Salmo 55:22 - Che fare in queste condizioni

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

"Getta sull' eterno il tuo peso" Salmo 55:22.
Portare un peso può essere giusto e può essere sbagliato, e noi dovremmo saper distinguere. Non dovremmo mai portare il peso del peccato e del dubbio; ma ci sono altri pesi che Dio stesso mette su di noi e che Egli non intende toglierci di dosso, ma vuole che siano da noi riportati a Lui. "Deponi sul Signore quello che Egli ti ha dato" (RV margine). Se intraprendiamo un lavoro per il Signore e contemporaneamente perdiamo il contatto con Lui, il peso della responsabilità ci schiaccerà; ma se riportiamo a Lui quel peso che Egli ha posto su di noi, Egli ci toglierà di dosso il senso di responsabilità facendoci vivere la realtà della Sua presenza.
Molti servitori del Signore vanno a compiacere il loro lavoro con grande coraggio e molta buona volonta, ma senza essere in stretta comunione con Gesù Cristo; e dopo breve tempo sono allo stremo. Essi non sanno cosa fare con quel loro peso che li fa sentire così stanchi, e intanto la legge commenta: "Che amara fine per un inizio così bello!" "Riporta il tuo peso all' Eterno"; finora lo hai portato tutto da solo, ma ora portalo con Dio, mettine un' estremità sulle Sue spalle. "L'imperio riposerà sulle sue spalle." Affida A Dio "Quello che Egli ti ha dato", non gettarlo via ma ponilo su di Lui, e te stesso insieme col peso; il saperti in compagnia te lo renderà più leggero. Non dissociarti mai dal peso.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri