Giovanni vangelo

Giovanni 11-1-45 - A' morte è una livella - Lo disse Totò, Gesù la pianse e poi...

Giovanni 11-1-45 -  Era allora malato un certo Lazzaro di Betania, il villaggio di Maria e di Marta, sua sorella. Or Maria era quella che unse di olio profumato il Signore e gli asciugò i piedi con i suoi capelli; e suo fratello Lazzaro era malato. Le sorelle dunque mandarono a dire a Gesù: «Signore, ecco, colui che tu ami è malato».

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Giovanni 10:22-42 - Io e il padre siamo uno - Raccolsero di nuovo delle pietre per lapidarlo

Giovanni 10:22-42 - Di chi sei pecora? - Gesù si proclama il Messia e si fa uno con il Padre. I connazionali capiscono bene le sue parole. Convinti che abbia bestemmiato cercano di applicare giustizia sommaria, ma ancora non era il tempo e il modo "giusto".
Roma 3 giugno 2018

-- McCARTHY James - traduce: Andrea Diprose ---

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Giovanni 9:48-59 - Eternità: come ne parla Gesù Cristo?

Giovanni 9:48-59 - La vita eterna ha due facce della stessa medaglia, una con e una senza Dio. Sei pronto per l'eternita? Oggi puoi scegliere!
Roma 29 aprile 2018
--- Filippo tarantino ---

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Giovanni 8:12-29 - Gesù: la luce del mondo

facebook icona twitter iconawhatapps icona

La resurrezione è un fatto storico

Un'analisi apparentemente non prettamente spirituale piuttosto storico e medica della morte e della resurrezione di Gesù Cristo. Un approccio che si addice al periodo pasquale che sta vivendo, più o meno credendoci, la nostra nazione. Un approccio che, tuttavia, aiuta ad esplorare ed indagare gli aspetti spirituali connessi a questa storia. Uno studio, in conclusione, che aiuta chi non si è accostato ancora al Signore a farlo, indagando, verificando nelle Scritture la straordinaria persona di Gesù Cristo.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Pagine

Abbonamento a Giovanni vangelo

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri