MARTELLI Giuseppe

La mano del Signore secondo la Bibbia

Chi di voi non conosce il brano biblico di Giobbe 2:10, in cui il patriarca, colpito pesantemente negli affetti, nelle ricchezze e nella salute, risponde con queste parole alla moglie che lo spingeva ad abbandonare Dio:
"Tu parli da donna insensata!
Abbiamo accettato il bene dalla mano di Dio, e rifiuteremmo di accettare il male?"

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Saul e il suo ingombrante IO

Saul, questo sconosciuto.
Avremmo potuto intitolare così lo studio che ci accingiamo a presentare al lettore. La figura di Saul, primo re d'Israele, è letteralmente subissata, infatti, da quella di Davide, suo celeberrimo successore al trono.

Eppure la Parola di Dio dedica a Saul una ventina di capitoli del primo libro di Samuele ed è sicuramente lui uno dei principali protagonisti, nel bene e nel male, del passaggio dalla teocrazia alla monarchia in Israele.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Siate santi perchè Io sono santo

Le parole che costituiscono il titolo di questo studio sono state pronunciate da Dio stesso tanti secoli fa e furono dirette al popolo d'Israele quando quest'ultimo, uscito dall'Egitto, era posizionato nel deserto e stava ricevendo dal Signore tutte le norme, sociali e cerimoniali, che avrebbero guidato la futura società teocratica d'Israele, dopo l'ingresso nella Terra Prome

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Il timore di Dio ha delle conseguenze pratiche nella vita quotidiana

Il timore di Dio: Rispetto o timore? Cos'è il timore di Dio e quali applicazioni comporta?
--- Giuseppe Martelli ---
Roma 2 settembre 2012

facebook icona twitter iconawhatapps icona

1 Pietro 1-13 - Siate santi perchè Io sono santo

Pietro 1 - 13 Perciò, dopo aver predisposto la vostra mente all'azione, state sobri, e abbiate piena speranza nella grazia che vi sarà recata al momento della rivelazione di Gesù Cristo. 14 Come figli ubbidienti, non conformatevi alle passioni del tempo passato, quando eravate nell'ignoranza; 15 ma come colui che vi ha chiamati è santo, anche voi siate santi in tutta la vostra condotta, 16 poiché sta scritto: «Siate santi, perché io sono santo».

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Giosuè 5 - I "no" di Dio e i "no" degli uomini nella Bibbia

Giosuè 5 - I "no" di Dio e i "no" degli uomini nella Bibbia
Giuseppe Martelli
Roma 10 giugno 2012

facebook icona twitter iconawhatapps icona

1° novembre 2012 - Agape assemblee "dei fratelli" Italia centrale

Giovedì 1° novembre 2012 si terrà a Roma il Convegno "BRECCIA PER IL VANGELO" organizzato per le Assemblee "dei fratelli" dell'Italia Centrale. L'evento si voglerà presso il Teatro "Tenda Strisce" in via Giorgio Perlasca, 69.

Lo scopo è quello di vivere un'intensa giornata di comunione dii quella goduta lo scorso settembre a Firenze.

E' prevista la possibilità per le assemblee di partecipare al programma con canti, musiche, piccole rappresentazioni o iniziative nuove nel campo dell'evangelizzazione.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Speranza, secondo la Parola di Dio

Cari fratelli e sorelle,

spero di farvi cosa gradita nel mandarvi copia dell'ultimo studio biblico che il Signore mi ha messo in cuore di portare avanti e che ho completato, per la Sua grazia, proprio in questi giorni.

E' un tema particolare, quello della speranza, e credo che possa edificare anche voi come ha edificato me, specie in questi ultimi tempi in cui vediamo sempre pèiù vicino il glorioso ritorno del nostro Signore Gesù Cristo.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Romani 14 - Le differenze che non ci fanno incontrare: che fare?

Romani 14 - Chi si scandalizza e chi giudica. Studiando il capitolo 14 della lettera di Paolo ai Romani scoviamo due tematiche in merito alle relazioni tra credenti affrontate dall'apostolo in questa occasione: La Signoria di Cristo e la mutua tolleranza nel Signore.

--- Giuseppe Martelli ---
Roma 06 maggio 2012

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Romani 12 - Presenta il tuo corpo, le tue mani le orecchie gli occhi al Servizio dell'Eterno - Romani

Romani 12 - Le viscere di Dio si sono mosse a compassione per te, cosa darai in cambio? Lasciamoci rinnovare la mente dal Signore - Cosa ascolterai? Cosa leggerai? Cosa farai? - Rm 12:1 Vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio, a presentare i vostri corpi in sacrificio vivente, santo, gradito a Dio; questo è il vostro culto spirituale. 2 Non conformatevi a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza quale sia la volontà di Dio, la buona, gradita e perfetta volontà.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Pagine

Abbonamento a MARTELLI Giuseppe

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta