Marito e moglie ecco la vera emancipazione!

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Per meglio comprendere il versetto in esame, dobbiamo esaminarlo alla luce degli usi e costumi del tempo in cui Paolo l'ha scritto. Il mondo antico in genere e l'Oriente in modo particolare, hanno sempre assegnato alla donna un ruolo secondario nella famiglia considerandola poco più di una serva. Il messaggio evangelico, invece, è rivoluzionario perché portatore di vera emancipazione e conduce necessariamente a un mutamento considerevole delle relazioni umane e familiari, suggerendo l'uguaglianza laddove le consuetudini e persino le leggi avevano fatto largo ad un dispotismo arbitrario.

Tuttavia, pur proclamando questa uguaglianza dei sessi, dal punto di vista cristiano, Paolo non può rinnegare la realtà: nell'ambito della famiglia, ciascuno ha ricevuto dal Creatore un compito unico ma diverso. L'esperienza quotidiana insegna chiaramente che si spazia, spesso, tra gli estremi. Quest'argomento ha creato non pochi problemi alle chiese. L'apostolo, dunque, se da un lato esorta i mariti all'amore, dall'altro insiste sulla sottomissione delle mogli, descrivendo con grande efficacia le basi e i termini del nuovo rapporto.

È impossibile, per la vita coniugale, un ideale più elevato sublime e straordinario di quello che scaturisce dalle profondità della conoscenza cristiana: amare e aver cura della propria moglie come Cristo ama e cura la Chiesa, donando la propria vita per lei. È questo il nuovo messaggio cristiano per le famiglie. L'amore di Dio riempia i nostri cuori, in modo da risolvere nell'amore i problemi di un rapporto che dinanzi al Signore non conosce distinzione di sesso e ciascuno, nel proprio ruolo, serva il proprio Salvatore con fedeltà.

Fonte: La Bibbia ogni giorno

Mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la chiesa e ha dato se stesso per lei - Efesini 5:25

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Nel 1970, dopo un controverso iter parlamentare, veniva approvata la legge n. 898 che ha introdotto nell’ordinamento italiano la disciplina dei casi di scioglimento del matrimonio. In altre parole, da trent’anni a questa parte anche in Italia è consentito separarsi dal coniuge e divorziare, con la successiva opportunità di convolare a nuove nozze.

  • Non mi proporrò nessuna cosa malvagia;
    detesto il comportamento dei perversi;
    non mi lascerò contagiare.
    Salmi 101:3 

    Custodisci il tuo cuore più di ogni altra cosa,
    poiché da esso provengono le sorgenti della vita.
    Proverbi 4:23

    Ed egli rispose loro: «Non avete letto che il Creatore, da principio, li creò maschio e femmina e che disse:
    "Perciò l'uomo lascerà il padre e la madre, e si unirà con sua moglie, e i due saranno una sola carne"?
    Così non sono più due, ma una sola carne; quello dunque che Dio ha unito, l'uomo non lo separi».

  • La voce della tortora - Cura pastorale per la coppia - PDG Roma

    Weekly Devotional | 5 Marzo 2022 | Pastore Serena Bellavia | "LA VOCE DELLA TORTORA"
    Weekly Devotional| 15 Gennaio 2022 | Pastore Serena Bellavia | "Le Travi"

    Consulenza di coppia

     

  • Una delle cose più importanti che dovresti imparare in questa Sfida dell'amore è che non devi semplicemente seguire il tuo cuore. Devi guidarlo.

    Non devi lasciare che siano sentimenti ed emozioni a controllarti. Lasciali nel sedile posteriore e digli dove stai andando.
  • Quanti di noi conoscono il significato e l'importanza del termine PATTO?!
    Nel Nuovo Testamento, nella lingua italiana, si usano i termini testamento e patto. Il primo ha effetto quando avviene la morte di qualcuno, il secondo ha effetto tra due viventi. Nella lingua ebraica si usa lo stesso termine per entrambi. Nella cultura ebraica affinché un patto abbia effetto ci deve essere la MORTE, il SACRIFICIO di una vita.

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri