Geremia - note

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Autore: Geremia.
Data di composizione: fine VII secolo e inizio VI secolo a.C.

Concetti centrali:

  1. Il vecchio patto è giunto al termine. Dio prepara il nuovo patto (31:31-34).
  2. L’idolatria è un insulto a Dio e una cosa idiota per l’uomo.
  3. L’esilio babilonese diventa inevitabile perchè Giuda rifiuta di pentirsi e allontanarsi dall’idolatria e dal peccato. A questo punto è necessario sottomettersi al giusto castigo di Dio. Presto però il Signore tornerà a benedire e ricondurrà il suo popolo in Giuda (profezia dei 70 anni).

Note varie:

  1. Geremia fu un grande servo di Dio: solo contro tutti.
  2. E’ il libro più lungo della Bibbia.
  3. Geremia 10:11 è in aramaico.
  4. L’espressione “tutte le parole” e simili ricorre più di 500 volte.
  5. Non è in ordine cronologico ma è un insieme di storia, biografia, profezia.

Una struttura di Geremia
A Introduzione 1:1-3
   B Inizio dell’opera di Geremia 1:4-19
    C Profezie per i Giudei 2:1-20:18
     D Storia e vari fatti - Joiakim 21:1-35:19
      E Missione di Baruch:36:1-32
     D Storia e vari fatti - Sedekia 37:1-45:5
    C Profezie per i Gentili 46:1-51:64a
   B Fine dell’opera di Geremia 51:64b
A Conclusione 52:1-34
(da Companion Bible di E.W. Bullinger)

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opera evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri