Geremia 1 - Spiritualmente disoccupato? Una parola per te!

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Geremia 1 - Il fratello, in questa domenica mattina di fine agosto, ci porta una parola di incoraggiamento all'impegno nel servizio per il Signore. Lo sappiamo, Dio non ha bisogno di noi, a meno che non abbia deciso di averne bisogno. Nel Suo disegno globale tanti piccoli/importanti progetti preparati per ogni discepolo e ogni discepola di Gesù Cristo. Tanti gli impedimenti, spesso mascherati da impegni, tante le difficoltà o le debolezze. Eppure il Signore vuole trasformarli in punti di forza.
Forse sei spiritualmente disoccupato, forse sei stanco, stanca, delusa.

Il Signore ti ha dato certamente dei talenti, poniti in preghiera per scoprirli o riscoprirli. Parlane con gli anziani/pastori della tua chiesa locale. Infine poniti degli obiettivi collegati ai tuoi doni..... e parti (o riparti).
Tanti gli ostacoli possibili ma Dio ha promesso: "io sono con te".

--- Roma 20 agosto 2017 ---

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Chi pone la sua fiducia nell’uomo è sotto la maledizione. Il suo cuore si è allontanato dal Signore e la sua vita non può che essere una desolazione. Chi confida nel Signore è sotto la benedizione. La sua vita è come un albero piantato presso a rivi d’acqua e in ogni stagione porta frutto.

  • «L'iddio di eternità... non si stanca» (Isaia 40:28)

    L'esaurimento è il segno che le forze vitali si sono logorate.
    Quando si è esauriti spiritualmente ciò non avviene a causa del peccato , ma a causa del servizio; e l'essere o non essere esauriti dipende da dove si prendono le riserve di energia.
    Gesù disse a Pietro: <>, ma non dette nulla per nutrirle.
     
  • Gesù ti chiama a collaborare con Lui (Giovanni 11:38-44) Il modo migliore per comprendere come poter "agire" piacendo a Dio nella vita quotidiana, è rifarsi all'esempio di Gesù. Egli, in molte occasioni, ha voluto adempiere ai piani del Padre per l'uomo impiegando i Suoi servitori. Nei Vangeli troviamo molti esempi di collaborazione. Nella narrazione del testo proposto nel Vangelo di Giovanni, al capitolo 11, troviamo il racconto della risurrezione di un uomo chiamato Lazzaro

  • Geremia 17:5-8 - Questo brano ci avverte che confidare (affidarsi, appoggiarsi) nell'essere umano o in sistemi umani ha conseguenze tragiche, mentre confidare in Dio è la strada per una vita benedetta.

    Predicatore: Danny Pasquale
    Roma 25 agosto 2019

  • La preoccupazione di molti è cosa possono fare per il Signore, laddove dovrebbero studiarsi di capire cosa voglia il Signore da loro; perché, solo in tale maniera possono meglio servirLo nel prossimo. Abbiamo udito da alcuni che nel leggere le Scritture, e meditare sui Misteri di Dio amerebbero ritenere le impressioni dello spirito per passarle ad altri. Tanti leggono, in vista di quello che possono predicare, e così non crescono mai nella vera conoscenza.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri