Immigrati

Sea Watch, le chiese evangeliche: "Accogliamo noi i migranti. È un dovere civile di ogni democrazia"

"Accogliamo noi i migranti. È un dovere civile di ogni democrazia". E' l'appello lanciato dalle chiese evangeliche che si dicono pronte ad accogliere i migranti all'interno della Sea Watch 3.  Le chiese protestanti tendono la mano ai migranti. "Mettiamo a disposizione le nostre strutture di accoglienza in Italia e le relazioni con le chiese sorelle d'Europa per approntare un piano di ricollocazione in Europa di una quota dei migranti soccorsi dalla Sea Watch". Lo dice il pastore Luca M. Negro, presidente della Federazione delle chiese evangeliche in Italia. "Accogliere i migranti in fuga dalle persecuzioni - è dovere civile di ogni democrazia; ma per noi evangelici è anche un servizio al prossimo radicato nella tradizione biblica e un imperativo della nostra fede - spiega - tutte le chiese che compongono la Fcei hanno solide relazioni con le loro sorelle in Europa, molte delle quali sono attivamente impegnate in programmi d'accoglienza dei migranti.

Siamo convinti che la collaborazione tra governi nazionali, istituzioni europee e società civile sia essenziale per la costruzione di una politica di accoglienza efficace e rispettosa dei diritti umani".

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Come comportarsi con gli stranieri secondo la Parola di Dio

Vi è mai successo di imbattervi in qualche articolo di quotidiani locali in cui si parli di uno dei cosiddetti “viaggi della speranza”, nei quali centinaia se non migliaia di persone provenienti da paesi dell’Africa raggiungono avventurosamente le coste italiane con la speranza di potersi costruire qui un futuro, dato che nel loro paese ciò è improponibile?

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Abbiamo la mente di Cristo?

Questa immagine mi ricorda l'amore di Dio. Quante volte nello sconforto e nella tristezza, spesso causa di personali scelte sbagliate, Dio si lascia trovare.
Ed è all'ora, nel vivere queste esperienze, si può riuscire, al di la delle logiche di questo mondo e del nostro stesso "benessere" allungare una mano per consolare.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Perché la morte di Marchionne ci ha colpito? Non siamo forse tutti stranieri

Il prezzo del discepolato
=(Mt 16:21-28; Lu 9:22-27)
31 Poi cominciò a insegnare loro che era necessario che il Figlio dell'uomo soffrisse molte cose, fosse respinto dagli anziani, dai capi dei sacerdoti, dagli scribi, e fosse ucciso e dopo tre giorni risuscitasse. 32 Diceva queste cose apertamente. Pietro lo prese da parte e cominciò a rimproverarlo. 33 Ma Gesù si voltò e, guardando i suoi discepoli, rimproverò Pietro dicendo: «Vattene via da me, Satana! Tu non hai il senso delle cose di Dio, ma delle cose degli uomini».

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Siamo tutti nella stessa barca

Londra, "immigrati extracomunitari" (anche gli italiani lo sono ora li) e alcuni autoctoni, mentre aspettano il treno, cominciano a lodare Dio, a loro modo, così per passare il tempo in modo buono...

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Aiutiamoli a casa nostra - Immigrati e chiesa locale

Quando le estremità della Terra arrivano alla porta di casa nostra la chiesa può distinguersi dal mondo....
--- Ian Burness ---
Roma 08 aprile 2018

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Lo straniero nella volontà di Dio e cosa significa per la chiesa?

Questa domenica, 9 aprile 2017, si è svolto un incontro regionale tra chiese evangeliche dei fratelli del Lazio (agape regionale). L'incontro, organizzato dall'assemblea di Monterosi nella palestra comunale, è stato un bel momento di comune lode al Signore seguito da edificanti momenti conviviali. Il tema di questo incontro è stato lo straniero. Abbiamo esplorato nella Bibbia qual'è il pensiero di Dio verso lo straniero e cosa implica questo per la chiesa.
Al riguardo sono seguite interessante testimonianze su alcune opere evangeliche delle "assemblee dei fratelli". 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Quando gli emigranti eravamo noi italiani

--- Emigranti italiani in Belgio, lavoratori nelle miniere ---
E' vero qualcuno di loro avrà portato delinquenza e il peggio di se, in fondo il cuore che batte nei nostri cuori è quello. Nonostante questo la maggior parte di loro era li per dare futuro alla propria vita e della famiglia. Da compatire? Probabilmente no.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Immigrati: Cosa ti aspettavi?

Le fotografie sono davvero sconvolgenti: persone anziane, madri con bambini piccoli, e folle di giovani pronti a ribellarsi e protestare con rabbia se non saranno trattati bene. Sono in viaggio, ma non sanno dove vanno né se arriveranno mai a una qualche destinazione. Tutto sembra lasciato al caso.
E poi le salme di grandi e piccoli recuperate in mare spesso senza neanche un documento addosso per essere identificate, così da rendere impossibile rintracciarne parenti per far sapere dove sono finiti i loro cari…

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Trova le differenze

Alcuni scatti fotografici inerenti  l'immigrazione. Alcune immagini sono recenti e ci sono famigliari, altre sono appena più lontane nel tempo eppure così simili e drammatiche. Questo video rappresenta un breve esercizio di memoria, sopratutto per quanti, come noi, si definiscono cristiani.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Pagine

Abbonamento a Immigrati

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opera evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri