Giuseppe - Un ritratto in miniatura - C.H. Spurgeon

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

"Il Signore era con Giuseppe" (Gen:39:2) - Frequentemente la Bibbia riassume la vita di un uomo con una sola frase. Ecco la biografia di Giuseppe tracciata dall'ispirazione: "Dio era con lui": così riassume Stefano nel suo famoso discorso in Atti 7:9. La Sacra Scrittura eccelle in questo tipo di ritratto conciso. Così come si dice che Michelangelo abbia dipinto un ritratto con un solo colpo di pennello, allo stesso modo diciamo che lo Spirito di Dio
dipinge la vita di un uomo con una sola frase: "Il Signore era con Giuseppe".

Osserviamo comunque che i ritratti della Scrittura ci dipingono non solo la vita esteriore dell'uomo, ma anche quella interiore. Gli uomini guardano all' apparenza, ma il Signore guarda al cuore, perciò le descrizioni bibliche degli uomini non sono solo riferite alla vita visibile, ma anche a quella spirituale. Ecco qui Giuseppe come lo vedeva Dio, il vero Giuseppe. Esteriormente non sempre apparire che Dio fosse con lui, perché non sempre apparve come un uomo prospero, ma quando si guarda attentamente nell'animo di questo servo di Dio, si vede la sua vera natura: egli visse in comunione con l'Altissimo e Dio lo benedì. "Il Signore era con Giuseppe ed egli era un uomo prospero". Si pensa che sia saggio omettere certi particolari nel scrivere la biografia di un uomo; questo sarebbe prudente se si intendesse proteggerne la reputazione, ma non sarebbe certo la verità.

Lo Spirito di Dio non omette gli errori nemmeno di quei personaggi che più ammiriamo, ma li inserisce in toto,
proprio come lo Spirito della verità quale lui è. In questo contesto lo Spirito non sta guardando a Giuseppe come il suo figlio prediletto o come un primo ministro egiziano, ma come al vero e più intimo Giuseppe, quindi egli lo descrive così: "Il Signore era con Giuseppe". Continua qui

AllegatoDimensione
PDF icon giuseppe_un_ritratto_in_miniatura.pdf904 KB

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Se c'è mai stato un uomo con un valore esemplare per ogni tempo, è certamente Giuseppe, figlio prediletto del patriarca Giacobbe, la cui storia comincia nel capitolo 37 di Genesi. La vita di Giuseppe si è estesa nel periodo del mondo antico. Cresciuto come futuro erede del ricco patriarca giudeo, cadde in schiavitù in una lontana terra gentile, ma poi ascese a una posizione di prominenza, una posizione di comando, secondo solo al Faraone.

  • Una delle tante possibilità per studiare con profitto la Bibbia, il Libro che Dio ha lasciato per far conoscere Sé stesso dall'umanità, è quella di esaminare uno dei sessantasei libri in cui essa è composta, e di meditare sul suo contenuto.

  • La storia biblica è costellata di personaggi che, per il limitato spazio che viene loro concesso, vengono comunemente chiamati "minori". Epafra è indubbiamente uno di questi. Ma bastano i pochi riferimenti che il Nuovo Testamento ci offre, relativamente alla sua vita, per farci capire che ci troviamo davanti ad un uomo di grande spessore spirituale il cui impegno nel servizio e nella preghiera possono esserci di esempio! 

  • Giuseppe: miniserie televisia andata in onda nel 1995.
    Il film ricalca abbastanza fedelmente la Scrittura nei capitoli da 34 a 50 del Libro della Genesi.

  • Nel presente lavoro abbiamo scelto il personaggio di Boaz, del quale parla soprattutto il libro biblico di Rut. Il metodo da noi adoperato è consistito nell'analisi di tutti i brani biblici che trattano di questo personaggio, cui è seguita l'individuazione della sua posizione sociale e l'esame della sua principale attività descritta nella Bibbia: l'esercizio di un diritto di riscatto.
     
    Come parte applicativa, abbiamo infine esaminato alcune peculiarità del suo carattere e dei suoi atti come prefigurazioni della persona e

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri