Lo Spirito Santo? Il grande dimenticato dalla chiesa - Charles H. Spurgeon

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

"...Desti loro il tuo buon spirito..." (Nehemia 9:20) - Dimenticare lo Spirito Santo è un peccato fin troppo comune. È una follia e un'ingratitudine. Egli merita d'essere ricordato perché è buono, sommamente buono. Egli condivide il triplice attributo di santità che viene riferito comunemente all'Eterno. In Lui c'è totale purezza, verità e grazia. Egli è buono nella Sua benevolenza, sopporta la nostra empietà, lotta contro la nostra volontà ribelle, ci vivifica dalla morte nel peccato, e quindi ci alimenta, nel cammino verso il cielo, come una balia amorevole nutre un bambino. Com'è generoso, tenero, e come sa perdonare questo paziente Spirito di Dio!

Egli compie buone opere. Tutte le Sue opere sono buone al massimo grado: suggerisce pensieri buoni, sollecita azioni buone, rivela buone verità, applica buone promesse, affida buoni talenti e porta a risultati buoni. Nel mondo non esiste alcun bene spirituale di cui Egli non sia l'artefice, e il cielo stesso deve alla Sua opera il carattere perfetto degli abitanti che lo popolano. Egli rivela tutta la Sua bontà come Consolatore, Maestro, Guida, Intercessore, come Colui che santifica e che vivifica. Egli compie bene il Suo ufficio, ed ogni opera si traduce in un bene per la Chiesa del Signore. Quelli che si sottomettono
alla Sua influenza diventano buoni, coloro che ubbidiscono ai Suoi impulsi operano il bene, e quelli che vivono sotto la Sua potenza ricevono ogni sorta di bene. Comportiamoci dunque bene con una persona così perfetta, mossi da un profondo senso di gratitudine.

Riveriamo la Sua persona e adoriamoLo come Dio; impossessiamoci della Sua potenza, affidandoci a Lui per ogni nostra santa iniziativa. Cerchiamo ogni ora il Suo aiuto, non contristiamoLo, e anzi lodiamoLo ogni volta che ne abbiamo l'occasione. La Chiesa non prospererà fino a quando non crederà con maggiore riverenza nello Spirito Santo. Egli è così magnanimo e gentile, ed è veramente oltraggioso che debba essere contristato da negligenze e superficialità

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Spesso trascuriamo il fatto che la miglior campagna di evangelizzazione può essere la nostra vita. Infatti, se ci lasciassimo totalmente guidare dallo Spirito Santo che è in noi, la nostra vita produrrebbe un frutto, formato da tanti “spicchi”, che finirebbe per interessare ed attirare le persone a Cristo. Se davvero vivessimo il frutto dello Spirito e la sua potenza, potremmo trasformare il mondo intorno a noi.

  • "Io pregherò il Padre, ed Egli vi darà un altro consolatore, perché stia con voi per sempre" (Giovanni 14:16)

    CON NOI PER SEMPRE
                        
  • Una breve meditazione del fratello Nee ispirata da Apocalisse 22:1 "Poi mi mostrò il fiume dell'acqua della vita, limpido come cristallo, che scaturiva dal trono di Dio e dell'Agnello". Qui in pdf

  • Sono impegnato in questi giorni in una educata corrispondenza epistolare con un fratello di matrice cosiddetta: "pentecostale". Ciò che ci unisce è molto, direi tutto. Gesù fatto carne, Gesù come il solo nome che ci è dato per la salvezza, Gesù come il personale salvatore.

    Su un punto la visione è però diversa. Sulla figura dello Spirito Santo. In particolare del Battesimo dello Spirito Santo.

  •  

    CAPITOLO 3 - I DONI DELLO SPIRITO SANTO

     

    Lo Spirito Santo elargisce ai credenti dei doni, cioè delle capacità spirituali, per l’edificazione della chiesa, che sono importanti perché costituiscono delle speciali abilità che Dio dà per l’opera Sua.

     

    Spesso si sente parlare dei nove doni dello Spirito Santo, però, nei cinque elenchi dei doni dello Spirito che la Bibbia annota, se ne trovano più di nove. Quanti sono allora veramente?

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta