In cosa speri?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
Sarebbe difficile trovare una persona che non sia d'accordo nel desiderare un mondo migliore. Tutti lo vorrebbero, e certi sarebbero perfino disposti a fare qualche cosa per ottenerlo. Naturalmente ogni uomo ha la sua idea quando parla di "un mondo migliore", come del resto succede per tutti i luoghi comuni del nostro tempo.

UNA RICERCA AFFANNOSA

Per alcuni un mondo migliore significa semplicemente un mondo economicamente sicuro, anziché un mondo in cui la vita non è fatta altro che di pericoli e di rischi di ogni specie. Altri invece non desiderano tanto del denaro quanto un affetto e della comprensione su cui poter contare.

Altri ancora non domandano niente altro che la possibilità di compiere il lavoro che amano, o di entrare nel campo di attività che da tanto tempo li ha attratti.

Uomini d'affari e uomini politici, le cui aspirazioni in un certo modo coinvolgono i destini delle nazioni, cercano un "mondo migliore", ma lo cercano in vari modi. Alcuni vogliono un mondo migliore solo per loro stessi e per i loro seguaci, o per una certa razza particolare, o per una determinata setta. Altri, se da una parte sono disinteressati e sinceramente preoccupati del bene di tutti, dall'altra sono sviati nei loro sforzi, o male guidati, cosi che i loro sforzi vanno sciupati.

Tutti a parole sono d'accordo nel volere la pace eppure mentre alcuni cercano di raggiungere il loro scopo unicamente per mezzo di accordi politici, altri non sono avversi all'idea di una guerra considerandola una soluzione sbrigativa per i problemi del mondo.

L'individuo lotta contro le forze che gli sembrano opposte; le nazioni lottano l'una contro l'altra; le ideologie cozzano tra loro.

L 'uomo della strada non sa esattamente che cosa vuole e i milioni di uomini che compongono le nazioni, sono incerti sia collettivamente quanto individualmente. Tutti noi mentre deprechiamo la povertà forzata, l'oppressione, l'ingordigia di certi governanti, ci domandiamo come si potrebbe arrivare ad un mondo migliore ed ancora di più come esso si potrebbe mantenere una volta raggiunto.

Tu, che desideri un mondo migliore, fermati un momento a pensare al mondo qual'è. E' composto di milioni di uomini simili a te con sogni ed aspirazioni, uomini che soffrono, lottano e sperano; e spesso si disperano. Se il mondo deve diventare un posto migliore, certo dobbiamo cominciare col miglioramento degli uomini che lo compongono ed in particolare ognuno deve cominciare da se stesso, infatti se un individuo può trovare 'pace e speranza per se, il suo mondo sarà un mondo migliore.

LA VERA SOLUZIONE

Il libro più importante del mondo, la Bibbia, afferma che è assolutamente essenziale che noi ci occupiamo prima delle cose dello spirito. E' scritto infatti: «Non siate con ansietà solleciti dicendo: Che mangeremo? E che berremo? O di che ci vestiremo?.. Poiché il vostro Padre celeste sa che avete bisogno di tutte queste cose, ma cercate prima il Regno di Dio e la Sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno sopraggiunte » (Matteo 6:33}.

E questa ricerca del regno di Dio da dove comincia ? Comincia da noi stessi, il Signore Gesù ci ha detto, infatti: « Il Regno di Dio è dentro di voi ».

E in noi dobbiamo ricercare la presenza di Dio ed essa può essere realizzata solo mediante l'opera di Gesù Cristo, il quale disse queste parole: « 10 sono la Via, la Verità, e la Vita, nessuno viene al Padre se non per mezzo di me» ( Giovanni 14: 6).

Sistemiamo la questione delle cose dello spirito, avvicinandoci a Gesù Cristo, il Figlio di Dio, e domandando a Lui l'aiuto di cui abbiamo bisogno. La Sua promessa è chiara: « Chi viene a me io non lo caccerò fuori ». Ti sembra troppo semplice, troppo idealistico, troppo fuori del mondo? Fanne una prova e vedrai che è invece qualche cosa di vitale, pratico e preciso.


L'opuscolo è allegato

 

 

 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Certamente la prima cosa che mi viene in mente è avere un rapporto più intimo e solido con Dio, accettandolo nella nostra vita e dimorare in lui per il restante degli anni che egli ci ha dato. Nel mio cuore però esiste un'altra speranza: avere una famiglia rinnovata in Cristo , che si inginocchi tutti i santissimi giorni dinanzi al trono dell'altissimo e pregare tutti di pari consentimento. dio mi darà soddisfazione e giustizia, so che lui farà questo per me.
Ritratto di alex

Che Dio possa concedertelo, caro fratello. Per la Sua gloria.
Preghiamo per risveglio, nei nostri cuori, nell nostre famiglie...

Potrebbe interessarti..

  • In questi giorni è alla ribalta della cronaca la morte di Gabriele SANDRI. Ucciso, come risaputo, in una rissa sull'autostrada, in un autogrill.

    Ucciso da un poliziotto. Questa storia mi ha colpito, come a tutti, per un triplice aspetto. La morte così accidentale accaduta ad un giovane, il fatto che era laziale, come il sottoscritto, il fatto che è stato ucciso da un poliziotto, come lo sono anche io.
    Due famiglie spezzate, quella del ragazzo e quella del poliziotto.

  • Il bisogno di immaginare il futuro, un futuro in cui non si crede più, le paure emergenti ed alimentate nel cuore dei nostri concittadini. La sfiducia nel Governo e nei partiti, l'infelicità e la scontentezza degli italiani. Allegato a questo articolo, stranamente per il "canone" di questo sito web, non troverete una predicazione audio cristiana ma la presentazione del 51° Rapporto Censis del 1 Dicembre 2017. 

  • SEMPRE PIU' SPESSO LA BACHECA FACEBOOK (FB) DI CHI SI DEFINISCE CRISTIANO E' SEMPRE PIU' SIMILE A CHI NON SI DICHIARA TALE. E in questi casi e in senso spirituale in quale stato di salute si trova il cuore? (Luca 6:46) - Rileggendo il primo versetto dei salmi scopriamo subitissimamente la chiave per la felicità del credente:

  • Quando il tifo per la creatura supera l'amore per il Creatore - Il mondo evangelico Americano, e di riflesso parte del resto nel Mondo, sembra essere stato decisivo nelle precedenti elezioni del presidente USA. Per quanto ci riguarda, da queste pagine, abbiamo identificato Trump come il "messia" portatore di un messaggio potente, quando distorto dalla realtà. Forte ma non giusto. Si leggano:

  • Parliamo di anziani.
    Chi scrive è sotto i sessanta, ma è quattro volte nonno e, attraversando tre generazioni, ben ha potuto constatare come sia cambiata la situazione degli anziani.
    A differenza di oggi, quando molti usano parole roboanti come "l'anziano non è un peso ma una risorsa", un tempo si viveva di fatti e l'anziano una risorsa lo era per davvero! Questo era più facile, perché gli anziani vivevano in casa, con la loro famiglia, soprattutto quando uno dei nonni veniva meno.

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta