ragazzo di circa 16 anni mi venne incontro completamente stravolto. Mi fermò e gli chiese: "Cosa ti è successo?" Egli mi rispose: "Mi hanno trascinato all'ospedale e mi hanno sterilizzato, perché mia madre è ebrea; quando sono rientrato a casa, i miei genitori erano scomparsi." Non li rivide mai più: il padre fu arrestato, mentre la madre fu condotta in campo di concentramento ad Auschwitz!

Non ho potuto altro per lui che aiutarlo a fuggire in Olanda, da qui poi ripartì per andare in America.
Mai dimenticherò l'immagine di questo giovane sconvolto: "Mi hanno trascinato all'ospedale e mi hanno sterilizzato  erché mia madre è ebrea; quando rientrai a casa, i miei genitori erano scomparsi]" Di questi episodi se ne  otrebbero raccontare milioni.
Di fronte a queste cose, viene spontaneo chiedersi: "E Dio?" - "Dov'è Dio?"- "Non ha nulla da dire su questo?" -
"Perché Dio non interviene?"
Nella città di Colonia un pazzo ha fatto irruzione in una scuola pubblica con un lanciafiamme: 12 bambini arsi dal fuoco!
Anche qui c'è da porsi la domanda: "E Dio?" - "Perché Dio non interviene?"
Penso ad una giovane malata di cancro. Lentamente, fra sofferenze atroci, si allontana per sempre dai suoi bambini. Chi si trova a condividere una simile esperienza si chiederà: "E Dio?" - "Perché Dio non interviene?"
Molte persone, raccontando la loro storia, potrebbero in conclusione domandarsi: "E Dio?" - "Dov'era Dio?" -
"Perché Dio non interviene?"
Così l'uomo moderno è spesso tentato di pensare che in cielo non ci sia più un Padre d'amore, non trovando una risposta alla domanda: "Dov'è Dio?" - "Perché permette tutto questo?" - "Perché non fa nulla per evitare tutte le cose terribili a cui assistiamo oggi? " Si giunge così talvolta al punto in cui nasce questa idea pericolosa: "Forse Dio
non esiste! Forse il cielo è disabitato! Forse l'ateismo è la verità."
Cari amici, colui a cui vengono in mente tali pensieri dovrebbe essere atterrito, perché se davvero Dio non ci fosse, sarebbe una cosa terribile: gli uomini sarebbero come animali, abbandonati a loro stessi!
Saremmo tutti come bambini smarriti, che non trovano più la strada per tornare a casa. Dio non esiste? Sarebbe spaventoso!
Quando qualcuno mi dichiara: "Sono ateo!", io gli rispondo: "Lei non sa cosa sta dicendo! Niente sopra di noi?!
Lasciati a noi stessi?! Lasciati soli l'uno contro l'altro?" Per l'uomo nulla è più terribile dell'uomo, vero? Un proverbio latino dice: "Homo homim~ lupus", che significa: "Un uomo è un lupo per un altro uomo" - terribile!
Non so dire quante volte, come responsabile di chiesa, ho udito queste frasi: "Come può Dio permettere tutto questo?
Perché Dio resta muto?" Proprio a queste domande che mi sono state rivolte così spesso, vorrei ora cercare di rispondere. Prima però devo fare una premessa: io non sono il segretario privato di Dio, egli non mi ha né confidato né dettato i suoi piani. Comprendi? In sé questa domanda non ha molto senso, perché è impossibile capire veramente
Dio. Il vero Dio è infinito e non lo potrò mai comprendere del tutto. Nella Bibbia leggiamo: "I miei pensieri non sono i vostri pensieri e le mie vie non sono le vostre vie." Questo è molto significativo.
Io ho tuttavia alcune conoscenze bibliche e, sulla base di queste, vorrei ora rispondere, per quanto posso, alla domanda: "Perché Dio non interviene?"

  1. Il modo sbagliato di porre la domanda
  2. Il silenzio di Dio è il suo giudizio!
  3. La grande distanza impedisce l'ascolto
  4. Dobbiamo ascoltare l'ultima parola di Dio!
AllegatoDimensione
PDF icon perche_dio_non_interviene.pdf3.28 MB

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri