Giovanni 15:18-16:4 - La clausola sgradita del contratto dei discepoli di Cristo

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Tutto si può dire su Gesù, fuorché lui fosse un buon venditore del suo “prodotto”. Dopo aver elencato i benefici di cui godranno i suoi discepoli nel dimorare in lui, Gesù non si esime dal mettere bene in chiaro la clausola sgradita di questo “contratto”: l’odio del mondo. In questo contesto, Gesù mette a fuoco tre verità che i suoi discepoli non dovranno dimenticare:

  1. non essere colti di sorpresa dall’odio che sperimenteranno;
  2. esso sarà il riflesso dell’odio che il mondo ha verso Dio;
  3. l’arma di difesa si cui disporranno sarà la testimonianza di Cristo, per la potenza dello Spirito Santo.

Roma 02.12.2018 - Nicola Berretta

facebook icona twitter icona google icona whatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

luce fra le tenebre

Opera evangelica per sordi

sordi evangelici

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

salvati per servire

Il vangelo tra gli stranieri

meta