Sindrome dello Specchietto Retrovisore

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Sindrome dello Specchietto Retrovisore - (Genesi 19:21) - Verso da memorizzare Filippesi 3:13 "Fratelli, io non ritengo di averlo già afferrato; ma una cosa faccio: dimenticando le cose che stanno dietro e protendendomi verso le cose che stanno davanti"

Molti soffrono di quello che si può chiamare “sindrome dello specchietto retrovisore”.
Un autista che fissa sempre lo specchietto retrovisore rischia di fare incidenti e non arriverà puntuale o non arriverà proprio a destinazione.

Viaggiare sull'autostrada della vita è come guidare. Il tuo sguardo deve essere davanti e meno verso indietro. Per quanto siano importanti gli eventi del tuo passato, non devono accecarti sul tuo presente e nemmeno sul futuro.

La verità è che alcune persone vivono nel passato e ci stanno troppo tempo. Di conseguenza, il presente è rallentato, senza progresso e limitato mentre il loro futuro è grigio.
Come fanno le persone a restare nel passato?

Tanti hanno fatto errori e hanno faticato a staccarsi da quell'errore. Attribuiscono tutto quello che succede ora nella loro vita a quello sbaglio e si sono limitati da soli, hanno ucciso la fede e l'entusiasmo.

Anche se queste persone hanno digiunato e pregato per ottenere perdono da Dio, non hanno perdonato se stessi anche se Dio li ha già perdonati da tanto tempo.
Pensano ancora che non avranno nessuno bene da Dio e nemmeno dagli uomini.
Qualsiasi cosa fanno, sono presi dal dubbio e timore invece che dalla fede e determinazione.

Il salmista dice che "Se tieni conto del peccato, chi potrà reggere? ma presso Te si trova perdono affinché Tu sia temuto" (Salmo 130:3).
Qualcuno disse che si reagisce a due tipi di forze.

La forza del passato e quella del futuro.
Il passato nostro si focalizza sulle nostre azioni e fallimenti mentre il nostro futuro si concentra su quello che potremo fare con la grazia di Dio.

Quelli che reagiscono alla forza del passato a danno del loro futuro, non ottengono tanto dalla vita.
Come Paolo, dovremo dimenticare il passato (sbagli, fallimenti ecc) e spingerci in avanti per ottenere, con la grazia di Dio, le cose gloriose che Egli ha in serbo per noi.

Carissimo, non fissarti sul passato.
È sbagliato continuare a parlare dei tuoi traguardi passati talmente da non progredire più nella vita presente o non prepararti a traguardi importanti del futuro.
Quello che hai fatto ieri era per ieri.

Spingiamoci in avanti e otterremo risultati grandi per oggi e il futuro.
Ferma questa sindrome!
Il passato è passato. Non restarci troppo. Avanza!

Cresci senza più tenere conto del passato.
"Il passato sta dietro, impara da esso. Il futuro sta davanti, preparati. Il presente è qui, vivilo".
Che Dio ti restituisca ogni anno perso della tua vita nel Nome di Gesù!

Preghiera specifica della giornata:

  • Signore, liberami dalle catene del passato, nel Nome di Gesù!
  • Dio, dammi la grazia per vivere ogni giorno con la Tua pace, nel Nome di Gesù
  • Oh Dio, sorgi e fai una cosa nuova nella mia vita, nel Nome di Gesù!

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • E’ semplicemente assurdo e inconcepibile che un albero sano non cresca. Gesù è la vite e noi siamo i tralci: anche per noi credenti è semplicemente assurdo e inconcepibile non crescere.
     
    Se non c’è crescita nella nostra vita, ciò significa solo una cosa: la nostra vita spirituale non è sana, è malata. E questo è grave, perchè un albero malato non solo non cresce, ma avvizzisce e muore se la malattia non viene curata e guarita.
  • I bambini ci fanno tanta tenerezza con la loro semplicità, la loro fragilità, la loro dipendenza dai genitori, la loro buffa presunzione di autonomia e a volte anche i loro capricci divertenti. Com’è triste però se quegli stessi comportamenti li riscontriamo quando sono grandicelli, e divengono bamboccioni viziati, incapaci di comportarsi da adulti responsabili. Una tale realtà ci crea imbarazzo e vergogna quando la applichiamo alla nostra vita naturale, ma … che dire della nostra vita spirituale?

  • La metamorfosi degli insetti è uno dei fenomeni naturali più interessanti. Essa è la trasformazione della larva, del verme, in un insetto capace di volare e di riprodursi. E' un miracolo della creazione al pari di quello della formazione e dello sviluppo dell'embrione umano. Per alcuni insetti, per esempio ...le mosche, le api e le farfalle, la larva, finite la fase della crescita, si ritira in una fase che potremmo dire di riposo, chiamata ninfa o bozzolo.

  • La nostra vita, nelle sue espressioni e nelle sue scelte pratiche di ogni giorno, ha bisogno di essere illuminata e guidata da chiari principi biblici, se vogliamo davvero onorare il Signore e portare frutto. Uno di questi principi, il più importante, è senz'altro quello di imparare a farci da parte per lasciare spazio all'azione del Signore.
  • Nella sua lunga lettera ai Corinzi, l'apostolo Paolo li mette in guardia contro la saggezza umana; li rimprovera a causa delle divisioni nella chiesa e censura i disordini che vi regnano.

    Paolo risponde alle loro domande concernenti il matrimonio, i sacrifici agli idoli, il ruolo della donna, la cena del Signore ed i doni spirituali. Mette l'accento sulla risurrezione. E dopo aver così esortato, patrocinato, raccomandato, diretto ed insegnato, giunge alla conclusione della sua lettera.

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta