I 144.000 - Una parola ai Testimoni di Geova

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
I 144000 ( 144mila ) israeliti vengono scelti e suggellati dagli angeli di Dio, come primizie a Dio, (Rom:11:16) Ap.14:4, dopo il rapimento della Chiesa, Apoc.7:1-5, ossia, dopo venuta l'ira di Dio, scritta in Apoc. 6:16-17.

Secondo la dottrina della Torre di Guardia, i 144000 sono i soli che formano la Sposa di Cristo, ed i soli che vanno al cielo, quali testimoni di Geova. In altre parole, per loro, la Chiesa di Cristo è composta di un numero definito e ben contato. Secondo loro, vi sono ancora oggi dei viventi, parte dei 144000, poiché quando Gesù venne a prendersi la sua Chiesa nel 1914 come loro dicono, si portò solo i morti di essa, ma i viventi, li lasciò sulla terra a morire per essere poi raccolti al cielo, dove si compie il numero 144000. Questi ancora viventi sono da loro chiamati: "Il piccolo rimanente"; che fino ad oggi hanno in mano le redini della "società e le finanze".

Come hanno fatto i conti? Niente conti! Tutti quelli che nel 1914 erano membri della Torre di Guardia, completavano il numero 144000. Nel 1990 il piccolo rimanente in vita, era ancora 8734, mentre 8 anni dopo nel 1998 era 8795. (Era cresciuto) Questi viventi del piccolo rimanente, oggi dovrebbero essere vecchi di oltre 100 anni, essendo già membri d'età grande della Torre nel 1914. Secondo la Torre, sulla rivista del 1,1, 2004, il piccolo rimanente conta ancora oggi 8565, tutti testimoni di Geova; membri della Torre di guardia.

Nel passato il numero del rimanente, a causa della loro morte, era destinato a finire a zero sulla terra, secondo la vecchia dottrina della WT, per completare il detto numero in cielo. Ma è vero? No! Anzi è un imbroglio, poiché al presente sono in grande aumento, al posto di diminuire. Purtroppo sono i "Patrizi" di tutta la loro organizzazione mondiale.

Or la Scrittura nella parabola delle dieci vergini, in Matteo 25:10, ci dice che alla venuta dello Sposo, le vergini che entrarono allo Sposo, rimasero dentro per le nozze come Sposa, ma quelle di fuori rimasero fuori, e si chiuse la porta da non entrar più nessuno. Se dunque l'errata dottrina la vogliono far reggere, dovrebbero almeno dire che i membri del piccolo rimanente non hanno posto nella Chiesa di Cristo secondo che non furono presi alla Sua venuta.

Oltre a ciò si evince che hanno più d'un secolo d'età. Non vi Pare? Poiché, dovevano vedere e capire gli avvenimenti del 1914. (Vedi la T.di G.1/10/1967, pag. 582).

A questo punto ci facciamo una domanda: Come ha fatto la WT a far entrare ai 144000 i nuovi convertiti in quest'ultimi anni se la porta era già serrata dallo Sposo Gesù Cristo alla Sua venuta nel 1914? Perché li fa entrare ancora oggi? Basta confrontare la rivista del 1/1/'90, a quella del 91 e dell'1/1/'98, dove sta scritto il riporto sui 144000.

Perché la Torre fa queste cose? Perché cerca di allungare il sistema di Patrizi e plebei, perché sa che al termine dei 144000, lor signori e padroni, facilmente si romperanno le file. Così trova ancora oggi qualche sotterfugio per far entrare qualche loro intimo nel numero dei 144000, per chissà avere l'accesso alle finanze, pur essendo la porta serrata alla venuta dello Sposo nel 1914.

Secondo la loro dottrina i 144000 come Chiesa e Sposa di Cristo, si trovano scritti nel libro dell'Apocalisse 7: 4-8; dove la Scrittura dice che son presi dalle dodici tribù di Israele, ma per la Torre, qui si parla di Israele spirituale...

 

Il suggellamento di 144000 si trova scritto soltanto nel libro dell'Apocalisse, e là, ci mediteremo insieme minutamente per vedere quello che la Sacra Scrittura dice. - Diciamo già in partenza che in questa sua primiera dottrina, la Torre è completamente in errore.

Anche se alla fine i 144000 vengono raccolti a Cristo, come primizie d'Israele, saranno però suggellati all'inizio della grande ira di Dio, che ancora non ha avuto luogo. Al presente però, non formano la Chiesa di Cristo. Israele naturale che non mise fede in Cristo alla Sua venuta, è caduto dal primo posto come primizia del popolo di Dio, ma ha preso l'ultimo. (Leggi, Rom:11:11-33).

La Chiesa di Cristo come Sua Eterna Sposa è composta di ogni seguace di Cristo nato di nuovo, cui ha messo viva fede in Lui e lo ha ricevuto come suo personale Salvatore. Essa è raccolta da tutto il mondo, compreso Israele, ed è un numero che non si può noverare; secondo che Dio disse ad Abramo che la sua progenie (in Cristo, Gal:3:16) doveva essere come la sabbia del mare e come le stelle del cielo cui è impossibile noverare. (Vedi Genesi 22: 17,18; Apoc.7:9).

Questa è la Chiesa di Cristo che prende il primo posto, secondo che è scritto: Egli ci ha di Sua volontà generati mediante la Parola della verità, per esser in certo modo le primizie delle Sue creature. (Giac.1:18).

Essa nel suo insieme è composta di tutti quelli che in ogni luogo invocano il nome di nostro Signore Gesù Cristo cui li ha santificati per essere i suoi santi, lavati e nettati col Suo prezioso sangue. (Cfr. con 1,Cor.1:2). Suggellati non dagl'angeli in Apocalisse capitolo sette, ma dallo Spirito Santo di Dio stesso, secondo che è scritto: In Lui voi pure, dopo aver udito la parola della verità, l'Evangelo della vostra salvazione, in Lui avendo creduto, avete ricevuto il suggello dello Spirito Santo che era stato promesso. (Efesini 1:13; e 4:30. Leggetelo pur nella vostra Bibbia, o testimoni di Geova).

Il suggello invece, per i 144000, avviene come dicevo, dopo rapito la Chiesa e sarà messo in effetto sulle dodici tribù di Israele naturale. Dan non si trova fra le dodici tribù per aversi dato all'idolatria, (Giud.18) ma al posto suo vi è messo Manasse, il figlio di Giuseppe, perché Dio non ha rigettato il suo vecchio popolo, Egli si ha riservato un residuo (piccolo rimanente, Isaia 1:9; Romani 11:2-5).

Paolo lo spiega nella formazione dell'ulivo di Dio, dal quale sono stati troncati i rami per innestarci la Chiesa di Cristo, ma la radice col tronco rimane immutabile per emanare la grassezza a chi è stato su di esso innestato. (Leggi Rom.11: 16-20). I doni e la vocazione di Dio, sono a Lui senza pentimento. (Rom. 11: 29).

E così tutto Israele sarà salvato, secondo che è scritto: "Il Liberatore verrà da Sion; Egli allontanerà da Giacobbe l'empietà..." (Rom:11:25,27). Gerusalemme rimane ad essere calpestata dai Gentili fino al rapimento della Chiesa e Israele rimarrà nel suo indurimento parziale, non per sempre, ma finché si compie la pienezza della Chiesa. ( Rom:11:25).

Perciò in Apocalisse 6, (che sarebbe dopo il rapimento della Chiesa) l'ira di Dio si dice di essere venuta (v.17), il mondo si trova in uno stato di scompiglio e gridano ai monti di cadergli addosso volendo la morte, ma non la trovano. Questa visione scritta nel sesto suggello dell'Apocalisse continua nel capitolo 7 dove vediamo nei primi quattro versi, quattro angeli che ritengono per poco tempo i quattro venti della gran tribolazione, o meglio, dell'ira di Dio, mentre arriva un quinto angelo cui aveva il suggello di Dio; questi gridò con gran voce agl'altri quattro angeli dicendo: Non danneggiate la terra... finché abbiamo segnato in fronte i servitori dell'Iddio nostro, e udii il numero di essere 144000 segnati di tutte le tribù dei figli d'Israele.

Quindi, qui è il principio dell'ira di Dio; più che grande tribolazione. Non vi pare? Così nei prossimi quattro versi, da 5 a 8 si trovano scritti i 144000 dei quali Giovanni non vide la segnalazione in opera, ma ne sentì menzionare solo il numero. Sentì dire per dodici volte 12000 che fanno 144000.

La Torre chiama i 144000: la classe di Giovanni, volendo dire che Giovanni sarebbe a capo dei 144000, quindi gli spettava il suggello, ma non fu mai suggellato dagli angeli dell'Apocalisse.

Se Giovanni non è stato suggellato dagli angeli, vuol dire che non è uno dei 144000. Non vi pare?

Un astuto di loro mi rispose che Giovanni fu segnato alla Pentecoste. Ma allora non sono più 144000 da segnare in Apocalisse; l'ordine però che hanno gli angeli è di suggellare 144000, non più, né meno.

Tornando dunque alla domanda: Quando è che saranno suggellati i 144000? Per la risposta non occorre un professore di matematica, perché abbiamo già visto tutto, e così, il tempo del suggellamento avviene nel principio della grande ira di Dio; grande tribolazione sulla terra.

Quindi, per oggi ancora non se ne parla, perché ancora non è il tempo del loro suggellamento. Vediamo che Gerusalemme è tuttora calpestata dai Gentili perché la Chiesa di Cristo non è ancora rapita, e l'ira di Dio non è ancora venuta, e dunque il suggellamento è ancora da venire. Forse neanche sia ancora nato alcuno di loro.

Si noti di loro che saranno segnati per essere i servitori o schiavi di Dio durante la gran tribolazione dell'ira di Dio. (7:3). Infatti in Apocalisse 9: 4, essendo ormai tutti suggellati, non sono però in cielo, anzi sulla terra nella mischia della gran tribolazione, detta:ira di Dio. Il verso qui ci dice: "E fu loro detto (alle locuste) di non danneggiare l'erba della terra, né alcuna verdura, né albero alcuno, ma solo gli uomini che non hanno il suggello di Dio in fronte". La grande folla che loro dicono essere in terra, non fu suggellata dagli angeli.

Se secondo la Torre Gesù è venuto a prendersi i Suoi già nel 1914, e l'ira di Dio che porta la grande tribolazione non si verificano ancora oggi, bisogna smentire l'asserzione della Torre, con quello che dice Apocalisse 9:4. Or essendo la Torre scaltra nei trucchi, vorrebbe dire che i protetti contro le locuste di Apocalisse 9:4 sono i pochi lasciati fin'ora in vita del piccolo rimanente e non tutti i 144000. Bene! Allora se Apocalisse 9:4, si verificasse fra 20 anni, che età avranno questi pochissimi, che dovrebbero essere genti nati nel diciannovesimo secolo? E che età hanno oggi se dovevano essere grandi d'età già nel 1914? Ricordiamoci che la porta dell'entrata allo Sposo si chiude (secondo la Scrittura) all'arrivo dello Sposo, (Matt:25:10) e così, chi è dentro è dentro e chi è fuori rimane fuori.

Bisogna quindi smentire come trucco che vi siano di quelli entrati allo Sposo a porta chiusa, molti anni dopo la Sua venuta, perché gl'unici che entrano a Cristo dopo la Sua venuta, sono quelli che rifiutano di prendere su di loro il marchio della bestia durante la grande tribolazione, dopo il ritorno di Cristo. (Apo:20:4). Questi realizzano il loro sbaglio di non aver perseverati nella fede aspettando Gesù, e son tutti uccisi dalle autorità bestiali, pagando così la loro salvezza col loro martirio.

Le loro anime vengono raccolte sotto l'altare di Dio, (Apo:6:9) fino al compimento del loro numero, per entrare a Cristo tutti insieme e regnare con Lui i mille anni. Questi si danno a Cristo dopo il rapimento, ma prima che avviene la battaglia di Harmaghedon nel periodo dei tre anni e mezzo del regno della bestia. Mentre del piccolo rimanente della Torre, nessuno di loro è mai morto ancora di uccisione, né si aspettano d'essere uccisi.

Abbiamo dunque visto in Apoc.9:4, che solo quelli che hanno in fronte il suggello di Dio non vengono danneggiati nella tribolazione dell'ira di Dio, al contrario di quelli che non prendono il marchio della bestia. E chi sono i soli che non sono tormentati durante la grande tribolazione? La risposta ce la da Apocalisse 7:3; che sono i 144000 servitori di Dio sulla terra, (non re) durante la grande tribolazione dell'ira di Dio.

Allora perché la Torre di Guardia dice che essi cominciano dagl'apostoli? Perché ha messo in opera la sua errata dottrina. Leggendo a pagina 144 del libro ‘Rivelazione' della Torre di Guardia, appunto dove commenta su Apoc.9:4, dice: "Le locuste devono danneggiare solo quegli uomini che non hanno il suggello di Dio sulla fronte, quelli che nella cristianità asseriscono d'esser suggellati, ma le cui opere li smentiscono". Allora dico: questa gran folla della Torre, si trova senza suggello, cosa ne sarà? Non sarà forse danneggiata?

La Torre non ha potuto fare a meno di commentare questo qui citato verso, perché nel suddetto suo libro ha commentato ogni rigo dell'Apocalisse, ma di questo verso ne ha nascosto la verità, cioè, benché ammette che qui quelli che hanno il suggello sulla fronte sono i 144000, (Ap.14:1) non però lo insegna, per non far scoprire che questi suggellati qui, non sono in cielo come sacerdoti e re, anzi sono in terra ed attraversano la grande tribolazione. Mentre quelli che veramente hanno ricevuto la corona della vita come corona di re e rendono a Dio tutta la lode come suoi sacerdoti, si vedono in vesti bianche. Sono i nettati dal sangue di Cristo Gesù, i quali con delle palme in mano, danno gloria a Dio. Questi sì che sono sacerdoti davanti al trono di Dio nei cieli, dove li vide l'apostolo Giovanni. Questi sono i molti milioni della Chiesa di Cristo, distinta come la gran folla davanti al trono di Dio.

L'apostolo Giovanni vide la gran folla nei cieli, nello stesso momento che sulla terra si badava di segnalare i 144000. Infatti, la differenza sta proprio nel fatto che mentre i 144000 furono visti in terra, la grande folla che non si può numerare fu vista davanti al trono di Dio. -Ora, dove è situato il trono di Dio? Nei cieli, vero?

Alla Torre gli conviene metter il piccolo rimanente a capo del suo regno, come coloro che hanno sudato per stabilire una tale società, ed ora ne vogliono raccogliere il frutto e fare i signori sui loro ‘schiavi', com'essa li chiama.

Abbiamo visto che l'apostolo Giovanni non fu mai suggellato dagl'angeli, perché non fa parte della classe dei 144000, ma della Chiesa di Gesù che per la gran quantità, non può essere contata, vista dinanzi al trono di Dio.


 

 

I 144000, non sono mai descritti di essere in cielo, e mai, che siano la Chiesa di Cristo, perché sono le primizie d'Israele a Dio. Questi vengono da Gesù visitati e raccolti sul Monte Sion terrestre (Apo:14:1) quand'Egli viene a favore d'Israele dopo aver rapito la sua Chiesa, cui posa i piedi sul monte degl'ulivi. (Zacc.14:4).

Quando riferendosi ad Israele dice: "..E riguarderanno a me, a colui che essi hanno trafitto..." (Zacc.12:10). Questi è l'Agnello di Dio a favore d'Israele. Infatti, lo domanderanno: Che sono quelle ferite che hai nelle mani? (Zacc.13:6). Mentre, quando Gesù viene per chiamare a Sé la Sua Chiesa, Egli non posa i piedi sulla terra, ma sulle nuvole nell'aria, dove sarà incontrato dalla Sua grande ed infinita moltitudine.

In Apocalisse 14:1, Gesù in mezzo ai 144000 è chiamato "Agnello" a motivo del Suo sangue sparso, ma in realtà in questa Sua venuta, viene con fuoco fiammeggiante, per far vendetta di coloro che non conoscono Dio, e di coloro che non ubbidiscono al Vangelo.. (2.Tess.1:8). Insomma, viene quale leone della tribù di Giuda, per come lo aspettavano duemila anni fa; raccogliendo le Sue primizie d'Israele a Dio.

Ma la Torre dice che qui l'Agnello con i 144000 sono visti in cielo, non in terra; ma la Scrittura non dice così. Allora investigando nell'Apocalisse, troviamo che Giovanni fu da Gesù chiamato o meglio, comandato a salire al cielo (cfr. Ap.4:1,2; con 1:10-13), e Giovanni fu rapito in spirito, e quindi era portato vicino alla visione. Se dunque questa fosse avvenuta di essere nei cieli, dove lui fu rapito, perché poi mentre sta guardando i 144000 con l'Agnello dice: "E udii una voce dal cielo?" (Ap.14:2). Si, perché la scena nella visione avveniva sulla terra, mentre dal cielo veniva la voce di coloro che cantavano davanti al trono di Dio. Vuoi vedere chi è che canta davanti al trono di Dio? Allora leggi Apocalisse 7:9; e confrontalo con 19:1,6. Forse Giovanni non fu portato al cielo e quindi era sempre in terra?

Quando egli parlava a faccia a faccia con uno dei 24 anziani che abitano solamente in cielo e siedono sui 24 troni intorno al trono di Dio nei cieli, dove avvenne d'essere Giovanni? Nei cieli. Lo vediamo chiaro in Apocalisse 4:1-10. Leggilo dalla Bibbia.

Oltre a tutto, la Torre si fa ragione che le dodici tribù che sono scritte in Apocalisse non corrispondono alle dodici tribù d'Israele antico in quanto che in Apocalisse non c'è la tribù di Dan. Bene! La tribù di Dan si dette a cadere nell'idolatria, come si vede nel libro dei Giudici 18 (tutto il capitolo) e perdette il diritto di partecipare alle primizie, così Iddio in Apocalisse la rimpiazzò con la tribù di Manasse figlio di Giuseppe.

Se tutta la dottrina della Torre fosse pervenuta da Dio, oggi non avessero alcun problema. Il fondatore e primo presidente della Società C.T. Russell (presbiteriano) avendo studiato con gli Avventisti del settimo giorno, si mise mente la cronologia biblica per decretare il giorno della fine del mondo con la distruzione delle nazioni e della terra che sarebbe avvenuto il due Ottobre 1914, e che tutti i membri della setta, sarebbero stati portati al cielo in quella data.

Essendo che tutto si è trovato falso, avrebbero dovuto chiudere i battenti, invece dopo la morte di Russell (1916), la Società avendo una tipografia che prometteva molto profitto, il secondo presidente, decise di usare i suoi adepti come venditori dei prodotti Torre di Guardia. E così fu che si misero negl'imbrogli cercando poi di rattoppare le rotture.

In conclusione, la Chiesa di Cristo, quale Sua Sposa non è composta di 144000 membri, ma d'un grandioso numero che non può essere contato per come Dio promise ad Abramo circa la sua progenie. I 144000 invece saranno uomini vergini, non contaminati con donne. Presi 12000 da ogni tribù, e ciò vuol dire che ognuno di loro saprà a quale tribù appartiene. A quale tribù fai parte tu o membro dei 144000?

In conclusione, i 144000 non iniziano dagli apostoli, ma saranno suggellati da angeli, dopo il rapimento della Chiesa, all'inizio dell'ira di Dio, quale grande tribolazione. Saranno tutti uomini vergini, e rimangono sulla terra per tutto il millennio, durante il quale Cristo regna con la sua Chiesa, ossia, con quelli che ormai sono angeli o come angeli, i cui piedi non sono costretti a poggiare sempre sulla terra.

La Chiesa di Cristo composta d'un numero senza fine, e proprio quella vestita da Sposa dinanzi al trono di Dio nei cieli, (Apoc.7:9,15) cui fa festa dinanzi a Dio ed all'Agnello, con delle palme in mano. Tutti i seguaci di Gesù Cristo son nati di nuovo, essendo da Lui lavati da ogni peccato, per averLo accettato come loro unico personale Salvatore. Quindi sono santi perché sono stati nettati da ogni peccato. 1&2 Cor:1:1-2; Fil. 1:1; Col:1:2; ecc.

Ricordiamoci che nessuno può essere dinanzi al trono, senza essere nei cieli.

La Torre di controllo dice che quando (al presente) muore sulla terra un componente dei 144000, viene risorto immediato nello spirito e si trova così, subito in cielo nel luogo dove già si trovano quelli che sono lì dal 1918.

Potrebbe un tdG spiegarmi cosa risorge di loro, dei componenti dei 144000 che muoiono oggi giorno? Il loro corpo umano è evidente che viene seppellito dopo due o tre giorni morto, e quindi non è risorto.

Se parliamo poi di anima, essi dicono che non ne hanno e non può risuscitare.

Se si riferiscono allo spirito dell'uomo, esso non muore, perché è spirito e non c'è da risuscitarlo, Cosa dunque vieni immediatamente risuscitato di un componete dei 144000 che oggi muore??

___________

Vedia anche:

- I 144.000 e la grande folla

- Vedi anche questo documentario

- Leggi questo libro (pdf)  - Crisi di Coscenza. Fedeltà a Dio o alla propria religione? di Raymond Franz

 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Commenti

Buongiorno, sono un cristiano evangelico, ho letto questo articolo, ma non sono d'accordo che il rapimento della Chiesa avvenga prima della tribolazione. I 7 anni, di cui solo i 3,5 finali di tribolazione, sono tribolazione del diavolo, di persecuzione nei confronti dei cristiani, Il dragone, (mentre la donna fugge nel deserto) si rivolge verso i cristiani per perseguitarli. Quindi se il rapimento della sposa (chiesa - credenti) avviene prima della tribolazione, chi potrebbe perseguitare il dragone? Non esistono scritture di rapimenti pre tribolazione, ma il rapimento avverrà solo alla fine della tribolazione, prima che cominci l'ira di Dio sulla terra (7 coppe dell'ira). e i 144.000 evangelizzeranno durante la tribolazione, prima del ritorno di Gesù insieme ai 2 testimoni che percuoteranno la terra quante volte vorranno.

Questo è quello che penso io, leggendo le sacre Scritture. Grazie. 

Salve, ho letto da qualche parte che si parla di 144000 suggellati, ho fatto una ricerca, secondo me è più probabile essendo la bibbia simbolica che si tratti del b'ak'tun è un ciclo del calendario maya, pari a un periodo di 144.000 giorni (ossia circa 400 anni). Mi farebbe veramente piacere sapere cosa ne pensate voi , dato che in giro non ci sono persone molto ferrate sull'argomento. Grazie, M
Ritratto di alex

Interessante coincidenza...
Nel caso dei Maya, però, si tratta di un calendario calcolato su base 20 (vigesimale), cosa molto particolare.
In effetti la base di calcolo più naturale per noi umani è 10 (come le dita delle mani). Forse i Maya hanno bensato bene di usare anche quelli dei piedi (non è una battuta).

Ovviamente quello più in voga ora è il... binario

Tuttavia è solo una coincidenza, forse se ne possono trovare molte.
I 144.000 dell'Apocalisse si riferiscono a 12.000 persone per ogni tribù di Gerusalemme (appunto 12 x 12.000).

A questo punto, però, sorge un'altra domanda... esiste il caso? .. :-)

Ciao, buona serata, Dio ti benedica (Dio ti ama).

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri