Maria Teresa de Giustina Standridge

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
È mancata nella mattinata di sabato 3 agosto Maria Teresa de Giustina Standridge, direttrice del periodico "Voce del vangelo". Aveva 88 anni ed era affetta da una grave malattia, che aveva annunciato ai lettori con serenità in una lunga e accorata lettera di congedo pubblicata nello scorso mese di marzo e intitolata significativamente "Vado a casa".

Credente dall'età di 20 anni, dopo avere frequentato la scuola biblica si è dedicata al servizio cristiano vivendo, come raccontava nel suo intervento, «lo straordinario tempo di fervore evangelistico e spirituale dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale» e i primi passi di «campi per giovani, scuole estive, convegni». Laureata in lettere, aveva messo a frutto le sue competenze fondando e dirigendo per decenni il periodico di approfondimento biblico la "Voce del vangelo", testata seguita da migliaia di credenti evangelici, attività cui si è aggiunta negli anni la produzione di centinaia di depliant evangelistici e la partecipazione come relatrice a decine di convegni e incontri cristiani.

Maria Teresa lascia il marito William (Bill), descritto nel suo saluto pubblico come «l'unico amore della mia vita, con cui ho passato più di 56 anni di vita, ho avuto la gioia di servire il Signore, in una specie di simbiosi spirituale e anche intellettuale, ho condiviso la passione per la Parola di Dio, l'impegno nell'allevare quattro figli, la responsabilità di aiutare molti a conoscere e crescere nella fede biblica».

I funerali si terranno domenica 11 agosto alle 15 a Roma, nella sala della chiesa evangelica Berea (via della Magliana Nuova, 294).

A Bill e ai figli le condoglianze della redazione di evangelici.net. -


 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Riceviamo e voletnieri divulghiamo questa informazione da Porte Aperte: 13.000 chiese hanno cessato di esistere nel nord-est della Nigeria a causa della persecuzione anticristiana. Parte la "Campagna Nigeria", una petizione basata sull’invio di lettere al Presidente nigeriano e all'Ambasciatore nigeriano in Italia per dare voce ai cristiani perseguitati nigeriani.

  • A Teheran ed altre città dell'Iran nuova ondata di arresti di cristiani convertitisi dall'Islam. Le persone arrestate (25) hanno subito violenza fisica e verbale e sono state sottoposte ad interrogatorio. Tra loro cinque coppie con bambini molto piccoli. Undici persone sono  tornate in libertà ma solo dopo aver firmato un documento con il quale hanno dichiarato di non partecipare mai più ad attività cristiane. Le altre quattordici sono ancora in carcere.

  • Riceviamo e volentieri condividiamo: La Scuola a Distanza viene incontro a chiunque desidera studiare ma non ha la possibilità di seguire le lezioni in aula in una Scuola Succursale o nella Scuola Residenziale. Direttamente da casa, lo studente può intraprendere il percorso del Certificato di teologia.

  • Molto curiosa questa notizia a cui allego anche un video scovato su You Tube. Ci sarebbe da ridere, sembra un film stile Bud Spencer & Terence Hill, se non fosse che invece i pugni e gli schiaffi erano veri. Greco ortodossi e armeni, ambedue "cristiani" che si danno botte da orbi e la polizia israeliana che cerca di sedarli! Si sarebbe stata proprio una bella comica...

    _____________________

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri