2 Corinzi 7:2-16 - Tristezza secondo Dio o secondo il mondo? - Andy Hamilton

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

2 Corinzi 7:2-16 - Tristezza secondo Dio o secondo il mondo? - Andy Hamilton
Roma 15 gennaio 2017

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • In questo studio desideriamo esaminare, dal punto di vista della Parola di Dio, quali siano le caratteristiche, le cause e le conseguenze delle prove e delle tentazioni.
     
    Chi di noi è immune da questo genere di realtà? Chi di noi può affermare di non aver mai vissuto un periodo di difficoltà o di non aver mai dovuto affrontare una tentazione?
  • Un salmo profondamente messianico, nel senso tecnico del termine. Tuttavia resta, insieme alla stupefacente profezia, l'esperienza di un uomo, Davide, in una dura prova. Come reagisce? Cosa possiamo imparare? Da un incontro tra fratelli la meditazione del salmo 22.

  • 2° Corinzi 12-1:11 - "In quale condizione io sarei felice?", "la mia vita sarebbe veramente appagata se io risolvessi questo problema"..... Sicuro? Il vanto delle debolezze. Proseguiamo lo studio della seconda lettera ai Corinzi. Paolo si vanta delle sue debolezze, una logica davvero strana per il pensiero Umano, eppure è la logica di Dio.

  • "Ed ecco passava l'Eterno... un vento forte e impetuoso squarciava i monti e spezzava le rocce davanti all'Eterno, ma l'Eterno non era nel vento. Dopo il vento il terremoto, ma l'Eterno non era nel terremoto dopo il terremoto un fuoco, ma l'Eterno non era nel fuoco, dopo il fuoco una voce come un dolce sussurro..." (1 Re cap. 19 v. 12 )
  • 2 Corinzi 3 - La gloria, il velo e lo spirito
    Giuseppe Martelli
    Roma 13 novembre 2016

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri