Giovanni 8:1-11 - Dall'adulterio alla chance di riscatto, è la Grazia di Dio - Nicola Berretta

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Giovanni 8:1-11 - Un'altra trappola preparata per Gesù, e altre perle di saggezza divina che echeggiano nel modo di dire quotidiano: La donna adultera portata al suo giudizio. Gesù non discute se la condanna è giusta oppure no piuttosto pone la questione di chi ha l'autorità del giudizio. Il Signore pur non disconoscendo il peccato compie autonomamente un atto di Grazia.

Nella meditazione di questa domenica il fratello ci accompagna all'analisi di questi 5 punti sul ministerio di Grazia di Gesù Cristo:

  • Una necessità per tutti
  • L'unicità del ministerio
  • Un ministerio garantito
  • ... personale
  • .... trasformatore

Nicola Berretta
--- Roma 25 marzo 2018 ---

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

Gesù, alzatosi e non vedendo altri che la donna, le disse: «Donna, dove sono quei tuoi accusatori? Nessuno ti ha condannata?» Ella rispose: «Nessuno, Signore». E Gesù le disse: «Neppure io ti condanno; va' e non peccare più» - Giovanni 8

www.donnapreziosa.info

Potrebbe interessarti..

  • Riflessione sul testo di Giovanni 8: 1-11.

    In questo brano ci viene raccontato l’incontro di Gesù con l’adultera. Alcuni scribi e farisei avevano intenzione di lapidare questa donna, ma il Messia dice agli accusatori: “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”.

    Possiamo analizzare questo evento sotto tre aspetti:

  • Il peccato, quello "geneticamente" ereditato oppure quello prodotto dai nostri pensieri e dalle nostre azioni è, insieme ad altri "attori" che scopriremo, l'origine delle sofferenze.
    --- Alvaro Pietrageli ---
    Roma 10 novembre 2002

  • In un libro che, in un certo senso è un'autobiografia, Eugene O'Neil ha scritto della sua "lunga giornata di viaggio nella notte" ("Long Day's Journey Into Night"). Si tratta di una storia di progressiva disperazione ed oscurità. Lo stesso titolo potrebbe essere scelto per l'evento registrato in Giovanni 13 :21-30, poiché questi versetti riportano l'allontanamento di Giuda dalla compagnia di Colui che è la luce del mondo, in modo da andare ed addentrarsi nelle tenebre eterne.

  • "Ma esortatevi gli uni gli altri tutti i giorni, finché si può dire: «Oggi», onde nessuno di voi sia indurito per inganno del peccato" (Ebrei 3:13)  
    Qualcuno ha detto: "se non vuoi comprare la merce del diavolo non entrare nel suo negozio", indicando con queste parole il grande pericolo della superficialità. Il cuore dei credenti dovrebbe vigilare e cercare la guida del Signore per ogni decisione che è chiamato a compiere.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri