Ebrei 12:18-29 - Il Timore e la Grazia di Dio, i due ingredienti essenziali per accostarci a Lui

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Ebrei 12:18-29 - Il grande privilegio che abbiamo ricevuto in Cristo Gesù è quello di poterci accostare liberamente a Dio, per la Grazia che ci deriva dal suo sacrificio perfetto. Il brano di oggi ci mostra un altro ingrediente essenziale: il Timore di Dio. La Grazia priva del Timore ci rende presuntuosi e indulgenti sul nostro peccato, mentre il Timore di Dio non abbinato alla Grazia genera in noi un terrore di Dio che ci allontana dalla Sua presenza. L’unico modo in cui possiamo offrire a Dio un culto a Lui gradito è quello di accostarci con Timore, rivestiti della giustizia che ci deriva dalla sua Grazia.

Roma 25 aprile 2021

Predicatore: Nicola Berretta

Vedi anche: Il paradosso di grazia e verità - Realizzare un cristianesimo equilibrato

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Ebrei 13:7-16 - Saldi fino alla fine nella grazia in Cristo - Come la nostra fede salvifica si fonda sui soli meriti di Cristo, allo stesso modo la perseveranza di quella fede non può che essere altrettanto fondata sulla sola grazia di Cristo Gesù. Cosa significa, però, essere resi saldi fino alla fine dalla grazia…?

    Roma 9 maggio 2021
    Nicola Berretta

  • Contrariamente a ciò che le religioni umane propongono, il punto di partenza della via della salvezza non è negli sforzi dell'uomo. È Dio che ha preso l'iniziativa, per pura grazia, per amore. Ancora prima che il mondo fosse creato, nella sua perfetta conoscenza aveva concepito il piano della nostra salvezza. Dio, oltre che giusto e santo, è anche amore.
     
    Non voleva dunque che la sua creatura se ne andasse alla perdizione eterna senza offrirle il mezzo con il quale potesse ottenere la salvezza.
  • Ebrei 6:9-20 - Quand’è che una speranza si trasforma da una vaga aspettativa all’attesa di una promessa certa e sicura? Quando colui che fa quella promessa la può garantire e quando è possibile a noi di appropriarcene. Su questa base, è possibile avere la certezza della speranza della vita eterna? Questo brano afferma che ciò è possibile, in quanto si tratta di una promessa garantita dall’immutabilità di Dio e accessibile a ognuno restando fermamente attaccati a Gesù.

    Roma 20 dicembre 2020
    Nicola Berretta

  • Ebrei 4:14-16 - Accostiamoci con fiducia al trono di grazia
    23 dicembre 2018 - Andy Hamilton

  • Gli uomini hanno spesso assegnato dei nomi alle varie epoche: era della ragione, dell'acquario, della generazione perduta, del dubbio; era moderna; era del postmodernismo, dell'ottimismo, e molti altri.
     
    Queste definizioni si adattano solo vagamente, perché contrassegnano una parte e non l'intera epoca. Se si dovesse trovare un appellativo per connotare la nostra epoca, forse anche nella sua totalità, questo potrebbe essere "l'era dissacrante". Il concetto di sacro è quasi inesistente.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri