Il segreto di una buona giornata

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Vegliate dunque, pregando in ogni tempo. (Luca 21:36) Gesù propose loro ancora questa parabola per mostrare che dovevano pregare sempre e non stancarsi. (Luca 18:1)
 
IL SEGRETO DI UNA BUONA GIORNATA
Trascurare la preghiera personale porta necessariamente alla povertà spirituale; apre la porta ad ogni sorta di errori e di colpe e rende sterili gli sforzi del credente per servire Dio. Un uomo che prega l'Iddio Onnipotente si prepara a conseguire delle vittorie. Che cosa potrebbe temere dagli uomini o dalle circostanze? Sa di essere debole, limitato e senza difesa, ma Dio è la sua forza ed il suo scudo. Cominciamo e terminiamo ogni giornata con il Signore, per mezzo della preghiera, e parliamoGli riguardo ad ogni cosa. Badiamo di non lasciar stabilire nessuna distanza tra Dio e noi e non trascuriamo mai la preghiera individuale, perseverante e fiduciosa. Se necessario, limitiamo i nostri vari impegni, ma non le nostre relazioni personali e segrete con Dio. La nostra vita ed il nostro servizio ne saranno tanto più fruttuosi. Intorno a noi, il mondo è caratterizzato da un'attività frenetica, come se attività andasse di pari passo con efficacia e successo. I momenti trascorsi in preghiera saranno forse considerati da molti come del tempo perso! Ma, al contrario, per il credente che vuole piacere al suo Dio, questi momenti sono la premessa indispensabile ad ogni attività, sia professionale che direttamente per il Signore.
 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Ritratto di alex

Potrebbe interessarti..

  • Daniele 10:15-16 - 15 Mentre egli mi rivolgeva queste parole, io abbassai gli occhi a terra e rimasi in silenzio. 16 Ed ecco uno che aveva l'aspetto di un figlio d'uomo; egli mi toccò le labbra. Allora aprii la bocca, parlai, e dissi a colui che mi stava davanti: "Mio signore, questa visione mi ha riempito d'angoscia, le forze mi hanno abbandonato e non mi è più rimasto alcun vigore.

    Italia 2002
    David Wilkerson
     

  • Che la preghiera non si limita ad essere una litania di parole ripetute con uno sforzo mnemonico più o meno intenso è già stato più volte illustrato in queste ed in altre pagine, certamente più qualificate. Abbiamo più volte verificato e indagato nella Bibbia quale ruolo ha la preghiera nella vita del credente. 

    Mi appresto quindi, in questo post, non ha illustrare un altro studio ma semplicemente ha riportare dei versiti biblici che riguardano la preghiera. 

  • Sento forte nel cuore di voler aiutare chi e debole e malato. Tempo fa qualcuno l'ha fatto con me. I risultati grazie a Dio sono miracolosi. Se conosci qualcuno che ha bisogno, puoi aiutarlo. Dio ti usi.

    Ho scoperto quanto è importante pregare, durante un mio momento di smarrimento, e qualcuno mi ha chiesto: "Vuoi pregare con me?".

    In quel momento ho realizzato la bellezza e la necessità di pregare insieme.

  • Finalmente, dopo innumerevoli preparativi e vicissitudini, giunge per due giovani innamorati il giorno del loro matrimonio.
    Quante volte hanno sognato e pensato a quel momento!
    Stentano a crederci, ma è tutto vero: stanno per coronare il loro sogno d'amore.

    Lo sposo all'altare aspetta con trepidazione la sua amata. A volte scoppia a piangere a dirotto, in altri momenti ride per l'immensa gioia; poi inizia a tremare e a sudare, non riesce proprio a controllarsi.
  • "La preghiera non è parte integrante della vita dell'uomo naturale. Ci vien detto che l'uomo che non prega soffrirà nella vita; io lo contesto. Ciò che ne soffre è piuttosto la vita di Cristo in lui, vita che riceve il nutrimento non dal cibo, ma dalla preghiera. Quando uno è nato da Alto, nasce in lui la vita del Figlio di Dio; si può far morire d'inedia questa vita, oppure si può nutrirla, e il nutrimento è la preghiera.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri