20.07.2010 - Pakistan, cristiani linciati dopo l'assoluzione

Versione stampabileSend by emailVersione PDF
La tragedia inizia il 2 luglio per Rashid Emmanuel, 32 anni, pastore protestante [evangelico, ndr], che assieme al fratello Sajjad, più giovane di due anni, coordina un'organizzazione non governativa dedita alla carità e soprattutto al dialogo interreligioso. I due sono accusati da un commerciante musulmano di avere diffuso alcuni volantini «blasfemi», in cui si deride Maometto e la sua religione. Loro si difendono, ribadiscono in pubblico che non sono gli autori.
 
Nulla da fare. Secondo le leggi «contro la blasfemia», promulgate nei primi anni Ottanta dal dittatore golpista Mohammad Zia-ul-Haq e mai revocate, qualsiasi cittadino appartenente alle minoranze religiose accusato di offendere l'Islam da un musulmano va processato con rito accelerato e, se riconosciuto colpevole, rischia la pena di morte. Pure, già dalle prime udienze emerge la loro totale estraneità. Un esperto calligrafo chiamato a testimoniare spiega che non è loro la firma quella sui volantini divulgati in fotocopia. «Quando è stato evidente che i due sarebbero stati presto liberati, i gruppi dell'estremismo locale sono entrati in fibrillazione. E un commando armato li ha attesi fuori dal tribunale», raccontano i reporter del quotidiano Dawn. Nella sparatoria restano coinvolti anche i poliziotti di scorta, che avevano cercato di reagire. Uno di loro è ferito grave. I due fratelli muoiono invece sul colpo.

Torna così all'ordine del giorno la richiesta di abrogare una volta per tutte le leggi contro la blasfemia. «Da anni ormai ne abbiamo chiesto la cancellazione in nome della giustizia. Sono spesso utilizzate per derubare i cristiani delle loro proprietà. Ma il governo non fa nulla», dicono alla nunziatura di Islamabad. La recrudescenza estremista dal 2001 pone i cristiani (sono circa il 2% dei 165 milioni di pachistani) sulla difensiva. Ed è difficile parlare con l'arcivescovo di Faisalabad, Joseph Coutts. Qui regna la paura. Dall'inizio dell'anno una ventina di cristiani pachistani è stata assassinata nel Paese. Gli incidenti più gravi sono avvenuti proprio nella sua diocesi. Nelle ultime settimane più volte sono state tirate pietre contro la locale basilica del Sacro Rosario. Il quartiere cristiano di Waris Pura sembra abbia visto un forte esodo. Dicono gli abitanti: «Non è sicuro. Lasciamo che si calmino le acque, poi torneremo alle nostre case».

di: Lorenzo Cremonesi
da: Il Corriere della Sera
data: 20/7/2010

facebook icona twitter iconawhatapps icona

Potrebbe interessarti..

  • Riceviamo e voletnieri divulghiamo questa informazione da Porte Aperte: 13.000 chiese hanno cessato di esistere nel nord-est della Nigeria a causa della persecuzione anticristiana. Parte la "Campagna Nigeria", una petizione basata sull’invio di lettere al Presidente nigeriano e all'Ambasciatore nigeriano in Italia per dare voce ai cristiani perseguitati nigeriani.

  • Sopravviverà il cristianesimo in Medio Oriente?
    Dopo i fatti in Egitto, pubblichiamo l’estratto di un articolo di John Graz, direttore del dipartimento Affari Pubblici e Libertà Religiosa della Chiesa avventista mondiale e dell’Associazione Internazionale per la Libertà Religiosa. - Fonte: notizie avventiste

  • Riceviamo e volentieri condividiamo: La Scuola a Distanza viene incontro a chiunque desidera studiare ma non ha la possibilità di seguire le lezioni in aula in una Scuola Succursale o nella Scuola Residenziale. Direttamente da casa, lo studente può intraprendere il percorso del Certificato di teologia.

  • La CRIVOP e MISSIONE PARADISO per i detenuti
    Siracusa: Lunedì 25 febbraio 2013 alle ore 10:30 i volontari della CRIVOP, insieme a MISSIONE PARADISO e la partecipazione straordinaria di Nicola Legrottaglie, varcheranno le soglie della Casa Circondariale di Siracusa per incontrare i detenuti. Durante la manifestazione verrà proiettato il film "Il Circo della Farfalla", scritto e diretto da Joshua e Rebekah Weigel, interpretato da Nick Vujicic, l'uomo che vive senza arti non solo nel film ma anche nella vita.

Islamecom

Opere evangelica per sordi

La chiesa perseguitata

Pregare ed aiutare

Pompieri cristiani

meta