Luca 17:11-19 - Grazie! La parola magica che ci apre le porte del cielo

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Luca 17:11-19 - Grazie. Una bellissima parola in apparenza così semplice, ma spesso tanto difficile da pronunziare. Soprattutto nei riguardi di Dio. Con essa infatti riconosciamo di ricevere qualcosa che non è un nostro diritto avere e che non saremmo stati in grado di ottenere facendo affidamento solo su noi stessi. Proprio per questo motivo, Grazie è quella parola indispensabile per poterci appropriare della salvezza, una sorta di “parola magica” che ci apre le porte del cielo. L’episodio narrato in questo brano vede infatti questa piccola parola come la protagonista indiscussa di una fede autentica.

Roma 26 dicembre 2021
Nicola Berretta

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • "Chi Mi offre come sacrificio il ringraziamento, Mi glorifica, dice Dio". (Salmo 50:23)

    Su questo argomento si hanno delle idee diverse e, a volle, contraddittorie. C'è chi dice che per ottenere una grazia da Dio bisogna fare, in cambio, qualche sacrificio. In questo mondo tu e io non saremmo mai completamente sicuri di riuscire, con i nostri sacrifici, a conquistare completamente la grazia salvifica di Dio.

  • Luca 5:1-11 - Lasciare tutto e seguire Gesù: accetti la sfida? - Quali fattori entrano in gioco nella decisione individuale di seguire Gesù? Tante persone usano l’alibi di non aver ricevuto il dono della fede per giustificare la loro impermeabilità all’evangelo.

  • DUE CONIUGI CONSACRATI (Luca 1:5-7) L’esempio di Zaccaria ed Elisabetta, il successo palese del loro rapporto, provato tra l’altro dalla lunga durata dello stesso (la scrittura sottolinea l’età avanzata dei due), rappresentano per le coppie cristiane di quest’epoca un modello spirituale da imitare, un inno alla conservazione di antichi e sacri valori quali: matrimonio e famiglia (Ebrei 13:4).

    I segreti del loro successo:

    I Amore reciproco

  • Luca 2 - Il natale sgombrato dagli errori e dalle bugie, uno predica del fratello Giuseppe tratto dal vangelo di Luca cap. 2

    --- Giuseppe Martelli ---
    Roma 26 dicembre 2010

  • Il piano del Signore è incontrare la Sua creatura. Per realizzare questo incontro ha fatto una "pazzia" che si chiama croce. Ma ora è richiesto un tuo atto di volontà dal nome: "ringraziamento", uno degli aspetti del ravvedimento.

    Alessandro Ceralli
    Roma 26 maggio 2019

     

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta