Tito - note

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Autore: l’apostolo Paolo.
Data di composizione: 65/67 d.C.
Messaggio centrale: l’ideale divino per la chiesa e per l’operaio del Signore.
Note varie:

  1. Due grandi e chiare verità sulla salvezza e sull’opera del Signore Gesù: 2:11-14 e 3:4-7.
  2. L’ideale divino per la chiesa: ordine e fede solida seguita da opere buone.
  3. L’ideale divino per l’operaio del Signore: amore per l’ordine e il metodo, dottrina sana e vivente, sobrietà.
  4. La vera “epifania” (= “apparizione”) 2:11, 13.
  5. Solo qui (e in Filippesi con Timoteo) Paolo chiama se stesso “schiavo di Dio”.
  6. Paolo è l’unico scrittore del N.T. a citare scrittori pagani: Tito 1:12; Atti 17:28; 1 Corinzi 15:33.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri