Geremia 17-5:8 - Maledetto l'uomo che confida nell'uomo - Due scelte, due destini diversi

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Geremia 17-5:8 - Maledetto l'uomo che confida nell'uomo - Due scelte, due destini diversi

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Chi pone la sua fiducia nell’uomo è sotto la maledizione. Il suo cuore si è allontanato dal Signore e la sua vita non può che essere una desolazione. Chi confida nel Signore è sotto la benedizione. La sua vita è come un albero piantato presso a rivi d’acqua e in ogni stagione porta frutto.

  • Geremia 17:5-8 - Questo brano ci avverte che confidare (affidarsi, appoggiarsi) nell'essere umano o in sistemi umani ha conseguenze tragiche, mentre confidare in Dio è la strada per una vita benedetta.

    Predicatore: Danny Pasquale
    Roma 25 agosto 2019

  • qui il file mp3

    Riflessione sulla figura di Geremia, profeta chiamato dal Signore a denunciare i peccati del suo popolo, annunciare che il suo paese sarebbe stato invaso da un esercito straniero e deportato in esilio per 70 anni.

  • Geremia 18:1-17  - Potremmo stare qui per ore e ore a discutere sulla sovranità di Dio e la sua immutabilità, ragionando su quanto siano compatibili con l’eventualità che un tale Dio possa cambiare idea in base alle circostanze.

  • Autore: Geremia.
    Data di composizione: fine VII secolo e inizio VI secolo a.C.

    Concetti centrali:

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri