Teologia vivente

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

"La persona con cui è più difficile avere a che fare è colei che, presuntuosamente soddisfatta di una passata esperienza spirituale, continua a riferirvisi, ma senza attuarla nella vita pratica. Se dici di essere santificato, mostralo. L'esperienza deve essere così autentica che la vita deve rivelarla. La teologia deve elaborarsi nelle relazioni umane e nel modo più pratico possibile. <<Se la vostra giustizia non supera quella degli scribi e dei Farisei...>>, disse il Signore, e cioè: dovete essere più morali della persona più morale che conoscete.
Forse sai tutto quello che c'è da sapere sulla dottrina della santificazione, ma la stai mettendo in atto in ogni particolare pratico della tua vita?
Tutta la tua vita, sia dal suo lato fisico, sia da quello morale e spirituale, deve essere valutata con un solo metro di giudizio, quello dell' ESPIAZIONE, cioè della giustizia di Gesù che ha espiato i tuoi falli."

Amen, amen!
Giacomo 1:21-25 (Nuova Diodati):
"Perciò, deposta ogni lordura e residuo di malizia, ricevete con mansuetudine la parola piantata in voi, la quale può salvare le anime vostre. E siate facitori della parola e non uditori soltanto, ingannando voi stessi. Poiché, se uno è uditore della parola e non facitore, è simile a un uomo che osserva la sua faccia naturale in uno specchio; egli osserva se stesso e poi se ne va, dimenticando subito com'era. Ma chi esamina attentamente la legge perfetta, che è la legge della libertà, e persevera in essa, non essendo un uditore dimentichevole ma un facitore dell'opera, costui sarà beato nel suo operare."

Amen!

Oswald Chambers, L'impegno per l'Altissimo

Vedi anche il ibro: La conquista dall'alto di A.W. Tozer qui il pdf

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opera evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri