Geremia 18 - Dio? Capace di cambiare idea! E tu? - Nicola Berretta

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Geremia 18:1-17  - Potremmo stare qui per ore e ore a discutere sulla sovranità di Dio e la sua immutabilità, ragionando su quanto siano compatibili con l’eventualità che un tale Dio possa cambiare idea in base alle circostanze. La Scrittura ci spiazza con un’illustrazione tratta da un’esperienza quotidiana vissuta dal profeta Geremia, per mostrarci che, sì, Dio può cambiare idea, pur senza venir meno alla sua sovranità, e il motivo per cui lo fa è il suo amore infinito per noi.

Lo stesso Dio rivolge anche oggi l’accorato e amorevole appello a ravvederci, affinché Lui possa cambiare idea nei nostri confronti.  

Nicola Berretta
Roma 1 settembre 2019

Vedi anche:

- Dio si pente?

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Chi pone la sua fiducia nell’uomo è sotto la maledizione. Il suo cuore si è allontanato dal Signore e la sua vita non può che essere una desolazione. Chi confida nel Signore è sotto la benedizione. La sua vita è come un albero piantato presso a rivi d’acqua e in ogni stagione porta frutto.

  • sei_convinto

  • Generalmente parlando, il termine «Dio» significa una «entità soprannaturale» indefinibile, un concetto fittizio (inventato), un potere divino senza forma. Si crede che Dio sia la causa dell'essere, l'origine della natura.
    Il politeismo conosce diverse divinità come la dea della terra, il dio della guerra, gli dei dell'amore o della vedetta che sono tutti idoli umani inventati, sognati eppure temuti.
    Questi concetti di dio non hanno niente a che fare con il Dio della Bibbia.
  • Hai perdonato l'iniquità del tuo popolo, hai cancellato tutti i suoi peccati. La bontà e la verità si sono incontrate, la giustizia e la pace si sono baciate. Salmo 85:2,10

    Nel Salmo 85 è parlato del perdono che Dio concederà al suo popolo Israele quando, dopo le ultime terribili prove (la grande tribolazione), che si aggiungeranno a quelle sopportate nel corso dei secoli, riconoscerà finalmente Gesù Cristo come suo Messia e Re. I Giudei fedeli che si esprimono in questo Salmo non dubitano della sua bontà, ma sentono nello stesso tempo il peso della
  • Malachia 2:17-3:6 - Dio risponde alle accuse di ingiustizia da parte del popolo d’Israele promettendo l’arrivo del Messia, Colui che, attraverso un patto, avrebbe garantito l’immutabilità del suo giudizio sul peccato e del suo desiderio di salvare. Come allora, anche oggi Dio continua a ritardare i suoi giudizi, perché desidera il ravvedimento dell’uomo.

     

    Nicola Berretta
    Roma 24 maggio 2020


     

     

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri