Family Day alle porte, crescono le adesioni

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

ROMA - Tutto è pronto per il terzo Family Day che quest'anno si tiene sabato 30 gennaio a Roma e attende un'affluenza di partecipanti tale che da piazza San Giovanni si è dovuto spostare al Circo Massimo: secondo i dati forniti dal professor Massimo Gandolfini, neurochirurgo, portavoce e presidente dell'associazione promotrice della giornata, «stando a una stima realistica si attendono alla manifestazione almeno 700 mila persone».

L'orario di apertura dell'area è previsto per le 12, l'inizio degli interventi dal palco alle 14 e il termine della manifestazione alle 16.30.

Il nuovo Family Day si tiene due giorni dopo l'approdo del disegno di legge sulle unioni civili (il cosiddetto ddl Cirinnà) al Senato. I motivi del dissenso al ddl Cirinnà sono ormai noti e sempre più condivisi al di là dalle appartenenze religiose e politiche: la famiglia naturale, che genera e cresce figli, non è equiparabile ad altre formazioni sociali e dunque è grave la manovra di equiparazione con altri tipi di unioni.

Mentre si sta definendo il programma tutte le sigle aderenti - l'associazione Non si tocca la famiglia, ProVita, i Giuristi per la Vita, le onlus Voglio la mamma, Generazione famiglia, il Comitato articolo 26, Donum Vitae, Identità cristiana e Catechista 2.0 - si stanno organizzando con treni (pare però non sarà disponibile uno sconto speciale da parte di Trenitalia per il Family Day, malgrado quanto ventilato in questi ultimi giorni) e viaggi di gruppo con auto e bus da varie località italiane.

Anche numerose chiese evangeliche italiane si stanno organizzando per partecipare all'iniziativa, che come già successo per la manifestazione del 20 giugno scorso vede in programma anche un intervento dal palco dell'Alleanza evangelica italiana.

La stessa Aei, auspicando una presenza compatta della componente evangelica, suggerisce come punto d'incontro l'area in prossimità di Belvedere Romolo e Remo (piazzale Ugo La Malfa) e ha predisposto un indirizzo e-mail dedicato (organizzazione@alleanzaevangelica.org) per comunicazioni logistiche e informazioni. [gp]

Fonte: evangelici.net

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Opera evangelica a favore dei non vedenti

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri