Atti 15:36-41 - Paolo e Barnaba si separano - Quale insegnamento per la chiesa?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Una capitolo doloroso, (Atti 15:36-41) purtroppo vissuto anche in molte realtà evangeliche. La separazione tra fratelli. Dissensi, litigi, dissapori, carnalità. Gruppi di uomini e donne che con molta fatica, preghiere, servizio, vedono, per grazia, aggiungersi i salvati all'assemblea che frequentano si trovano, frutto di logorii interni, separati, litigati!

Questo passo della scrittura, poi, a coronamento delle scelte in procinto di assumere viene citato per giustificare tale dispiacevole azione. Una separazione per litigio (dIfferente dalla separazione per moltiplicazione frutto di un sano discepolato ed una efficace evangelizzazione).

 
Analizziamo, con il fratello Danny, le cause di questa separazione e gli insegnamenti che ogni membro della chiesa di Cristo Gesù può apprendere da questo racconto. 

 



Danny Pasquale
21 settembre 2014
Chiesa Cristiana Evangelica
Borgata Finocchio Roma

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

Perché, fratelli, voi siete stati chiamati a libertà; soltanto non fate della libertà un'occasione per vivere secondo la carne, ma per mezzo dell'amore servite gli uni agli altri;
poiché tutta la legge è adempiuta in quest'unica parola: «Ama il tuo prossimo come te stesso».
Ma se vi mordete e divorate gli uni gli altri, guardate di non essere consumati gli uni dagli altri.- Galati 5:13-15
 

Potrebbe interessarti..

  • Paolo è a Gerusalemme, tra i suoi fratelli ebrei. Aveva un grande desiderio di testimoniare di Gesù li dove, sotto gli occhi di tutti, aveva perseguitato i discepoli di Cristo.  Tuttavia il persecutore diviene, anche qui a "casa sua", perseguitato. Vediamo cosa escogita per sfuggire alla sofferenza fisica ma, ancor più importante, l'incoraggiamento che riceverà.

  • "E durante il viaggio, mentre si avvicinava a Damasco, avvenne che, d'improvviso, sfolgorò intorno a lui una luce dal cielo
    e, caduto in terra, udì una voce che gli diceva: «Saulo, Saulo, perché mi perseguiti?»
    Egli domandò: «Chi sei, Signore?» E il Signore: «Io sono Gesù, che tu perseguiti.
    Alzati, entra nella città e ti sarà detto ciò che devi fare».

    Predicazione audio tratta dal capitolo 9 (versetti 1:22) degli Atti degli Apostoli.
     

  • Predicazione audio tratto dal capitolo 11 (versetti 19/30) degli Atti degli Apostoli. Antiochia: qui i discepoli di Cristo vengono chiamati per la prima volta: cristiani!
    Non un nome che si sono dati ma un appellativo con cui venivano riconosciuti per la peculiarità delle loro vite, della missione che avevano abbracciato, del Signore che avevano posto nei fatti al centro delle loro vite, al centro del loro radunamento.
     
  • Atti in generale e Atti 1:1-11 - L'inizio della "nostra storia", la storia dello Spirito Santo e del Regno di Dio. Il libro degli Atti una storia entusiasmante. Il libro che fa parte di un'opera divisa in due volumi scritta da Luca, il libro più bello che sia mai stato scritto.


    --- Rinaldo Diprose ---
    Roma 15.09.2013

     

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri