Testimonianze

Dalla cocaina a Gesù. Nessuna fiction, tre storie vere

Il “problema droga” ha prodotto e stimolato lunghi dibattiti e conferenze; risolverlo definitivamente, in ogni suo aspetto, non è facile, in quanto presenta problematiche complesse, che investono trasversalmente diverse dimensioni della natura umana: da quella biologica, a quella storica, fino ad arrivare a quella spirituale.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Giorgio, dai trip e ai tagli sul corpo ad una nuova mente con Gesù

Mi chiamo Giorgio, ho 29 anni e sono di Alessandria. All'età di tredici anni sono entrato in contatto con i primi spinelli ignorando qualsiasi
avvertimento di lasciare stare queste cose.

Poco tempo dopo, una sera in discoteca mi presi un trip (LSD sostanza allucinogena) pensando di ravvivare la festa, ma in realtà fu uno sballo talmente forte che finito l'effetto dissi a me stesso che non
ne avrei mai più fatto uso.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Francesco, dalla schiavitù della cocaina a Gesù

Mi chiamo Francesco, ho 35 anni e sono di Roma. Da bambino ero timido, insicuro e poco socievole attitudini che, crescendo, sono diventate tra i miei più grandi problemi.
A 15 anni lasciai la scuola per andare a lavorare nella azienda ortofrutticola di mio padre, ma senza di lui mi sembrava di non riuscire a fare quasi nulla, anche se poi in realtà me la cavavo abbastanza bene. Infatti mio padre cominciò a darmi sempre maggiori responsabilità. Ma io continuavo a sentirmi inferiore rispetto agli altri e

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Stefania dagli psicofarmaci a Gesù

Mi chiamo Stefania e ho 39 anni. Quando ero piccola mia mamma mi portava con sé agli incontri di una chiesa evangelica nella quale veniva predicata la Parola di Dio, si cantava, si pregava, ma mi sembrava che non fosse il luogo adatto a me. A 17 anni cominciai.a fumare spinelli, mi piaceva bere di tanto in tanto e credevo fossero questi i modi per sentirmi accettata da chi frequentavo in quel periodo.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Francesca - ex schiava dell'alcol

Mi chiamo Francesca, ho 37 anni e sono della provincia di Caserta.
Sono stata schiava dell'alcol per tanti anni, perché credevo di poter trovare nalla bottiglia la gioia e la forza di affrontare i problemi e le
situazioni che mi circondavano.
Ero convinta che la mia famiglia mi odiasse e che le non importasse niente di me; in particolare mio marito per il quale non ero più certa di
nulla, non sapevo più se lo amavo oppure no.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

La mia nuova vita con Gesù

E' stato meraviglioso incontrare il Signore.
Cari amici la mia testimonianza è una prova dell'immenso amore del nostro Padre celeste vero Padre di tutti coloro che si nominano figli in cielo e sulla terra cioè i riscattati nati di nuovo.
Racconto la mia testimonianza soltanto per la gloria e l'onore di Dio. Possa l'Onnipotente far sì che tramite questa testimonianza molte persone siano benedette e salvate affinché la lode del nostro Dio si propaghi in cielo e sulla terra.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Il sermone più efficace

I campi di grano di un agricoltore cristiano promettevano un raccolto abbondante. Tuttavia, qualche giorno prima della mietitura una terribile tempesta di grandine si abbatté sull'intera zona.
Quando la tempesta si calmò, il coltivatore prese per mano suo figlio e, insieme, andarono a ispezionare i campi.
La messe era completamente rovinata e gli occhi del padre si riempirono di lacrime.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Chiesa perseguitata

Mentre la cristianità in occidente (certamente buona parte di quanti si definiscono tali) è coccolata dal peccato, dilaniata dalle divisioni.
Mentre le bacheche di noi cristiani sono pieni di dileggio ai politici, piuttosto che di preghiere per loro, mentre le nostre vite sono piene di invidia, gelosia e i nostri occhi ricolmi di adulterio,  la chiesa perseguitata... non ci sta chiedendo elemosina

.... piuttosto ci indica la via: Gesù! Testimoniando Gesù
--- Grazie Gesù! ----

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Iraq: vivere da cristiani sotto l’ISIS

Un gruppo di cristiani, vissuti per mesi sotto il regime dello Stato Islamico, sono stati espulsi. Picchiati e derubati di tutto, sono stati soccorsi anche da musulmani, prima di essere cacciati dal Califfato e giungere in terra curda. La storia coraggiosa di chi rifiuta di convertirsi all'Islam.

Circolano poche informazioni, alcune delle quali false, sulla condizione dei cristiani rimasti intrappolati nei territori iracheni dominati dall'ISIS (o IS). Se volete avere certezza su queste informazioni, contattateci.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Pagine

Abbonamento a Testimonianze

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri