Dipendenze

Il porno inquina l'amore - Seminario con Antonio Morra

Due sessioni di lezioni sul fenomeno della pornografia e sulla visione biblica del sesso e dell'amore. Relatore: Antonio Morra
Roma maggio 2018 - Fonte: IBEI ROMA ISTITUTO BIBLICO EVANGELICO ITALIANO

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Analisi di due stupri nella Bibbia - Dove sono i nostri figli?

Giacobbe era al posto sbagliato e porta la sua famiglia in bocca al leone. Dina è violentata - Genesi 34:1

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Essere rivoluzionari in una società pervertita - Antonio Morra

Essere rivoluzionari in una società pornificata - Antonio Morra @ Chiesa Betel Madrid | www.porntossina.it

facebook icona twitter iconawhatapps icona

PornoTossina

Dopo aver lavorato per anni con uomini e donne intrappolati nella pornografia, la dottoressa Mary Anne Layden ha concluso: “Avendo trascorso una tale quantità di tempo in esperienze sessuali non naturali con riviste, giornali e realtà virtuali è difficile per loro fare sesso con un vero essere umano”. “La pornografia”, sostiene, “è una diseducazione tossica al sesso e ai rapporti” che insegna ad uomini e donne ad aspettarsi il sesso “finto” del porno online anche nel mondo reale. Non si tratta semplicemente di confrontare l’aspetto fisico o la performance sessuale di una persona.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Solo un'altra volta - Quando non si risponde "no" ai desideri

Appaghiamo il desiderio per far smettere le sue richieste, ma poco dopo esso diventa più prepotente e più forte....la nostra coscienza fa sentire la sua voce e ci dice: «Non farlo!». Ma si tratta di un affare già concluso. Probabilmente era stato deciso già da molto tempo. Veniamo sopraffatti da un desiderio che pazientemente c'incalza sussurrando: «Solo un'altra volta, e poi basta». Oppure, semplicemente ci comanda: «DAMMI QUELLO CHE VOGLIO E DAMMELO ADESSO!». Così lo facciamo ancora ... ma solo per una sola! È il solo modo di soddisfare il desiderio.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Smettila

Io (Gesù) altresì vi dico: chiedete con perseveranza, e vi sarà dato; cercate senza stancarvi, e troverete; bussate ripetutamente, e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve, chi cerca trova, e sarà aperto a chi bussa. E chi è quel padre fra di voi che, se il figlio gli chiede un pane, gli dia una pietra? O se gli chiede un pesce, gli dia invece un serpente? Oppure se gli chiede un uovo, gli dia uno scorpione? Se voi, dunque, che siete malvagi, sapete dare buoni doni ai vostri figli, quanto più il Padre celeste donerà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono!»

Luca 11

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Dalla cocaina a Gesù. Nessuna fiction, tre storie vere

Il “problema droga” ha prodotto e stimolato lunghi dibattiti e conferenze; risolverlo definitivamente, in ogni suo aspetto, non è facile, in quanto presenta problematiche complesse, che investono trasversalmente diverse dimensioni della natura umana: da quella biologica, a quella storica, fino ad arrivare a quella spirituale.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Non fumarti la vita

La cannabis, conosciuta anche come marijuana, o sotto forma di hashish, è una droga che continua a costituire un tema molto discusso per la sua pericolosa diffusione.

Il Dr. Farnsworth dell'università di Harvard afferma: "La nostra esperienza ad Harvard ha dimostrato che l'uso della cannabis implica dei rischi considerevoli, danneggia notevolmente la salute, e i benefici sono troppo esigui per fare da contrappeso."

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Giorgio, dai trip e ai tagli sul corpo ad una nuova mente con Gesù

Mi chiamo Giorgio, ho 29 anni e sono di Alessandria. All'età di tredici anni sono entrato in contatto con i primi spinelli ignorando qualsiasi
avvertimento di lasciare stare queste cose.

Poco tempo dopo, una sera in discoteca mi presi un trip (LSD sostanza allucinogena) pensando di ravvivare la festa, ma in realtà fu uno sballo talmente forte che finito l'effetto dissi a me stesso che non
ne avrei mai più fatto uso.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Francesco, dalla schiavitù della cocaina a Gesù

Mi chiamo Francesco, ho 35 anni e sono di Roma. Da bambino ero timido, insicuro e poco socievole attitudini che, crescendo, sono diventate tra i miei più grandi problemi.
A 15 anni lasciai la scuola per andare a lavorare nella azienda ortofrutticola di mio padre, ma senza di lui mi sembrava di non riuscire a fare quasi nulla, anche se poi in realtà me la cavavo abbastanza bene. Infatti mio padre cominciò a darmi sempre maggiori responsabilità. Ma io continuavo a sentirmi inferiore rispetto agli altri e

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Pagine

Abbonamento a Dipendenze

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opera evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri