2 Corinzi 1:3-11 - Consolati per consolare e afflitti per conoscere ed esser conosciuti

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

2 Corinzi 1:3-11 - Consolati per consolare e afflitti per conoscere ed esser conosciuti
Filippo Tarantino
Roma 16 ottobre 2016

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Se ci guardiamo intorno non ci verrà difficile comprendere che c'è un urgente bisogno di consolazione. La violenza, l'irriverenza, il malcostume, la situazione internazionale e altro ancora destano preoccupazioni, lasciando il mondo con un enorme interrogativo: come sarà il futuro?
  • 2° Corinzi 12-1:11 - "In quale condizione io sarei felice?", "la mia vita sarebbe veramente appagata se io risolvessi questo problema"..... Sicuro? Il vanto delle debolezze. Proseguiamo lo studio della seconda lettera ai Corinzi. Paolo si vanta delle sue debolezze, una logica davvero strana per il pensiero Umano, eppure è la logica di Dio.

  • 2° Corinzi 4:1-15 - Qualcosa di grande valore in un contenitore di molto fragile e di popo prezzo, qualcosa di durevole contenuta in qualcosa di breve tempo. La potenza di Dio in contrasto con la fraggilità dell'Uomo. In questi contrasti la verità del messaggio di questo tesoro e la potenza della Grazia di Dio.

    --- Daniele Pasquale ---
    Roma 27 novembre 2016

  • Autore: l’apostolo Paolo;
    Data di comp.: 57 d.C.
    Parola-chiave: debole.
    Messaggio principale: quando sono debole allora sono forte (12:10).

    Note varie:

  • Proseguiamo lo studio di Corinzi 2 capitolo 9 - Il tema anche oggi riguarda le offerte in denaro alle chiese locali.

    --- Maurizio Todaro ---
    Roma 12 febbraio 2017
     

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri