Ebrei 6:9-20 - Acquisire una speranza certa restando aggrappati alle promesse immutabili di Dio in Cristo - Nicola Berretta

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Ebrei 6:9-20 - Quand’è che una speranza si trasforma da una vaga aspettativa all’attesa di una promessa certa e sicura? Quando colui che fa quella promessa la può garantire e quando è possibile a noi di appropriarcene. Su questa base, è possibile avere la certezza della speranza della vita eterna? Questo brano afferma che ciò è possibile, in quanto si tratta di una promessa garantita dall’immutabilità di Dio e accessibile a ognuno restando fermamente attaccati a Gesù.

Roma 20 dicembre 2020
Nicola Berretta

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Il profeta Geremia, nonostante si trovasse in circostanze tragiche, ricorda questa fonte, quando scrive le seguenti parole: «E' una grazia dell'Eterno che non siamo stati interamente distrutti; poiché le Sue compassioni non sono esaurite; si rinnovano ogni mattina. Grande è la tua fedeltà "L'Eterno è la mia parte" dice l'anima mia, "perciò spererò in Lui". L'Eterno è buono per quelli che sperano in Lui, per l'anima che Lo cerca» (Lamentazioni 3:22-25).

  • Ebrei 11:1-7 - Cosa significa “vivere per fede”? Si tratta forse di una scelta vocazionale, limitata solo a quei credenti che desiderano intraprenderla? No, vivere per fede non è un optional, ma una scelta di vita che ogni discepolo di Cristo è chiamato a operare, al fine di rendere visibile e concreto quel Dio invisibile in cui dichiarano di credere.

    Roma 07 Marzo 2021

    Predicatore: Nicola Berretta.

  • 49:45 - Ebrei 3:1-19 - Siamo di Cristo se perseveriamo fino alla fine. Essere di Cristo è il privilegio più grande perché Cristo è il top del top, superiore anche a Mosè. Con lo sguardo fisso su di Lui e con l'aiuto reciproco progrediamo insieme sino alla fine.

  • Autore: quasi certamente l’apostolo Paolo.
    Data di comp.: prima del 66 d.C.
    Parola chiave: “migliore”.
    Scopo: Provare che il Nuovo Patto nel sangue di Gesù è superiore e sostituisce il vecchio patto nel sangue di animali (vedi 8:6; 7:22; 8:7-8; 10:9).
    Note varie:

  • Ebrei 9:1-10 - Riconoscere l’eccellenza di qualcosa o di qualcuno non equivale a riconoscerne la necessità. Il brano di oggi non solo ribadisce ulteriormente l’eccellenza di Cristo nel suo ministero sacerdotale, ma sottolinea anche l’inalienabile necessità della sua intermediazione, in quanto essa sola è in grado di garantire un perdono pieno e definitivo del nostro peccato.

    Roma 31 gennaio 2021

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri