Matteo 22:23-33 - "Voi sbagliate!"

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Matteo 22:23-33 - No, non è bello sentirsi dire certe cose... Eppure è Gesù che un giorno disse queste parole a dei Sadducei, capi religiosi che non credevano nella resurrezione e in tutto ciò che non era dimostrabile razionalmente, come i miracoli, la vita eterna, l'esistenza degli angeli e dei demoni... I Sadducei erano molto religiosi, ma non credevano nel sovrannaturale e di fatto applicavano alla Parola di Dio i loro concetti materialistici e razionali: perciò sbagliavano di molto e dimostravano di non conoscere nè le Scritture nè la potenza di Dio! E oggi, io e te? Magari siamo dei bravi religiosi, che andiamo a messa o al culto ogni domenica, magari leggiamo pure la Bibbia e preghiamo, ma poi? Come affrontiamo la vita di tutti i giorni e le difficoltà che essa porta con sè? Ci affidiamo alla nostra logica, alla nostra razionalità o ci facciamo aprire gli occhi dello Spirito da Dio per combattere le battaglie spirituali che sono in corso e che, molto spesso, stanno dietro alle nostre vicende della vita, specie quelle più dure? Io non voglio che il Signore, un giorno, possa dire anche a me: "Tu hai sbagliato tutto! Hai messo da parte la Mia potenza e non hai voluto vivere le realtà sovrannaturali, continuando a confidare in te stesso e nei tuoi mezzi umani!". Io non voglio... E tu?

Roma 07 Novembre 2021
Giuseppe Martelli

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • "Perchè guardi la pagliuzza nell'occhio di tuo fratello e non scorgi la trave che è nel tuo occhio?" - Uno dei passi più famosi della Bibbia, ma cosa significa? Farsi i propri affari? Giudicare? Si, no? Scopriamo, per metterle in pratica, queste importante informazioni e comandamenti lasciati da Gesù ai suoi discepoli.

    Matteo 7 dal versetto 1 al versetto 14.

    --------------------
    Roma 16.12.2007

  • Matteo 7:21-27 - Il fratello Rod Jones, meditando sulla famosa parabola delle due case fondate su basi diversi, ci porta ad una importante riflessione su ciò che siamo veramente. Quello che dichiariamo lo viviamo veramente? E' il tempo di scelte radicali fatte non solo di accettazione della Parola, ma della pratica della stessa.
    Recuperiamo il tempo perduto, riconquistiamo il terreno perso. Torniamo alla fonte.

    Bacoli 30 gennaio 2022
    Rod Jones

  • DIALOGHI SUL VANGELO DI MATTEO - prima parte con l' introduzione di Roberto MAZZESCHI il quale da inizio al convegno. Interverranno il prof. Fernando DE ANGELIS e il presidente dell'associazione EDIPI Ivan BASANA. Realizzazione video a cura di Giuseppe ESPOSTO.

  • Gesù ama e chiama a se gli stanchi con un appello diretto! -  "Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo. Prendete su di voi il mio giogo e imparate da me, perché io sono mansueto e umile di cuore; e voi troverete riposo alle anime vostre; poiché il mio giogo è dolce e il mio carico è leggero" - Matteo 11:28-30


    -----------------------
    Roma 7 agosto 2016

     

  • Matteo 24 - Con i tanti cambiamenti che in poco tempo avvengono viene a mancare il punto di riferimento della propria vita e si entra in shock, non sapendo come orientarsi, cambiando gli orizzonti in maniera repentina.
    In una conversazione di Gesù e i suoi discepoli il Signore illustra la storia di Israele e dell'Umanità che si sarebbe svolta di li in poi. Parole che arrivano anche ai nostri giorni carichi di tutta la loro importanza profetica direttamente dal Re della storia.

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta