Giobbe - 25

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

Per Bildad nessuno è giusto davanti a Dio

Gb 4:17-21; 15:14-16

 25:1 Allora Bildad di Suac rispose e disse:

 25:2 «A Dio appartiene il dominio e il terrore:

egli fa regnare la pace nei suoi luoghi altissimi.

 25:3 Le sue legioni si possono forse contare?

Su chi non si leva la sua luce?

 25:4 Come può dunque l'uomo essere giusto davanti a Dio?

Come può essere puro il nato di donna?

 25:5 Ecco, la luna stessa manca di chiarore,

e le stelle non sono pure agli occhi di lui;

 25:6 quanto meno l'uomo, che è un verme,

il figlio d'uomo che è un vermiciattolo!»

 

Giobbe - Indice

1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 37 - 38 - 39 - 40 - 41 - 42 

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri