Matteo 5:8 - Beati quelli che sono puri di cuore: essi vedranno Dio

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

C.S.Lewis, nel suo libro Diario di un dolore dice: “È opportuno dire che i puri di cuore vedranno Dio perché solo i puri di cuore vogliono davvero vederlo”. Gesù non sta parlando di una purezza rituale, ovvero dell’ubbidienza perfetta al sistema dei sacrifici e della legge, ma della devozione intima nel voler seguire Dio. Questo non è qualcosa che possiamo ottenere da sole perché siamo esseri umani peccaminosi ma può essere solo il risultato della redenzione che la morte e la resurrezione di Cristo hanno provveduto per noi: adesso siamo purificate, pulite e giustificate.

Gesù ci dà un’immagine chiara di cosa sia la purezza: una mente integra e devota nel cercare Dio. Invece di avere un cuore diviso che salta da un amore all'altro, il puro di cuore desidera la comunione solo con Dio e ne sarà pienamente soddisfatto. Solo coloro che sono affamati e assetati della giustizia di Dio saranno soddisfatti e solo a coloro che sono devoti unicamente a Dio sarà dato quello che desiderano.

Dio, dammi un cuore nuovo che cerchi solo Te! Aiutami a vedere la non integrità del mio cuore che ama altre cose oltre te e purificami da ciò che amo più di Te e che mi distrae da Te. Conquista tutto il mio amore, Dio!

Beati quelli che sono puri di cuore: essi vedranno Dio.

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • "Perchè guardi la pagliuzza nell'occhio di tuo fratello e non scorgi la trave che è nel tuo occhio?" - Uno dei passi più famosi della Bibbia, ma cosa significa? Farsi i propri affari? Giudicare? Si, no? Scopriamo, per metterle in pratica, queste importante informazioni e comandamenti lasciati da Gesù ai suoi discepoli.

    Matteo 7 dal versetto 1 al versetto 14.

    --------------------
    Roma 16.12.2007

  • Matteo 7:21-27 - Il fratello Rod Jones, meditando sulla famosa parabola delle due case fondate su basi diversi, ci porta ad una importante riflessione su ciò che siamo veramente. Quello che dichiariamo lo viviamo veramente? E' il tempo di scelte radicali fatte non solo di accettazione della Parola, ma della pratica della stessa.
    Recuperiamo il tempo perduto, riconquistiamo il terreno perso. Torniamo alla fonte.

    Bacoli 30 gennaio 2022
    Rod Jones

  • DIALOGHI SUL VANGELO DI MATTEO - prima parte con l' introduzione di Roberto MAZZESCHI il quale da inizio al convegno. Interverranno il prof. Fernando DE ANGELIS e il presidente dell'associazione EDIPI Ivan BASANA. Realizzazione video a cura di Giuseppe ESPOSTO.

  • Gesù ama e chiama a se gli stanchi con un appello diretto! -  "Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo. Prendete su di voi il mio giogo e imparate da me, perché io sono mansueto e umile di cuore; e voi troverete riposo alle anime vostre; poiché il mio giogo è dolce e il mio carico è leggero" - Matteo 11:28-30


    -----------------------
    Roma 7 agosto 2016

     

  • Matteo 24 - Con i tanti cambiamenti che in poco tempo avvengono viene a mancare il punto di riferimento della propria vita e si entra in shock, non sapendo come orientarsi, cambiando gli orizzonti in maniera repentina.
    In una conversazione di Gesù e i suoi discepoli il Signore illustra la storia di Israele e dell'Umanità che si sarebbe svolta di li in poi. Parole che arrivano anche ai nostri giorni carichi di tutta la loro importanza profetica direttamente dal Re della storia.

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri