1 Giovanni 5 - La fede in Cristo e le sue implicazioni per questa vita e per l'eternità

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

1 Giov 5: 1-13 - Credere che Gesù Cristo è davvero vissuto sulla Terra e che era il Messia promesso ma anche Dio fatto uomo… Che cos'è? Un esercizio intellettuale, magari dovuto ad uno sforzo di fantasia, oppure è il risultato di una vita trasformata dallo Spirito Santo, che sta imparando ad amare Dio e il prossimo e che ha scelto di ubbidire concretamente ai Suoi comandamenti, sperimentando la vittoria nelle battaglie spirituali di tutti i giorni?

La fede in Cristo manifesta la nuova natura, quella di Dio, ricevuta al momento della conversione, e trova due testimoni potenti in Dio stesso e nella coscienza del credenteEppure tanti non credono veramente e soltanto in Cristo Gesù, e questo li allontana dalla presenza di Dio già in questa vita e poi per l'eternità! Eh sì, perché la vera fede in Cristo significa appartenere a Lui, aver ricevuto da Lui il perdono dei peccati ed essere nati di nuovo, fino ad avere la certezza della vita eterna perché Cristo stesso ci ha trasmesso la Sua vita, quella che non finisce mai e che nessuno potrà mai toglierci… Tu hai questa fede?

Giuseppe Martelli
Roma 30 giugno 2019

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Partiti, politica, elezioni? "Ogni cosa ci è lecita" - procediamo con coscienza pulita ma anche considerando che...

  • Ricevo e pubblico con il suo permesso e molto piacere lo studio del fratello Giuseppe Martelli dell'assemblea di Finocchio (RM).

    ----------

  • Rimaneva ancora un altro numero da provare. Quando composi questo  numero, non nascondo che ero parecchio preoccupato ma non dimenticherò mai il cambiamento che avvenne in me quando anche questo tentativo andò a vuoto.
     
    Improvvisamente mi sentii di essere nelle mani del buon Padre celeste. Non c'era più niente che io potessi fare ma proprio per questo motivo sentivo una grande pace. Avevo esaurito ogni mia possibilità così non avevo altra scelta se non di affidare le sorti di tutti noi al Signore che può ogni cosa.....
  • , ,

    Le tre scimmie sagge sono un motto illustrato giapponese. Queste tre scimmie insieme danno corpo al principio proverbiale del "non vedere il male, non sentire il male, non parlare del male". I loro nomi sono "Mizaru", “scimmia che non vede”, "Kikazaru", “scimmia che non sente il male” e "Iwazaru", “scimmia che non parla del male”.  Con il fratello Johan Soderkvist, direttore dei GBU (Gruppi Biblici Universitari) verioficheremo come questo proverbio mal si addice al cristiano.

  • Nella Parola di Dio mi viene detto di credere, ma in cosa devo credere? Mi viene detto di cercare, ma cosa devo cercare? Qual è l'oggetto della mia speranza, della mia fiducia e del mio credere?
     
    La risposta è semplice: l'oggetto della fede, per ogni peccatore, è Gesù Cristo. Tanti commettono l'errore di pensare che devono credere in Dio Padre, invece questa è la conseguenza della fede in Cristo.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri