Salmo 128 - Benedizioni sulla famiglia di chi teme il Signore - Andy Hamilton

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Da una serata tra fratelli e sorelle meditando il salmo 128. Beato significa gioia profonda e soddisfazione piena a prescindere le circostanze. In questo salmo, in cui certamente valgono le benedizioni materiali promesse da Dio nell'Antico Patto al suo popolo, si può applicare anche una intepretazione spirituale nel quale il Signore promette "beatitudine" a chi lo cerca. Benedizioni che hanno un riflesso nel tempo e nello spazio intorno a colui che teme Dio.

--- Andy Hamilton ---
Roma 26 giugno 2019

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • qui il file mp3

    «Bada ai tuoi passi quando vai alla casa di Dio e avvicínati per ascoltare, anziché per offrire il sacrificio degli stolti, i quali non sanno neppure che fanno male», dice l'Ecclesiaste nel suo libro.

    E' un ammonimento a non avere una religiosità parolaia e centrata su sé stessi, «perché tu sei sulla terra e Dio è in cielo», continua sempre l'Ecclesiaste.

  • Salmo 30 - ...nei momenti brutti e nei momenti belli... il Signore regna sempre e comunque! Ma il punto è un altro: come viviamo noi questa realtà? Nel Salmo 30 il re Davide ricorda come, nelle prove più dure, egli abbia gridato al Signore e supplicato il Suo aiuto e la Sua misericordia e poi, alla fine della prova, Davide ha riconosciuto che ne era uscito solo per l'intervento del Signore, che lo aveva guarito, che lo aveva portato in alto, che aveva fatto risalire l'anima sua dalla morte, che aveva trasformato il suo dolore in gioia...

  • Da una serata tra fratelli e sorelle meditando il salmo 32 - Hai confessato al Signore il peccato? Lui non vede l'ora di perdonarti, e la tua anima ha bisogno solo di quello. Confessa oggi, in sincerità e onestà, la beatitudine (cioè la gioia) è a disposizione alla presenza dell'Eterno.

    --- Danny Pasquale ---
    Roma 21 settembre 2016

  • Si dice che il servizio del 118 abbia preso spunto, per darsi questo nome, proprio dall'omino salmo.
    Come è per il gruppo degli ultimi 50 salmi, più o meno, si tratta di un inno di lode, in questo caso di lode e ringraziamento al Signore per la sua misericordia e liberazione.

    E' molto interessante questo salmo perchè non solo si richiede aiuto al Signore per nemici "esterni", ma si confessa anche la propria condizione dovuta alla personale ribellione verso di lui (18)

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri