Salmo 51 - O Dio crea in me un cuore puro

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Questo canto è ispirato dal famoso Salmo 51 del Re Davide - Egli aveva peccato grandemente, ma sapeva che presso Dio c'è perdono e misericordia. Dio, odia il peccato, ma ama il peccatore al punto tale che ha dato per la nostra salvezza Suo Figlio Gesù Cristo, il quale morendo sulla croce e risuscitando dai morti, riconcilia per suo mezzo ogni uomo e donna che pentito si accosta a Dio, per essere salvato e perdonato.

Fonte: Gesù Cristo è il Signore - koìnonìa

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • In occasione della presentazione al Signore della neonata Priscilla il pensiero del fratello Giuseppe sull'interesse di Dio per l'umanità.

    Salmo 139 - 14 Io ti celebrerò, perché sono stato fatto in modo stupendo.
    Meravigliose sono le tue opere,
    e l'anima mia lo sa molto bene.
    15 Le mie ossa non ti erano nascoste,
    quando fui formato in segreto

  • Nessuno si sveglia la mattina dicendo: "speriamo che oggi sarò triste", almeno nessuno che sia mentalmente in salute. Ma come essere felici? C'è un modo che vada oltre le chimere di quanti ci offrano felicità a patto di acquistare questo o quel bene? Questo o quel servizio? Davvero si può essere felice?

    --- Danny Pasquale ---
    Roma 9 luglio 2017

  • Da una serata tra fratelli e sorelle meditando il salmo 143. Qual'è il tuo nemico? Nei film, sepsso, è molto facile individuarlo. Il personaggio ti incute terrore, vorresti fuggire o esercitare vendetta. Così introduce il fratello Danny la "chicchierata fraterna" sul salmo 143. Buon ascolto.

  • Da una serata tra fratelli e sorelle meditando il salmo 8
    - Al direttore del coro. Sulla ghittea. Salmo di Davide -
    O SIGNORE, Signore nostro,
    quant'è magnifico il tuo nome in tutta la terra!
    Tu hai posto la tua maestà nei cieli.
    Dalla bocca dei bambini e dei lattanti hai tratto una forza, a causa dei tuoi nemici,
    per ridurre al silenzio l'avversario e il vendicatore.
    Quand'io considero i tuoi cieli, opera delle tue dita,
    la luna e le stelle che tu hai disposte,
    che cos'è l'uomo perché tu lo ricordi?

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta