Family Day alle porte, crescono le adesioni

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

ROMA - Tutto è pronto per il terzo Family Day che quest'anno si tiene sabato 30 gennaio a Roma e attende un'affluenza di partecipanti tale che da piazza San Giovanni si è dovuto spostare al Circo Massimo: secondo i dati forniti dal professor Massimo Gandolfini, neurochirurgo, portavoce e presidente dell'associazione promotrice della giornata, «stando a una stima realistica si attendono alla manifestazione almeno 700 mila persone».

L'orario di apertura dell'area è previsto per le 12, l'inizio degli interventi dal palco alle 14 e il termine della manifestazione alle 16.30.

Il nuovo Family Day si tiene due giorni dopo l'approdo del disegno di legge sulle unioni civili (il cosiddetto ddl Cirinnà) al Senato. I motivi del dissenso al ddl Cirinnà sono ormai noti e sempre più condivisi al di là dalle appartenenze religiose e politiche: la famiglia naturale, che genera e cresce figli, non è equiparabile ad altre formazioni sociali e dunque è grave la manovra di equiparazione con altri tipi di unioni.

Mentre si sta definendo il programma tutte le sigle aderenti - l'associazione Non si tocca la famiglia, ProVita, i Giuristi per la Vita, le onlus Voglio la mamma, Generazione famiglia, il Comitato articolo 26, Donum Vitae, Identità cristiana e Catechista 2.0 - si stanno organizzando con treni (pare però non sarà disponibile uno sconto speciale da parte di Trenitalia per il Family Day, malgrado quanto ventilato in questi ultimi giorni) e viaggi di gruppo con auto e bus da varie località italiane.

Anche numerose chiese evangeliche italiane si stanno organizzando per partecipare all'iniziativa, che come già successo per la manifestazione del 20 giugno scorso vede in programma anche un intervento dal palco dell'Alleanza evangelica italiana.

La stessa Aei, auspicando una presenza compatta della componente evangelica, suggerisce come punto d'incontro l'area in prossimità di Belvedere Romolo e Remo (piazzale Ugo La Malfa) e ha predisposto un indirizzo e-mail dedicato (organizzazione@alleanzaevangelica.org) per comunicazioni logistiche e informazioni. [gp]

Fonte: evangelici.net

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • ,

    La condizione omosessuale è diventata il cavallo di una battaglia ideologica e politica, ma questo modo di affrontare il problema non è corretto perché non tiene conto di una molteplicità di aspetti correlati. In qualità di credenti, come dobbiamo porci di fronte a questa difesa a oltranza dell’omosessualità? Essa è una devianza? Un vizio? Una malattia? Quale tipo di accoglienza ci deve essere nelle chiese per gli omosessuali?

    Il problema

  • Vi invitiamo al convegno per giovani, famiglie e single che avrà luogo, Dio volendo, a Torre Pedrera - Rimini, dal 1 al 3 Novembre 2013.
    Il convegno è organizzato dall’Assemblea di Sesto San Giovanni.

  • Sto leggendo LA SFIDA DELL'AMORE... dal film FIREPROOF, consiglio questo libro diario x chi ha problemi o difficolta nella vita di coppia.E spettacolare...con l'aiuto del Signore, nostro DIO....Succedono cose che nella vita senza Dio sarebbero impossibili..Bacio
  • Giuseppe De Chirico - Dacci di RIcominciare - Acoustic concert. Con la partecipazione di: Emmanuele Dicembrino - piano, tastiere, cori e Daniela Benevelli - cori.
    Dove: Centro Cristiano Evangelico Via Cassaro 80 - Roma (Borghesiana) ore 20:00 -
    Quando: Domenica 29 maggio 2016 -Ingresso libero.
    Info: 328 2676690 - 328 82822228

  • Un incendio è avvenuto all’alba nella web farm di Aruba (Arezzo) dove, insieme ad altri tantissimi siti, si appoggia Laparola, il nostro website è rimasto per molte ore irragiungibile, proprio come per altre migliaia di siti. Purtroppo si è trattato di un evento assolutamente non prevedibile e indipendente dalla nostra volontà.
     
    L’incendio si è sviluppato alle 4 del mattino, probabilmente per un surriscaldamento, ed è stato domato dai pompieri solamente dopo

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Il vangelo tra gli stranieri