Geremia 23

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

I pastori infedeli e i falsi profeti

Ez 34 (Is 11:1-9; Za 6:12-13; Lu 1:31-33)

  23:1 «Guai ai pastori che distruggono e disperdono

il gregge del mio pascolo!» dice il SIGNORE.

  23:2 Perciò così parla il SIGNORE, Dio d'Israele,

riguardo ai pastori che pascolano il mio popolo:

«Voi avete disperso le mie pecore, le avete scacciate,

e non ne avete avuto cura;

ecco, io vi punirò, per la malvagità delle vostre azioni»,

dice il SIGNORE.

  23:3 «Raccoglierò il rimanente delle mie pecore

da tutti i paesi dove le ho scacciate,

le ricondurrò ai loro pascoli,

saranno feconde e si moltiplicheranno.

  23:4 Costituirò su di loro dei pastori che le porteranno al pascolo,

ed esse non avranno più paura né spavento,

e non ne mancherà nessuna», dice il SIGNORE.

  23:5 «Ecco, i giorni vengono», dice il SIGNORE,

«in cui io farò sorgere a Davide un germoglio giusto,

il quale regnerà da re e prospererà;

eserciterà il diritto e la giustizia nel paese.

  23:6 Nei suoi giorni Giuda sarà salvato

e Israele starà sicuro nella sua dimora;

questo sarà il nome con il quale sarà chiamato:

SIGNOREnostra-giustizia.

  23:7 Perciò, ecco, i giorni vengono», dice il SIGNORE,

«in cui non si dirà più: "Per la vita del SIGNORE

che condusse i figli d'Israele fuori dal paese d'Egitto",

  23:8 ma: "Per la vita del SIGNORE

che ha portato fuori e ha ricondotto

la discendenza della casa d'Israele dal paese del settentrione,

e da tutti i paesi nei quali io li avevo cacciati";

ed essi abiteranno nel loro paese».

 

Gr 14:13-16; 27:9, ecc.; La 2:14; Ez 13

  23:9 Contro i profeti.

Il cuore mi si spezza nel petto,

tutte le mie ossa tremano;

io sono come un ubriaco,

come un uomo sopraffatto dal vino,

a causa del SIGNORE e a causa delle sue parole sante.

  23:10 Il paese infatti è pieno di adùlteri;

il paese infatti è tormentato a causa della maledizione che lo colpisce;

i pascoli del deserto sono inariditi.

La corsa di costoro è diretta al male,

la loro forza non tende al bene.

  23:11 «Profeti e sacerdoti sono empi,

nella mia casa stessa ho trovato la loro malvagità»,

dice il SIGNORE.

  23:12 «Perciò la loro via sarà per loro come luoghi sdrucciolevoli in mezzo alle tenebre;

essi vi saranno spinti e cadranno;

poiché io farò venire su di loro la calamità,

l'anno in cui li visiterò», dice il SIGNORE.

  23:13 «Avevo ben visto cose insensate tra i profeti di Samaria;

profetizzavano nel nome di Baal

e traviavano il mio popolo Israele.

  23:14 Ma in mezzo ai profeti di Gerusalemme ho visto cose nefande:

commettono adulteri, agiscono con ipocrisia,

rafforzano la mano ai malfattori,

al punto che nessuno si converte dalla sua malvagità;

tutti quanti sono per me come Sodoma,

e gli abitanti di Gerusalemme, come quelli di Gomorra».

  23:15 Perciò così parla il SIGNORE degli eserciti riguardo ai profeti:

«Ecco, io farò loro mangiare assenzio,

e farò loro bere acqua avvelenata;

poiché dai profeti di Gerusalemme

l'empietà si è sparsa per tutto il paese».

  23:16 Così parla il SIGNORE degli eserciti:

«Non ascoltate le parole dei profeti che vi profetizzano;

essi vi nutrono di cose vane;

vi espongono le visioni del proprio cuore,

e non ciò che proviene dalla bocca del SIGNORE.

  23:17 Dicono a quelli che mi disprezzano:

"Il SIGNORE ha detto: Avrete pace";

e a tutti quelli che camminano seguendo la caparbietà del proprio cuore:

"Nessun male vi colpirà";

  23:18 infatti chi ha assistito al consiglio del SIGNORE,

chi ha visto, chi ha udito la sua parola?

Chi ha prestato orecchio alla sua parola e l'ha udita?

  23:19 Ecco, la tempesta del SIGNORE, il furore scoppia,

la tempesta scroscia,

scroscia sul capo degli empi.

  23:20 L'ira del SIGNORE non si placherà,

finché non abbia eseguito, compiuto i disegni del suo cuore;

negli ultimi giorni, lo capirete appieno.

  23:21 Io non ho mandato quei profeti; ed essi corrono;

io non ho parlato a loro, ed essi profetizzano.

  23:22 Se avessero assistito al mio consiglio,

avrebbero fatto udire le mie parole al mio popolo;

li avrebbero distolti dalla loro cattiva via

e dalla malvagità delle loro azioni.

  23:23 Sono io soltanto un Dio da vicino», dice il SIGNORE,

«e non un Dio da lontano?

  23:24 Potrebbe uno nascondersi in luogo occulto

in modo che io non lo veda?» dice il SIGNORE.

«Io non riempio forse il cielo e la terra?» dice il SIGNORE.

  23:25 «Io ho udito ciò che dicono i profeti

che profetizzano menzogne nel mio nome, dicendo:

"Ho avuto un sogno! ho avuto un sogno!"

  23:26 Fino a quando durerà questo? Hanno essi in mente, questi profeti

che profetizzano menzogne,

questi profeti dell'inganno del loro cuore,

  23:27 pensano forse di far dimenticare il mio nome al mio popolo

con i loro sogni che si raccontano l'un l'altro,

come i loro padri dimenticarono il mio nome per Baal?

  23:28 Il profeta che ha avuto un sogno, racconti il sogno;

colui che ha udito la mia parola, riferisca la mia parola fedelmente.

Che ha da fare la paglia con il frumento?» dice il SIGNORE.

  23:29 «La mia parola non è forse come un fuoco», dice il SIGNORE,

«e come un martello che spezza il sasso?

  23:30 Perciò, ecco», dice il SIGNORE, «io vengo contro i profeti

che rubano gli uni agli altri le mie parole.

  23:31 Ecco», dice il SIGNORE, «io vengo contro i profeti

che fanno parlare la loro propria lingua, eppure dicono: "Egli dice".

  23:32 Ecco», dice il SIGNORE, «io vengo contro quelli che profetizzano sogni falsi,

che li raccontano e traviano il mio popolo

con le loro menzogne e con la loro temerarietà,

sebbene io non li abbia mandati e non abbia dato alcun ordine,

ed essi non possano recare alcun giovamento a questo popolo», dice il SIGNORE.

 

Is 5:18-19; Ez 12:21, ecc.; 2P 3:3-4

  23:33 «Se questo popolo o un profeta o un sacerdote ti domandano:

"Qual è l'oracolo del SIGNORE?"

Tu risponderai loro: "Ecco l'oracolo:

Io vi rigetterò, dice il SIGNORE".

  23:34 Quanto al profeta, al sacerdote o al popolo

che dirà: "Oracolo del SIGNORE",

io lo punirò: lui, e la sua casa.

  23:35 Direte così, ognuno al suo vicino, ognuno al suo fratello:

"Che ha risposto il SIGNORE?"

"Che ha detto il SIGNORE?"

  23:36 Ma l'oracolo del SIGNORE non lo nominerete più;

infatti la parola di ciascuno sarà per lui il suo oracolo,

poiché avete falsato le parole del Dio vivente,

del SIGNORE degli eserciti, nostro Dio.

  23:37 Tu dirai così al profeta:

"Che ti ha risposto il SIGNORE?

Che ha detto il SIGNORE?"

  23:38 Se dite ancora: "Oracolo del SIGNORE",

allora il SIGNORE parla così:

Siccome avete detto questa parola: "Oracolo del SIGNORE",

sebbene io vi avessi mandato a dire:

"Non dite più: Oracolo del SIGNORE",

  23:39 ecco, io vi dimenticherò del tutto,

e vi rigetterò lontano dalla mia faccia, voi e la città che avevo data a voi e ai vostri padri,

  23:40 e vi coprirò di un'infamia e di una vergogna eterne,

che non saranno mai dimenticate».

 

Geremia

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 -45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri