Predicare Geova o predicare Cristo?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

I cari Testimoni di Geova sono persone molto zelanti, chi può negarlo? Quanto dobbiamo imparare da questo zelo! E' piacevole ascoltarli tuttavia, proprio quando ci mettiamo di buon animo per registrare la notizia che ci vogliono consegnare ci accorgiamo che il messaggio che vogliono condividere è divulgare è nelle fondamente viziato da un errore. L'annuncio del Regno diviene la buona notizia, questo lo reperiscono dai consueti versetti che propongono. Tuttavia, proprio continuando nella lettura di quei passi, cioè contestualizzandoli nel brano intero, scopriamo la vera buona notizia.

Infatti la vita eterna, la salvezza, il perdono sono satelliti, conseguenze, mezzi (incredibilmente eccelsi) della vera ragione dell'intervento di Dio nella nostra storia perversa: Lui vuole donarsi all'uomo (Alleluia) il Signore ricerca la compagnia della Sua creatura, altrimenti perduta. Dio ama!
Il vangelo è Dio! La resurrezione di Cristo è la clamorosa notizia da divulgare, essa testimonia del ponte ora attraversabile per contemplare Dio, il quale rifulge nel volto di Gesù. Se togliamo questo dall'annuncio proclamiamo, nei fatti, un'altro vangelo.

Ma cosa predicavano i primi cristiani? Ascoltiamo, impariamo e mettiamo in pratica (facendo scivolare questa buona notizia dalla mente al cuore, permettendo allo Spirito Santo la trasformazione di gloria in gloria all'immagine di Gesù, altrimenti qualsiasi dottrina, per quanto fedele, non potrà salvare nessuno).

 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

Chi tento nel deserto il popolo d'Israele?

Salmo 95:9 - quando i vostri padri mi tentarono,
mi misero alla prova sebbene avessero visto le mie opere.

1Corinzi 10:9 - Non tentiamo Cristo come alcuni di loro lo tentarono, e perirono morsi dai serpenti

Potrebbe interessarti..

  • Testimoni di Geova, un popolo molto dedito alla dottrina che hanno abbracciato. Molto tempo dedicano alla sua divulgazione, allo studio, alla meditazione. Numerose, però, le differenze che ci separano, lecito quindi analizzarle.

    Uno studio del fratello Giuseppe Martelli dedicato alla “fratellanza” e, forse ancor di più, agli amici Testimoni di Geova che con cuore sincero hanno il "coraggio" di analizzare e meditare tesi confutatorie.

  • Ho ritrovato questi documenti conseganti ad un vecchio amico, purtroppo perso di vista, quando abitavo nel comune di Labico, in provincia di Roma (anno 2005)

     

    Al mio amico aspirante TdG:

    - Lo Spirito Santo è Dio ?

    - Divinità di Cristo, Come saremo, 144.000

    - Prima di ogni cosa, la piena conoscenza del Signore Gesù

  • Caro Alex, come mi hai chiesto voglio raccontarti la mia esperienza. Sono nato in una famiglia cosiddetta cattolica. Un giorno una mia cugina decise di diventare tdG. All inizio non sapendo di che si trattasse pensai che fosse impazzita. Poi fui spinto dalla curiosita a iniziare uno studio biblico. Non conoscevo affatto le scritture e i loro insegnamenti mi sembrarono verita. Tra l'altro in quel periodo si faceva uno studio sul libro Rivelazione e le spiegazioni date sembravano una grande luce.

  • Ancora un video e una piccola riflessione sulla dottrina di Russel, fondatore dei Testimoni di geova

    ---------------

    Anno 1914. Una delle date in cui i Testimoni di Geova, il loro Corpo Direttivo, aveva fissato la fine del mondo.

  • Dopo un suo breve commento e alcuni contatti e-mail, Gianfraco mi ha inviato via email la sua "liberazione" dai TdG.
    La riporto integralmente.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri