Geova è il nome di Dio?

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Geova è il nome di Dio? Danilo Valla e la sua "scarabocchiatissima" lavagna in una serie di insegnamenti fondati sulle lingue originali della Sacra Scrittura. Assolutamente significativi. In questo breve filmato spiega come nasce il nome di Geova.

 

Fonte:  evantv.wordpress.com

Vedi anche: Yahweh o Geova?

Yahweh o Geova?

Nella Tanac, il nostro così detto Antico Testamento, il nome di Dio è rappresentato 6499 volte da quattro consonanti YHWH, il cosiddetto tetragramma, che deriva dalla radice HWH = "essere" oppure "vivere". Nell'ebraico le vocali non furono espresse con lettere fino al V sec. dopo Cristo.

I Giudei dal tempo di Nehemia cominciarono a provare degli scrupoli nel pronunciare il nome di Dio, perché temevano di poter pronunciarlo invano (Es. 20:7) e di incorrere così in qualche punizione.
Iniziarono perciò a leggere il sostantivo aDoNaY (Signore) ogni qualvolta trovarono nelle Scritture il nome di Dio.

Man mano che il popolo ebraico si integrava nelle nazioni in mezzo alle quali era disperso, la pronunzia esatta delle parole ebraiche rischiava sempre più d'essere compromessa. Per fissare questa pronunzia, i Masoreti (da massorah = tradizione) inventarono dei segni vocalici e hanno vocalizzato la tanac.

I Masoreti per indicare che invece del nome di Dio si doveva leggere aDoNaY hanno vocalizzato il tetragramma YHWH con le vocali di aDoNaY. Il lettore Giudeo sapeva che aveva sotto gli occhi due parole in una, l'una tutta in vocali e l'altra tutta in consonanti. Però i traduttori cristiani del medio evo trascrissero la parola erroneamente con YeHoWaH 1 esprimendo con una parola le due parole.

La pronuncia YeHoWaH, italianizzato: Geova 2, è perciò non la pronuncia originale del nome di Dio, ma il risultato della lettura delle consonanti del nome di Dio con le vocali del sostantivo aDoNaY.
Le ricerche attuali attestano che con probabilità bisogna leggere YaHWeH, perché cosi si legge nell'unico documento antico che faccia menzione del nome di Dio (Stele di Mesa, lin 18)3.

Anche la Società della Torre di Guardia ammette: "Il problema è che oggi non abbiamo nessun modo di sapere con esattezza quali vocali gli Ebrei usassero con le consonanti YHWH" 4.
"Se inserissimo le vocali di Yabe, della pronuncia samaritana, fra le consonanti del testo originale ebraico, otterremo la forma Yahweh, accettata in linea generale dagli scienziati moderni come giusta pronuncia del nome divino". (Torre di Guardia del 15/10/1960 pag. 615 ediz. tedesca).

Per quale motivo allora i Testimoni di Geova mantengono a loro saputa la versione sbagliata?
Risposta: Per tradizione.
La Società della Torre di Guardia ammette: "Mentre siamo portati a considerare come pronuncia più corretta la pronuncia di "Yahweh" abbiamo conservato lo stesso la forma di "Geova", perché fin dal sec. 14° si è stato abituato a questa forma". (sec. suddetta ediz. della Torre di Guardia).

Questo atteggiamento vi sembra molto riverente?

1 La vocale "e" dopo "y" al posto di "a" è dovuta ad una regola grammaticale della lingua ebraica.
2 Torre di Guardia 1 Sett. 78, pag. 12, 2. colonna, 8° 9° rigo.
3 Dizionario Biblico, Francesco Spadafora, 2. ediz., pag. 164-165
4 La verità che conduce alla vita eterna, pag. 18 n° 3.

_________

- Leggi questo libro (pdf)  - Crisi di Coscenza. Fedeltà a Dio o alla propria religione? di Raymond Franz

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Testimoni di Geova, un popolo molto dedito alla dottrina che hanno abbracciato. Molto tempo dedicano alla sua divulgazione, allo studio, alla meditazione. Numerose, però, le differenze che ci separano, lecito quindi analizzarle.

    Uno studio del fratello Giuseppe Martelli dedicato alla “fratellanza” e, forse ancor di più, agli amici Testimoni di Geova che con cuore sincero hanno il "coraggio" di analizzare e meditare tesi confutatorie.

  • Gli insegnamenti contenuti nella Scrittura sono in netto contrasto con le dottrine divulgate dai Testimoni di Geova. Quindici delle loro principali dottrine sono di seguito confutate in modo semplice e conciso, e costituiscono di per sé un valido motivo per non unirsi alla setta dei Testimoni di Geova.

  • Wolfgang Kühne è nato in Germania nel 1948 (Marl, Vestfalia). Egli è stato un testimone di Geova per 38 anni prima di accettare Gesù Cristo quale suo personale Salvatore e Signore.

     

  • Chi sono come sono organizzati...

  • Dopo un suo breve commento e alcuni contatti e-mail, Gianfraco mi ha inviato via email la sua "liberazione" dai TdG.
    La riporto integralmente.

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri