Te l'avevo detto!

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Te l'avevo detto! Certamente è considerata una frase "scorretta". Infatti, spesso, è utilizzata per infierire su guai in cui siamo incappati nonostante un consiglio contrario ad una nostra scelta incauta.

Tuttavia, quando la riprensione viene da un cuore amico, cioè da qualcuno che ama Dio più di ogni altra cosa e che, per questo, ama le persone intorno a lui, questa riprensione non è per far male ma, piuttosto, per tentare di salvare il possibile.
Tornando a fare la volontà di Dio che è sempre la miglior cosa da fare, anche quando vorremmo far tutt'altro, c'è nuova vita!


Continuiamo l'analisi del libro di Atti nel capitolo 27.
La tempesta e il naufragio. E' interessante notare che ci si può trovare in una tempesta per delle scelte sbagliate fatte sulla nostra pelle ma anche per scelte sbagliate fatte da altri....


ROMA 3 Maggio 2014

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri