Dovere, piacere o legalismo?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
“Io leggo la Bibbia quando mi sento. Se la leggessi tutti i giorni sarei un ipocrita, perché non mi verrebbe dal cuore” mi ha detto una ragazza. “Non voglio essere come i Farisei che leggevano le Scritture solo per abitudine e dovere. Leggere la Bibbia ogni giorno è puro legalismo”.
Strano e sconcertante. Non ho mai sentito qualcuno, sano di mente, che dicesse: “Non mangio tutti i giorni: sarebbe legalismo”. Oppure: “Oggi non mi faccio la doccia: sarei un ipocrita se mi lavassi, quando non mi sento”.  
Ogni giorno il nostro corpo ha bisogno di essere curato e nutrito, perciò alcune domande sono di obbligo. Questo è il nostro secondo inventario spirituale.
La mia vita e la Parola di Dio
Chiediti con severa onestà...
  • Leggo la Bibbia per dovere, perché è la cosa giusta da fare o perché sono convinto che ne ho bisogno e so che mi fa del bene?
  • Leggo ogni giorno la Parola di Dio per trarne del buon cibo spirituale?
Per avere un corpo sano bisogna mangiare del cibo ben quilibrato. Al ristorante, a volte, vedo delle persone che ordinano una porzione di patate fritte e basta. Non vorrei essere il loro fegato! E quanta energia avremmo per lavorare se al mattino ci limitassimo a  sgranocchiare solo un grissino?
La Parola di Dio nutre la nostra anima. Bisogna leggerla regolarmente, un libro alla volta, capitolo dopo capitolo. Regolarmente, pensando a quello che si legge, meditandolo per assicurarsi di averlo capito e assimilato. Versetto dopo versetto, sistematicamente,
  • Quando leggo la Parola di Dio lo faccio soprappensiero, sorvolando su quello che non capisco, senza preoccuparmi di andare in profondità? Non è possibile capire tutto e subito. Ci sono delle Bibbie con note, ci sono commentari. Ci sono anche dizionari italiani per capire le parole che non capisco. E ci sono credenti più maturi e con maggiore conoscenza, a cui chiedere spiegazioni.
  • Preferisco leggere libri e riviste (anche un po’ di gossip, che male fa?) e trascuro la Parola di Dio? La tentazione è sempre presente. Oppure, quanto tempo passo al computer e davanti alla TV? Per caso, facebook non è mica diventato la mia Bibbia? 
  • Ho l’intenzione di ubbidire a quello che leggo? La Bibbia parla di “ubbidienza della fede” e esorta a non essere un “uditore che dimentica”. Non serve a nulla, anzi è pericoloso, leggere senza l’impegno di mettere in pratica quello che si legge.
  • Ho l’abitudine di parlare con qualcuno di quello che ho letto, capito, sperimentato nella mia lettura della Parola di Dio?

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Dio disse: "L'uomo guarda all'apparenza, ma l'Eterno guarda al cuore". Come sviluppare un cuore che Dio gradisce e benedica, mediante la meditazione giornaliera, è l'importante argomento trattato in questo libretto.

  • Non è peccato godere i dolci! Dio ci ha dato il meraviglioso dono del gusto e dell'olfatto e ha permesso che gli uomini inventassero innumerevoli dolci per il nostro piacere e nutrimento.
    Certo, bisogna sapersi limitare. Alla mia età, ho imparato che, per il mio bene, è meglio una mezza porzione del mio dolce preferito che una enorme. Però, ti svelo un segreto che mi permette di godere i dolci più di prima.

  • È ormai da qualche tempo che si vedono spot pubblicitari che invitano i bambini ad iniziare la loro giornata con una buona prima colazione. Gli esperti affermano che fare una buona prima colazione è una mossa strategica per la salute. È un pieno di energia necessaria per affrontare gli impegni del mattino, è "partire di gusto con il passo giusto".
    Il buongiorno si vede dal mattino?
     
    Per molti italiani sembra proprio di sì, per lo meno a tavola!
  • Ci provi e non ci riesci?
    Non trovi il tempo per il tuo
    raccoglimento? E quando ti ci metti, ricavi poco? Ti capisco.
    Il raccoglimento personale giornaliero è una delle pratiche più difficili
    da seguire e in cui perseverare. Forse gli ostacoli che incontriamo sono tanti, proprio perché Satana sa molto bene quanto questa abitudine sia importante e essenziale.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri