Il ricorso alla religione e alla croce: Cirillo e Putin, una storia che si ripete - Paolo Moretti

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Il discorso di Kirill e di Putin allo stadio e il collegamento tra religione, Parola di Dio la persona stessa di Dio al dramma devastante della guerra in Ucraina. E' una storia che si ripete, quella dell'incontro dell'intreccio di interessi di potere tra chiese cosidette cristiane e lo Stato, il collegamento con uomini di potere come lo è Putin. E' una storia che si ripete, una storia che parte da lontano. Paolo Moretti espone alcuni riferimenti storici e poi una meditazione dalla Parola di Dio per avere illuminazione su un mondo ricoperto dalle tenebre come quello attuale.

Costantino, Crociate, Mussolini, Hittler, Putin e tanti etc... quante volte il connubio "cristianesimo" e totalitarismo si sono ritrovati come ingredienti diabolici nel nome di "lotta tra il bene ed il male". Uccidere nel nome di Dio: l'apoteoasi dell'apostasia.

EZECHIELE 22

23 La parola del SIGNORE mi fu rivolta in questi termini:
24 «Figlio d'uomo, di' a Gerusalemme: "Tu sei una terra che non è stata purificata, che non è stata bagnata di pioggia in un giorno d'ira". 25 In lei i suoi profeti cospirano; come un leone ruggente che sbrana la preda, costoro divorano la gente, pigliano tesori e cose preziose, moltiplicano le vedove in mezzo a lei. 26 I suoi sacerdoti violano la mia legge e profanano le mie cose sante; non distinguono fra santo e profano, non fanno conoscere la differenza che passa fra ciò che è impuro e ciò che è puro, chiudono gli occhi sui miei sabati, e io sono disonorato in mezzo a loro. 27 I suoi capi, in mezzo a lei, sono come lupi che sbranano la loro preda: spargono il sangue, fanno perire la gente per saziare la loro cupidigia. 28 I loro profeti intonacano per loro tutto questo con malta che non regge: hanno visioni vane, pronosticano loro la menzogna, e dicono: "Così parla il Signore, DIO", mentre il SIGNORE non ha parlato affatto. 29 Il popolo del paese si dà alla violenza, commette rapine, calpesta l'afflitto e il povero, opprime lo straniero, contro ogni giustizia. 30 Io ho cercato fra loro qualcuno che riparasse il muro e stesse sulla breccia davanti a me in favore del paese, perché io non lo distruggessi; ma non l'ho trovato. 31 Perciò, io riverserò su di loro il mio sdegno; io li consumerò con il fuoco della mia ira e farò ricadere sul loro capo la loro condotta», dice il Signore, DIO.

Salmi 139:19-24 NR94

Certo, tu ucciderai l'empio, o Dio; perciò allontanatevi da me uomini sanguinari. Essi parlano contro di te malvagiamente; i tuoi nemici si servono del tuo nome per sostenere la menzogna. Signore, non odio forse quelli che ti odiano? E non detesto quelli che insorgono contro di te? Io li odio di un odio perfetto; li considero miei nemici. Esaminami, o Dio, e conosci il mio cuore. Mettimi alla prova e conosci i miei pensieri. Vedi se c'è in me qualche via *iniqua e guidami per la via eterna.


 

 

 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

Kirill esorta i fedeli ad arruolarsi, se muori sarai con Dio - Le parole del Patriarca riferite dal media indipendente Nexta.

"Vai coraggiosamente a compiere il tuo dovere militare.

E ricorda che se muori per il tuo Paese, sarai con Dio nel suo regno, gloria e vita eterna": il Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill esorta così gli uomini della Federazione alla mobilitazione lanciata dal presidente Vladimir Putin, invitando i fedeli a "non avere paura della morte".

Lo riporta in un tweet il media indipendente bielorusso Nexta.
23.09.2022

Ritratto di alex

"La morte dei soldati Russi paragonabile alla morte di Gesù"
Un sermone ancora una volta pieno di odio, la pulizia etnica come obiettivo anche ti tipo religioso, tramite il profeta Putin.
La morte dei soldati Russi paragonata alla morte di Gesù... l'ultimo sermone di Kirill, aprile 2022.
Una strada senza ritorno.

Potrebbe interessarti..

  • Due  le grosse bugie, con un fondo vi verità che, come sempre, accredita la falsità, con cui il popolo Russo è stato alimentato in questi anni, ci si riferisce alla questione Ucraina in particolare.

    1 Denazificazione

  • In questi giorni è alla ribalta della cronaca la morte di Gabriele SANDRI. Ucciso, come risaputo, in una rissa sull'autostrada, in un autogrill.

    Ucciso da un poliziotto. Questa storia mi ha colpito, come a tutti, per un triplice aspetto. La morte così accidentale accaduta ad un giovane, il fatto che era laziale, come il sottoscritto, il fatto che è stato ucciso da un poliziotto, come lo sono anche io.
    Due famiglie spezzate, quella del ragazzo e quella del poliziotto.

  • L'Europa si riscopre "cristiana"? ---- non si nasce discepoli di Gesù, si diventa --- Difendere la propria appartenenza religiosa a volte è una questione di tifo, più che di convinzione spirituale o di scelte di vita consapevoli. Si difende la Roma oppure la Lazio, il Milan o l'Inter, a prescindere se il rigore c'era oppure no. Così ci ritroviamo, come società, a difendere i nostri valori cristiani (?!) contro quelli islamici. Non per consapevole scelta, almeno nella maggior parte dei casi, ma semplicemente per nascita.

  • Riporto di seguito una interessante considerazione di un giornalista che ha lavorato molti anni nelle cronache anche di guerre e terremoti. Le considerazioni che fa non sono prettamente spirituali anche se le problematiche citate hanno natura spirituale. Tuttavia le riporto perchè è un interessante punto della sistuazione su quello che c'è nel cuore, oggi, dei giornalisti, almeno molti di essi. Ed è la stessa cosa che c'è in molti uomini...

  • "4 virili "risorse" italiane salviniane massacrano senza pietà gracile ragazzo di colore, colpevole di aver tentato di sedare una rissa, uccidendolo con pugni e calci al volto, fino all'ultimo respiro". Questo potrebbe essere l'efficace titolo per attirare attenzione e, per certi versi anche con delle giuste ragioni, di una qualsiasi testata giornalistica antagonista di un certo pensiero politico ricorrente negli ultimi anni.

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta