Pentimento

Mani calde e cuore freddo

Ci troviamo, tavvolta, inseriti per scelta o per nascita in una realtà religiosa e spirituale nella quale, con zelante impegno svolgiamo determinate pratiche da anni, esercitiamo tutte le funzioni che la riguardano, partecipiamo a tutte le funzioni previste.
Non di rado si tratta di scelte radicali per cui, un giorno di qualche tempo fa, avevamo posto al primo posto Dio per seguire Gesù da vicino, proprio come il nostro fratello Pietro:

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Ricominciamo con il pentirci

C’è un desiderio sempre più crescente nel cuore dei credenti di vivere un rapporto personale, intimo con Dio, di pregare e cercare la Sua faccia.

Molti credenti stanno anche esprimendo la loro preoccupazione riguardo il deterioramento della società, come si può vedere dall’aumento di crimini, violenza e pratiche peccaminose.
In tempi come questi abbiamo bisogno, ancora di più, di conoscere il Dio che serviamo, il Suo amore, la sua potenza e ... che con Lui nulla è impossibile!

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Torna a me

Tornate a me", dice il SIGNORE degli eserciti, "e io tornerò a voi", dice il SIGNORE degli eserciti.
Zaccaria 1:4

facebook icona twitter iconawhatapps icona

La casa buia nascondeva un segreto

Non mi piaceva la sensazione di paura e umiliazione che stavo provando mano a a mano che mi avvicinavo alla casa di campagna dei miei genitori. Se solo non avessi avuto quegli stramaledetti rimorsi di coscienza, forse, tenendo duro ancora un po', avrei potuto dimostrare a tutti che non ero un perdente ...
 
La porta era socchiusa e le luci spente. Anche quelle del giardino. Persino il vento quella sera era insolito.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Ritornare

Signore, asciuga questo pianto.
Di peccare sono stanco.
Che sia vano il pregare?

Attonito resto a guardare.
Mi sento un angelo caduto.
Dal senno perduto.
Confuso nel mondo ostile,
dal comportamento vile.

Esso carpisce dolcemente,
avviluppando la mente,
con fuochi fatui,
con dolci giuochi,
con ammalianti bugie.
Destami nelle tue vie.

Guida il mio camminare.
Guida il mio pensare.
Guida il mio guardare.
Guida il mio parlare.

Nei Tuoi sentieri ritornare.

SdP
________________

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Tu sei quell'uomo! - (Tu sei quella donna)

LA TRAVE NELL'OCCHIO - "Allora Natan disse a Davide: «Tu sei quell'uomo!»" (2 Samuele 12:7)
 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Nel fango

Stolto fui quel di'.
Cadere alle tue lusinghe.
Bugie sincere,
han reso ebbro il mio cuore.

Qual maschera vestisti,
per spogliare il mio animo.

Ignudo fui raccolto.
Tenue carezze al mio volto,
da Mano invisibile.

Oh Dio! Adorabile.
Pulendomi dal fango.
Felicemente piango.

Immenso sei Tu Signore.
Ami questo peccatore.

SdP

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Me misero....

Quante volte abbiamo fatto o detto cose di cui ce ne siamo poi pentiti amaramente?

facebook icona twitter iconawhatapps icona

La preghiera di Davide

Il Salmo 51, un salmo penitenziale, fu composto da Davide dopo il suo grande peccato con Betsabea, per colpa del quale si rese colpevole, tra altre cose, di adulterio e di assassinio. Fu scritto nell'angoscia e con un senso di grande disgusto per se stesso. La potenza dello Spirito di Dio aveva toccato il cuore del peccatore. Anche se il pentimento non ha in sé alcun merito, esso è tutto quello che possiamo portare a Dio; rappresenta la consapevolezza, da parte dell'uomo, di non avere nulla da offrirgli. Cioè, non vi sono opere che possiamo presentare a Dio come mezzo per salvare noi stessi.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Abbonamento a Pentimento

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opera evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri