Quando ti deciderai a chiedere? - Oswald Chambers

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Ed ecco il prossimo passo… «Poiché chiunque chiede riceve» (Luca 11:10)

Non c'è niente di più difficile che chiedere.

Noi vogliamo e ci tormentiamo e soffriamo, ma chiediamo solo quando siamo arrivati agli estremi, e per di più siamo spinti a chiedere da un senso di irrealtà, non da una posizione calata nella realtà.

Ti sei mai provato a chiedere, quando ti trovi nella miseria morale?

"Se uno manca di sapienza, la chiegga a Dio...", ma devi essere veramente convinto della tua mancanza di sapienza; non puoi permetterti di ignorare la realtà come e quando ti piace.

Se non ti senti di essere spiritualmente calato nella realtà, la miglior cosa da fare è di chiedere a Dio lo Spirito Santo fondandoti sulle promesse di Gesù Cristo (vedi Luca 11:13).

Lo Spirito Santo è Colui che rende concreto e reale in te tutto quello che Gesù ha fatto per te.

"Poiché chiunque chiede riceve".

Ciò non vuol dire che se non domandi, non ricevi nulla (Matteo 5:45), ma che non riceverai direttamente da Dio fino a che non domanderai.

Ricevere significa avere da Dio il rapporto di un figlio col Padre, ed essere in grado di percepire che i doni provengono da Dio, avendoli intelligentemente valutati sul piano morale ed avendone compreso il valore spirituale.

"Se uno manca di sapienza...".

Se ti accorgi che ne manchi, ciò significa che sei stato in contatto con le realtà spirituali; non rimetterti i paraocchi del buone senso.

Le persone dicono: "Predicateci il Vangelo puro e semplice, ma non stateci a ripetere che dobbiamo essere santi, perchè questo ci fa provare un senso di abietta miseria, che non è certo piacevole".

"Chiedere" significa mendicare.

Ma ci sono poveri che vogliono cavare un interesse dalla loro povertà, cosa che può accadere anche con la povertà spirituale. Non riceviamo nulla se chiediamo con un secondo fine, se chiediamo non spinti dalla nostra povertà, ma per bramosia.

Il vero povero non chiede che a causa della sua misera condizione di assoluto bisogno, e non si vergogna di elemosinare.

Beati i poveri in ispirito.

Se non hai ricevuto, chiedi.

Tratto dal libro: "L'impegno per l'Altissimo"  di  Oswald Chambers  edizioni GBU

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri